Addio a James Whitmore

L'attore americano si è spento a 87 anni.
------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #9


James WhitmoreNato il primo ottobre 1921 a White Plains, James Whitmore, dopo aver preso parte alla Seconda Guerra Mondiale nella Marina statunitense, inzia nel 1947 a recitare a Broadway e nel 1949 esordisce al cinema nel film Mani sporche di Joseph Lewis al fianco di Glenn Ford. Lo stesso anno ottiene una nomination all'Oscar come miglior attore non protagonista per il film Bastogne di William Wellman e l'anno seguente prende parte a Giungla d'asfalto di John Huston.  Il viso scolpito e il fisico massiccio di Whitmore ben si adattano al genere poliziesco e a quello bellico, e il suo corpo si rivela perfetto per le opere di registi come Don Siegel (Delitto nella strada) e Raoul Walsh (Prima dell'uragano); ma l'attore americano durante la sua carriera si è dimostrato molto eclettico proponendo ottime interpretazioni anche nel genere western, – L'ultima frontiera (1955) di Anthony Mann, Le pistole dei magnifici sette (1969) di Paul Wendkos – fantascientifico – Assalto alla Terra (1954) di Gordon Douglas, Il pianeta delle scimmie (1968) di Franklin Schaffner – e nella commedia – Baciami Kate! (1953) di George Sidney,  Oklahoma (1957) di Fred Zinnemann. Interprete di oltre cento film, Whitmore, ha preso parte anche a numerose pellicole europee, tra cui L'uovo del serpente (1977) di Ingmar Bergman e alcuni polizieschi italiani, e a numerosi telefilm e serial televisivi tra cui Bonanza e C.S.I. (m.m.)

 

 

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------