Agenda settimanale al Cinema Massimo

 

Agenda settimanale
degli eventi al Cinema Massimo
 
 
da venerdì 25 giugno a giovedì 1 luglio 2010
Cinema Massimo Sala 3 – via Verdi, 18, Torino
 
 
– VENERDI’ 25 GIUGNO 2010 – ORE 20.30
 
In occasione dell’omaggio a Silvana Mangano, Fulvio Paganin e Franco Prono presentano Riso Amaro di Giuseppe De Santis
 
In occasione dell’omaggio a Silvana Mangano – al Cinema Massimo dal 25 al 30 giugno 2010venerdì 25 giugno 2010 alle ore 20.30 nella sala Tre del Cinema Massimo,Fulvio Paganin e Franco Prono presenteranno al pubblico il film Riso Amaro di Giuseppe De Santis. Al termine del film, proiezione del documentario di Claudio Barbati dal titolo Silvana Mangano, la bellezza e il mistero (Italia 1998, 40’). Ingresso 4 euro.
 
Silvana Mangano: una bellezza amara è un progetto di Museo Nazionale del Cinema e Distretto Cinema, con la collaborazione di Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale e Rai International. La rassegna proseguirà in forma itinerante in alcuni comuni della provincia di Torino, tra i mesi di luglio e ottobre 2010. Per informazioni: www.distrettocinema.it.
 
 
– SABATO 26 GIUGNO 2010 – ORE 21.00
 
Per CROSSROADS proiezione del documentario The Road to Big Whiskey di Sam Erickson sulla Dave Matthews Band.
 
Il Museo Nazionale del Cinema in collaborazione con Con-Fusion, la community italiana della Dave Matthews Band, presenta per la prima volta a Torino il documentario di Sam EricksonThe Road to Big Whiskey. Il documentario – che Erickson realizza grazie alla profonda e pluriennale conoscenza della band della quale ha fotografato e filmato tutte le sessions in studio – inizia dal presente per ripercorrere a ritroso tutta la storia della band di Charlottesville, utilizzando moltissimo materiale inedito tratto dalla collezione personale del regista. Prima del film verrà mostrata una breve videointervista a Sam Erickson realizzata da Elena Pizzetti. Ingresso 3 euro.
 
Nata all’inizio degli anni Novanta su iniziativa del cantante e chitarrista di origini sudafricane Dave Matthews, la DMB è una delle jam band americane di maggiore successo degli ultimi vent’anni. Il suo album d’esordio Under the Table and Dreaming (1994) ha venduto in poco tempo oltre un milione di copie e ha consentito al gruppo di organizzare lunghissimi tour mondiali che ne hanno esaltato le straordinarie doti improvvisative. Questa attività live è stata puntualmente documentata dall’uscita di numerose registrazioni dal vivo, che superano ormai ampiamente per quantità le incisioni in studio. L’ultimo album della DMB si intitola Big Whiskey & the GrooGrux King.
 
Sam Erickson
The Road to Big Whiskey
Usa 2009, 82’, col., v.o. sott.it.
Un documentario in quattro parti che ripercorre la storia della Dave Matthews Band dai primi successi fino alla realizzazione di Big Whiskey & the GrooGrux King. Erickson utilizza interviste, materiale di repertorio, riprese dal vivo e in studio per costruire un ritratto a tutto tondo di una band che ha saputo coniugare percorsi musicali molto diversi tra loro per dar vita ad un sound inconfondibile e trascinante.
 
– LUNEDI’ 28 GIUGNO 2010 – ORE 20.30
 
È’ dedicato all’opera fotografica e cinematografica di Robert Frank l’appuntamento CULT! di giugno con la proiezione di An American Journey di Philippe Séclier.
 
Il Museo Nazionale del Cinema dedica il consueto appuntamento mensile di CULT! all’opera fotografica e cinematografica di Robert Frank con la proiezione del documentarioAn American Journeydi Philippe Séclier.
Il documentario del regista francese è il frutto del viaggio che, cinquant’anni dopo, egli compie ripercorrendo le tracce di Robert Frank, per rievocare lo spirito della Beat Generation e per analizzare l’impatto che The Americans – il volume che Frank pubblicò nel 1958, considerato uno dei manifesti della corrente Beat – ha avuto non solo in ambito artistico ma anche, più in generale, sulla cultura americana.
Dal Texas al Montana, dal Nebraska alla Louisiana, da New York a San Francisco, An American Journey è un viaggio di 15.000 miglia nell’America contemporanea, costantemente in equilibrio tra passato e presente, tra cinema e fotografia e tra due Americhe, quella di oggi e quella di cinquant’anni fa. Al termine, proiezione di un’antologia dei film di Robert Frank. Ingresso euro 3,00.
 
Proprio grazie alla sua frequentazione degli ambienti della Beat Generation, nel 1959 Robert Frank decise di passare dietro alla macchina da presa e realizzò il film Pull My Daisy. Scritto e narrato da Jack Kerouac e interpretato, tra gli altri, di Allen Ginsberg e Gregory Corso, il film viene considerato il padre del New American Cinema. Negli anni Sessanta, nonostante il crescente successo dei suoi lavori, Frank abbandona la fotografia per dedicarsi completamente alla realizzazione di film. Un cinema, il suo, carico di tensioni e tematiche prettamente private e introspettive, come Conversations in Vermont (1969) o About Me: A Musical (1971). Collabora ancora con i Beats, soprattutto Ginsberg, Orlovsky e Burroughs, ma anche con i Rolling Stones (Cocksucker Blues, 1972, proiettato solo episodicamente e contro il volere della band), Tom Waits, Joe Strummer (Candy Mountain, 1986) e Patti Smith.
 
Philippe Séclier
An American Journey
Francia 2009, 58’, v.o. sott.it.
Il regista e giornalista francese Philippe Séclier torna nelle cittadine e nelle comunità rurali immortalate cinquant’anni prima da Robert Frank per capire come sia cambiato quel mondo e che cosa, invece, sia rimasto immutato. L’artista Edward Ruscha, l’editore Barney Rosset, i fotografi John Cohen e Raymond Depardon, e i curatori Vicki Goldberg, Sara Greenough e Peter Galassi analizzano i sentimenti di rabbia e alienazione che avevano spinto Frank ad intraprendere il suo lungo viaggio.
 
 
MECOLEDI’ 30 GIUGNO 2010 – ORE 20.45
 
Gran finale della prima stagione di MAGNIFICHE VISIONI con Senso di Luchino Visconti
 
Il Museo Nazionale del Cinema presenta martedì 30 giugno 2010 alle ore 20.45 nella sala 3 del Cinema Massimo il restauro dei film Sensodi Luchino Visconti. Il capolavoro di Visconti sarà proiettato nella copia restaurata da Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale, Cineteca del Comune di Bologna e StudioCanal, con il sostegno di Gucci, della Film Foundation e del Comitato Italia 150. Il film conclude la prima stagione diMAGNIFICHE VISIONI. Festival Permanente del Film Restaurato. Ingresso 5,50/4,00/3,00 euro.
 
MAGNIFICHE VISIONI. Festival Permanente del Film Restaurato proponeva due appuntamenti mensili con i capolavori del cinema, dall'età d'oro del cinema classico, spaziando dal muto fino alle nouvelles vagues degli anni '60 e oltre, in copie restaurate provenienti dalle più importanti cineteche di tutto il mondo. Tutti i film sono stati presentati in versione originale con i sottotitoli in italiano, e ogni proiezione è stata introdotta da cineasti, critici o personalità del mondo della cultura e del cinema.
 
Senso
Italia 1954, 123’, col., v.o. sott. it.
Per intercedere a favore del cugino, la bella contessa Livia Serpieri si avvicina al tenente Mahler e se ne innamora follemente. Pur sposata, intreccia una relazione clandestina con il soldato e cede alle sue insistenti richieste di denaro giungendo a consegnargli i soldi destinati ai patrioti italiani. Il restauro è stato eseguito grazie ai preziosi consigli di Giuseppe Rotunno e Piero Tosi, che hanno lavorato con Visconti alla realizzazione del film per la fotografia e per i costumi, e altrettanto preziosi sono stati i consigli di Suso Cecchi D’Amico, la più stretta collaboratrice di Visconti.
Regia Luchino Visconti. Sc.: Carlo Alianello, Giorgio Bassani, Suso Cecchi d’Amico, Giorgio Prosperi, L. Visconti, dal racconto di Camillo Boito; Fot.: Aldo Graziati, Robert Krasker; Int.: Alida Valli, Farley Granger, Massimo Girotti.

Agenda settimanale al Cinema Massimo

 

Agenda settimanale
degli eventi al Cinema Massimo
 
 
da venerdì 7 a giovedì 13 maggio 2010
Cinema Massimo Sala 3 – via Verdi, 18, Torino
 
 
– SABATO 8 MAGGIO 2010 – DALLE ORE 16.00
 
Al Cinema Massimo ECCE HOMO. Una giornata dedicata ai film che hanno visto Gesù protagonista
 
Il Museo Nazionale del Cinema, in occasione della mostra Ecce Homo. L’immagine di Gesù nella storia del cinema – allestita al Museo fino al 6 giugno 2010 – organizza sabato 8 maggio 2010, nella Sala Tre del Cinema Massimo,dalle ore 16.00in poi, una giornata di proiezioni dedicate alla rappresentazione di Cristo in tre film che hanno fortemente influenzato l’iconografia cristologica.
 
In particolare verranno proiettati i film Jesus Christ Superstar di Norman Jewison, Il Vangelo secondo Matteo di Pier Paolo Pasolini e Christus di Giulio Antamoro e Enrico Guazzoni, film muto del 1916 che sarà accompagnato dal vivo al pianoforte dal Maestro Stefano Maccagno. Ingresso 5,50/4,00/3,00 euro.
 
 
– DA LUNEDI’ 10 MAGGIO A LUNEDI’ 17 MAGGIO 2010
 
Il Museo Nazionale del Cinema presenta Crossover. Le nuove frontiere del cinema europeo.
 
Il Museo Nazionale del Cinema presenta al Cinema Massimo, dal 10 al 17 maggio 2010, la retrospettiva Crossover. Le nuove frontiere del cinema europeo. La rassegna è dedicata alle sempre più frequenti coproduzioni tra l’Europa e i Paesi dell’America Latina, dell’Asia e del Medio Oriente: film, nella maggior parte dei casi, trascurati dalla distribuzione italiana anche quando sono firmati da autori del calibro di Abbas Kiarostami, Hou Hsiao-hsien e Carlos Reygadas. Con queste opere l’Europa del cinema si apre al mondo con la ricerca di nuovi sguardi e contaminazioni.
 
La rassegna Crossover. Le nuove frontiere del cinema europeo, a cura di Andrea Morini e Alberto Morsiani, è un progetto della Cineteca del Comune di Bologna, dell’Associazione Circuito Cinema di Modena e del Museo Nazionale del Cinema.
 
 
– MARTEDI’ 11 MAGGIO 2010 – ORE 20.45
 
Per MAGNIFICHE VISIONI. Festival Permanente del Film Restaurato Margherita fra i tre di Ivo Perilli e Uno tra la folla di Cerlesi e Tellini presentati da Lorenzo Ventavoli e Alda Grimaldi
 
Il Museo Nazionale del Cinema presenta martedì 11 maggio 2010 alle ore 20.45 nella sala 3 del Cinema Massimo il restauro dei filmMargherita fra i tredi Ivo Perilli eUno tra la folladi Ennio Cerlesi e Piero Tellini, ottavo appuntamento diMAGNIFICHE VISIONI. Festival Permanente del Film Restaurato.
I film saranno proiettati nelle copie restaurate da Centro Sperimentale di Cinematografia Cineteca Nazionale e Museo Nazionale del Cinema e saranno presentati al pubblico da Lorenzo Ventavoli e Alda Grimaldi.
 
MAGNIFICHE VISIONI. Festival Permanente del Film Restaurato propone due appuntamenti mensili con i capolavori del cinema, dall'età d'oro del cinema classico, spaziando dal muto fino alle nouvelles vagues degli anni '60 e oltre, in copie restaurate provenienti dalle più importanti cineteche di tutto il mondo. Tutti i film saranno presentati in versione originale con i sottotitoli in italiano, e ogni proiezione sarà introdotta da cineasti, critici o personalità del mondo della cultura e del cinema.
 
Margherita fra i tre (Italia 1942, 66’, b/n)
Copia restaurata da Centro Sperimentale di Cinematografia Cineteca Nazionale e Museo Nazionale del Cinema.
Margherita ama Paolo ed è corrisposta, ma il giovane non riesce ad emanciparsi dalla tutela affezionatamente tirannica di tre zii, scapoli impenitenti e contrari al matrimonio. Margherita allora decide di ottenere il consenso dei tre tutori mediante la seduzione.
Regia Ivo Perilli. Sc.: Nicola Manzari, Renato May; Fot.: Ugo Lombardi; Int.: Assia Noris, Carlo Campanini, Giuseppe Porelli.
 
Uno tra la folla (Italia 1946, 86’, b/n)
Copia restaurata da Centro Sperimentale di Cinematografia Cineteca Nazionale e Museo Nazionale del Cinema.
La vicenda, ambientata in una città del Nord durante l’occupazione nazifascista, narra le avventure di Paolo Bianchi, un modesto impiegato alle prese con le difficoltà della vita quotidiana che, del tutto involontariamente e suo malgrado, viene scambiato per comunista diventando fiancheggiatore dei partigiani.
Regia Ennio Cerlesi e Piero Tellini. Sc.: E. Cerlesi, P. Tellini; Fot.: Luigi Fiorio; Int.: Eduardo De Filippo, Titina De Filippo, Adriana
 
 
 
– MERCOLEDI’ 12 MAGGIO 2010 – ORE 20.30
 
É dedicato al romanzo L’assassino qualcosa lascia di Rosa Mogliasso l’appuntamento CULT! di maggio.
 
Il Museo Nazionale del Cinema dedica il consueto appuntamento mensile di CULT! all’uscita del romanzo L’assassino qualcosa lascia(Salani Editore), esordio letterario di Rosa Mogliasso. Per l’occasione il Museo propone mercoledì 12 maggio, alle ore 20.30 nella Sala Tre del Cinema Massimoun incontro con l’autrice che discuterà del suo libro con Margherita Oggero e Davide Livermore.
 
Alma Peressi, ricchissima e disperata, aspetta che la polizia venga ad arrestarla. Su di lei pesa la responsabilità di un delitto atroce, più un’altra serie di colpe minori: un marito avvocato che ama rimorchiare giovani esotici e ruspanti nei parchi pubblici; una figlia eternamente sballata, tossicodipendente per noia; un’infelicità inestinguibile che l’avvolge da capo a piedi come un abito firmato, di quelli che si fa fatica a indossare, ma una volta messi è impossibile togliere. I commissari Gillo e Zuccalà, incaricati di indagare su quel delitto, scoprono però che molti altri personaggi, ben più torbidi e pericolosi, vi sono coinvolti; e sullo sfondo di una Torino familiare e minacciosa a un tempo, tra delinquenti istruiti e poliziotti stressati, si snoda una vicenda tragica e irresistibilmente comica, ricca di piani minuziosi e scherzi del destino, una storia nerissima illuminata di speranze – come la vita, del resto”. (dal libro L’assassino qualcosa lascia di Rosa Mogliasso, Salani Editore)
 
Al termine, proiezione del film Rebecca, la prima mogliedi Alfred Hitchcock (Usa 1940, 130’, v.o. sott.it.). Ingresso euro 4,00.
 

Agenda settimanale al Cinema Massimo

 

Agenda settimanale
degli eventi al Cinema Massimo
 
 
da venerdì 30 aprile a giovedì 6 maggio 2010
 
Cinema Massimo Sala 3 – via Verdi, 18, Torino
 
 
– VENERDI’ 30 APRILE 2010 – ORE 20.30
 
E’ dedicato al libro David Lynch – Inland Empire di Davide Morello il consueto appuntamento IL CINEMA DI CARTA di aprile.
 
In occasione dell’uscita del libro David Lynch – Inland Empire di Davide Morello (Falsopiano editore), il Museo Nazionale del Cinema presenta al Cinema Massimo la proiezione del film Inland Empire di David Lynch cui è interamente dedicato il saggio. Prima del film, incontro con Davide Morello e Simone Arcagni. Ingresso euro 4,00.
 
Ad una prima visione Inland Empire rivela tutta la sua complessità in quanto testo narrativo caotico, articolato e stratificato, con una serie di livelli diegetici che interagiscono e dialogano reciprocamente senza soluzione di continuità. È un testo eterogeneo che ad una attenta analisi mostra e mette in campo il suo stesso principio compositivo e strutturale all’insegna dell’autoriflessività, del gioco metalinguistico, attraverso contenuti e forme che si prestano a ragionare, in un’ottica contemporanea, sul mezzo cinematografico, sulle potenzialità espressive e narrative che Lynch adotta in uno stile sempre sperimentale”. (dall’introduzione al volume David Lynch – Inland Empire di Davide Morello, Falsopiano editore)
 
Inland Empire (Usa/Polonia/Francia 2006, 172, col., v.o. sott.it.)
In un elegante quartiere residenziale posizionato in una vallata alle porte di Los Angeles, una donna è nei guai. È innamorata e intorno a lei c’è un denso alone di mistero. La sua storia si intreccerà con quella di un attore appena scelto per interpretare il ruolo di un gentiluomo del sud in una grande produzione. “Mi piace entrare in un nuovo mondo quando si spengono le luci in sala. Ogni volta che inizio un film è come se entrassi in un universo ignoto. E vorrei che anche il pubblico provasse la stessa cosa” (D. Lynch).
Regia David Lynch. Sc.: D. Lynch; Fot.: Odd-Geir Sæther; Int.: Laura Dern, Jeremy Irons, Harry Dean Stanton, Justin Theroux.
 
 
– LUNEDI’ 3 MAGGIO 2010 – ORE 20.30
 
Il Museo Nazionale del Cinema e il DAMS di Torino presentano L’amata & l’assassino. Omaggio Marina Piperno e Luigi Faccini
 
Il Museo Nazionale del Cinema, in collaborazione con il DAMS dell’Università di Torino, rende omaggio alla produttrice Marina Piperno e al regista Luigi Faccini, complici e compagni di vita da più di trent’anni, con un’ampia retrospettiva dal titolo L’amata & l’assassino, in programma al Cinema Massimo dal 3 al 9 maggio 2010. L’omaggio verrà inaugurato lunedì 3 maggio 2010 alle ore 20.30 nella sala Tre del Cinema Massimo con un incontro con la coppia che, insieme a don Andrea Gallo, dialogherà e introdurrà il pubblico alla proiezione del loro film Storia di una donna amata e di un assassino gentile – cap. IV. Per questa serata ingresso libero. Per tutti gli altri appuntamenti ingresso 5,50/4,00/3,00 euro.
 
L’omaggio a Marina Piperno e Luigi Faccini è un progetto del Museo Nazionale del Cinema realizzato in collaborazione con il DAMS dell’Università di Torino che propone, nei giorni della rassegna, tre seminari di studio con il regista a cura del prof. Franco Prono. Per l’occasione è stato pubblicato il volume L’amata & l’assassino, malizia e innocenza del cinema (Edizioni Ippogrifo Liguria, www.pipernofaccini.it).
 
Luigi Faccini
Storia di una donna amata e di un assassino gentile – cap. IV
(Italia 2009, 62’, col.)
Viaggio al centro di una bella mente, in questo film Marina Piperno è una donna e nello stesso tempo un sogno. Una donna reale che scrive al computer, cucina e invita a cena, pulisce, dipinge, viaggia, e nello stesso tempo è il sogno del cinema come avrebbe potuto e dovuto essere. La sua bella faccia espressiva prima racconta delle sue origini ebraiche, borghesi e romane, le leggi razziali, la persecuzione, i nascondigli salvifici, la guerra e la liberazione portata dalle truppe angloamericane, poi, dopo i primi capitoli autobiografici e le fascinazioni provocate in lei dal cinema americano, esplora la verità del cinema da lei prodotto: un documento d’amore per la libertà, di sofferenza e lotta per la giustizia su tutta la terra. La poetica della camera stylo portata alle estreme conseguenze. (Alessandro Bernardi)