Alba International Film Festival 2008

Alba International Film Festival 2008
7-12 marzo
 
ALBA (CN)
 
 
Dal 7 al 12 marzo 2008 Alba apre le porte della città al mondo del cinema per la settima edizione dell'Alba International Film Festival. Non solo un festival cinematografico: quest’anno il cinema si confronta con la musica, la televisione, la filosofia, la religione e la scienza, nel segno della ricerca esistenziale. Per il piacere di guardare, ascoltare, per riflettere sull'uomo e sulla società contemporanea nello splendido scenario di Alba e del suo territorio.
L’Alba Film festival nasce nel 2001 grazie all’Associazione del Cinema Spirituale con il nome di Infinity Festival, come lente di osservazione e d’indagine che, attraverso il linguaggio cinematografico, rivela la dimensione più ampia della ricerca esistenziale dell’uomo contemporaneo. Nel corso delle diverse edizioni il Festival ha portato avanti una ricerca peculiare, affermandosi come luogo d’incontro per professionisti, studenti e appassionati.
 
 
LE NOVITA’ DEL 2008
Alba e Bra in Festival – Dieci giorni di cinema in Langa e Roero
Alba International Film Festival e Cinema Corto in Bra, festival dedicato ai cortometraggi, si uniscono per dare vita a un'unica manifestazione: Alba e Bra in Festival, una “dieci giorni di cinema” dal 7 al 16 di marzo. Una grande occasione turistica e culturale per il territorio delle Langhe e del Roero.
Alba aprire le danze il 7 marzo, per poi passare il testimone a Bra nella giornata del 12, quando le cerimonie di chiusura e di apertura delle due manifestazioni si avvicenderanno sotto l'egida di testimoni d'eccezione del mondo del cinema.
Altra importante novità di quest’anno è l’ingresso della Scuola Holden nella direzione artistica del festival.
 
IL PROGRAMMA
 
IL CINEMA: due rassegne, un concorso, trenta film 
eXistenZe, Carta Bianca e Andar per Film
Tre sezioni presentano al pubblico di Alba film inediti in Italia e provenienti dai festival di tutto il mondo, opere della storia del cinema da rivedere e riscoprire sotto la luce dell’indagine esistenziale e del confronto con altre discipline artistiche, filosofiche e scientifiche.
 
eXistenZe
Dieci film, molto conosciuti oppure minuscoli e dimenticati, vengono introdotti da conversazioni tra personaggi del mondo del cinema, della cultura, della scienza: artisti, narratori, filosofi e teologi portano in regalo un film agli spettatori, lo guardano e lo discutono da un loro personale punto di vista. A unire i titoli della sezione, un tema comune che cambierà di anno in anno: per questa edizione è “solo Ridere”. Come si ride, perché si ride, cosa e chi ci fa ridere. Ridere contro piangere, ma anche ridere e piangere insieme. Sembra che solo l’uomo rida, unico fra gli animali (e gli dei ridono? e Dio ride?).
Tra gli ospiti: Carlo Mazzacurati, Paolo Mereghetti, Ruggiero Pierantoni, Giacomo Poretti, Silver e altri ancora.
 
Carta bianca
Un percorso personale e ragionato proposto da una personalità di spicco del panorama internazionale che seleziona dieci titoli editi o inediti e li presenta al pubblico.
 
Andar per film – Concorso
Sezione competitiva di dieci titoli prodotti in tutto il mondo negli ultimi due anni, inediti in Italia e diretti da un regista alla sua opera prima o seconda. Il premio al miglior film sarà decretato da una giuria popolare composta dal pubblico di Alba e dagli allievi della scuola Golden, presieduta da un esperto professionista del settore.
 
LA TELEVISIONE: tre giorni dedicati alla fiction
Incontri, proiezioni, workshop per giovani autori
Una delle novità di questa edizione è la presenza della televisione: studiata, analizzata, criticata e guardata nelle sue varie espressioni di mezzo di comunicazione di massa, ma anche di espressione intellettuale e artistica. Il Festival intende studiarne la storia, lo stato attuale e le possibili evoluzioni attraverso l’analisi di uno dei suoi format di maggior interesse: la fiction.
Fictionscape
Alba 7-9 marzo 2008
Tre giorni di riflessione critica sulla fiction televisiva nell’Italia contemporanea. Si parte dall’idea che la fiction è sì un prodotto d’intrattenimento ma anche un «luogo» che produce un immaginario condiviso. Tre giorni per ragionare sulle circostanze produttive della nostra fiction, sulle scelte drammaturgiche, sui contesti economici, sul pubblico, sulle differenze tra la produzione italiana e quella straniera, su quello che è stato il passato e su quello che sarà il futuro. Ponendo domande a chi la scrive, a chi la produce, a chi la guarda e a chi la studia. Lo stato presente di quella che di fatto è la nostra narrazione popolare, e le sue prospettive future.
Fra gli ospiti: Giovanni Minoli per la presentazione in anteprima di Agrodolce, nuova docu-fiction di Rai Educational; Mattia Torre, autore di Love Bugs, Buttafuori e Boris; Rita Savagnone, attrice e doppiatrice, per la presentazione de I figli di Medea, telegramma choc prodotto dalla RAI nel ’59.
 
LA FORMAZIONE
Masterclass, workshops di sceneggiatura avanzata e una scuola di cinema
Durante tutta questa edizione il Festival dedica ampio spazio alla formazione per il cinema attraverso incontri con grandi ospiti italiani e stranieri, workshops e corsi.
 
Script&pitch Workshops
Alba, 5 – 9 marzo 2008
11 mesi di formazione – 3 residential workshop, 2 sessioni on-line e 1 incontro Alumni: questo è Script&Pitch Workshops, un corso di sceneggiatura avanzata rivolto a sceneggiatori e story editor di film per il cinema e la televisione. 20 partecipanti da tutta Europa (16 sceneggiatori e 4 story editor) seguono l’intero processo della sceneggiatura: dall’ideazione, passando per la stesura della prima e seconda bozza, fino ad arrivare al pitch finale di fronte a un gruppo di produttori europei. Il primo workshop prende il via durante l’Alba Film Festival, dove alcuni degli ospiti terranno delle “inspirational lectures”. I partecipanti poi, divisi in gruppi, cominciano a condividere le storie e sin da questa primissima fase il pitch viene introdotto come strumento di sviluppo. 
 
Circus – Scuola elementare di cinema
Alba e Bra, 7 – 16 marzo 2008
Un corso itinerante, ideato e organizzato dalla Scuola Holden e dalla produzione cinematografica Fandango. Circus è una scuola elementare di cinema, un percorso di avvicinamento ai mestieri del cinema. Attraversa l’Italia come una carovana, fermandosi anche nelle piccole città, portando sceneggiatori, critici, registi, story editor, montatori, scenografi, organizzatori di set, uffici stampa, responsabili commerciali e musicali. Si guardano film, si leggono sceneggiature, si approfondiscono le tecniche di produzione e post produzione e i modi in cui un film viene confezionato fino al lancio. Il percorso prevede 4 workshops durante i giorni del Festival e 5 seminari (uno ogni fine settimana a partire dall’ultimo weekend di marzo)
 
Masterclass
Trasversale alla programmazione del Festival, un percorso di cinque incontri/evento fra personalità del mondo del cinema e della fiction, sia italiani, sia internazionali, e il pubblico.
 
GLI EVENTI
Un concerto e una maratona notturna di telefilm
 
La musica e la ricerca esistenziale
Alba, 8 marzo 2008
In collaborazione con l’Associazione Polis, l’Associazione Progetto Infinity organizza un concerto dell’Orchestra Esagramma, ensemble sinfonica composta da musicisti disabili ideata da monsignor Pierangelo Sequeri e Licia Sbattella. L’evento è il primo tassello di un progetto più ampio che dovrà coordinare la sezione cinematografica e l’edizione di una collana antropologica di arte e cultura, realizzata insieme a diverse università italiane ed europee.
Il concerto verrà introdotto da Umberto Galimberti e monsignor Sequeri.
 
24 Remix
Alba, 8 marzo 2008
Una maratona notturna di telefilm al femminile tutta da ridere e guardare. L’8 marzo, giorno della Festa della donna, in collaborazione con il Teatro sociale G. Busca di Alba, il Festival organizza una nonstop dedicata alla figura della donna nei telefilm americani comici. Uno degli eventi più divertenti e attesi del Festival che prevede anche l’esibizione di un dj.
 
 

Alba International Film Festival 2008

La settima edizione
Giunto alla settima edizione, l'Alba International Film Festival – Infinity cambia direzione. Non più solamente un festival cinematografico, ma una vera e propria manifestazione culturale in cui il cinema, che rimane parte preponderante del programma, dialoga con altre forme di espressione umana e artistica: la musica, la televisione, la filosofia, la religione, la scienza… Sempre nel segno della ricerca esistenziale, del dialogo con il pubblico e del piacere di guardare, ascoltare, riflettere sull'uomo e la società contemporanea nello splendido scenario di Alba e delle colline circostanti.

Alba e Bra in Festival – Dieci giorni di cinema in Langa e Roero
Tra le molte novità dell’edizione 2008, la principale riguarda l'unione del Festival con l'altra importante manifestazione cinematografica della zona:
Cinema Corto in Bra, festival dedicato ai cortometraggi che da quest'anno, dopo sette edizioni a cadenza biennale di grande successo, ha aperto la propria selezione alle produzioni internazionali.
Dopo anni di distratto vicinato, due dei principali festival cinematografici del Piemonte hanno così deciso per la prima volta di unirsi e dare vita a un'unica manifestazione: Alba e Bra in Festival, una «dieci giorni di cinema» dal 7 al 16 di marzo 2008 che costituirà una grande occasione turistica e culturale per il territorio. Toccherà ad Alba aprire le danze il 7 marzo, per poi passare il testimone a Bra nella giornata del 12, quando le cerimonie di chiusura e di apertura delle due manifestazioni si avvicenderanno sotto l'egida di testimoni d'eccezione del mondo del cinema.

Il programma del festival / The program of the festival

Il cinema
Parte preponderante del programma del Festival sarà naturalmente rappresentata dal cinema. Tre saranno le sezioni che presenteranno al pubblico presente ad Alba sia film inediti in Italia e provenienti dai festival di tutto il mondo, sia opere della storia del cinema da rivedere o da riscoprire sotto la luce dell’indagine esistenziale e del confronto con altre discipline artistiche, filosofiche e scientifiche.

eXistenZe
Una sezione che ha il titolo del film di Cronenberg, solo italianizzato con la «e» finale. Dieci film, molto conosciuti oppure minuscoli e dimenticati, presentati da personaggi del mondo del cinema, della cultura, della scienza. Filosofi, artisti, teologi, registi, narratori, attori, attrici, scrittori portano in regalo un film agli spettatori, lo guardano e lo discutono da un loro personale punto di vista. A unire i titoli della sezione, un tema comune che cambierà di anno in anno: per questa edizione è solo Ridere. Come si ride, perché si ride, cosa e chi ci fa ridere. Ridere contro piangere, ma anche ridere e piangere insieme. Sembra che solo l’uomo rida, unico fra gli animali (e gli dei ridono? e Dio ride?).
Tra i personaggi già sicuri che saranno presenti ad Alba: il regista Carlo Mazzacurati, il critico Paolo Mereghetti e lo scienziato Ruggero Pierantoni.

Carta bianca
Un percorso personale e ragionato proposto da una personalità di spicco del panorama italiano o internazionale che selezionerà dieci titoli editi o inediti e li presenterà al pubblico.

Andar per film – Concorso
Sezione competitiva di dieci titoli (sia fiction, sia documentari) prodotti in tutto il mondo negli ultimi due anni, inediti in Italia e diretti da un regista alla sua opera prima o seconda. Il premio al miglior film sarà decretato da una giuria popolare composta dal pubblico albese, allievi della scuola Holden e aderenti associazione europea Nisimasa e presieduta da un esperto professionista del settore.

La musica e la ricerca esistenziale
In collaborazione con l’Associazione Polis, nata su iniziativa di docenti universitari attivi in ambito giuridico e teologico al fine di promuovere il rapporto tra territorio e università, l’Associazione Progetto Infinity (l’ex Associazione per il Festival del cinema spirituale, ideatrice e committente della manifestazione) ha organizzato sabato 8 marzo, alle ore 16 nella chiesa di San Domenico ad Alba, un concerto dell’Orchestra Esagramma, ensemble sinfonica composta da musicisti disabili ideata da monsignor Pierangelo Sequeri e Licia Sbattella.
L’evento sarà il primo tassello di un progetto più ampio che dovrà coordinare la sezione cinematografica e l’edizione di una collana antropologica di arte e cultura, realizzata insieme a diverse università italiane ed europee.

La televisione
La novità nel palinsesto della prossima edizione del Festival sarà la presenza della televisione, studiata, analizzata, criticata e guardata nelle sue varie espressioni di mezzo di comunicazione di massa, ma anche di espressione intellettuale e artistica. La tv ha ormai assunto un ruolo più che decisivo negli sviluppi della società contemporanea e il Festival intende studiarne la storia, lo stato attuale e le possibili evoluzioni attraverso l’analisi di uno dei suoi format di maggior interesse: la fiction.

Fictionscape
Un momento di riflessione critica, della durata di tre giorni, sulla fiction televisiva nell’Italia contemporanea, partendo dall’idea che la fiction è, sì, un prodotto d’intrattenimento, ma anche un «luogo» che produce un immaginario condiviso. E la qualità di un immaginario è direttamente legata alla qualità complessiva di un Paese. Tre giorni dedicati a ragionare sulle circostanze produttive della nostra fiction, sulle scelte drammaturgiche, sui contesti economici, sul pubblico, sulle differenze tra la produzione italiana e quella straniera, su quello che è stato il passato e su quello che sarà il futuro. Ponendo domande a chi la scrive, a chi la produce, a chi la guarda e a chi la studia. Lo stato presente di quella che di fatto è la nostra narrazione popolare, e le sue prospettive future.

24 Remix
Una maratona notturna di telefilm al femminile tutta da ridere e guardare. L’8 marzo, giorno della Festa della donna, in collaborazione con il Teatro sociale G. Busca di Alba, il Festival organizzerà una nonstop di molte ore dedicata alla figura della donna nei telefilm americani comici. A partire dalle 22.30, nella splendida cornice della sala vecchia del teatro albese, Ally McBeal, Grace, la Tata, Lucy, Mary Tyler Moore, Dharma e tante altre ancora saranno le irresistibili protagoniste di uno degli eventi più divertenti e attesi del Festival, che prevede anche l’esibizione di un dj e un rinfresco per tutti gli appassionati pronti a immergersi in un pezzo di storia della tv fino a notte fonda.

Web – www.albafilmfestival.com
Email – info@albafilmfestival.com