Albinati e Mungiu a “L’immagine e la parola”

È stato presentato oggi il programma della quinta edizione de L’immagine e la parola, evento primaverile del Festival di Locarno, che si svolgerà dal 10 al 12 marzo tra il Teatro Kursaal, la SUPSI di Locarno e il Monte Verità di Ascona.

Guest curator dell’evento nonché personaggio a cui è dedicato tutto il weekend sarà lo scrittore romano Edoardo Albinati. Vi saranno infatti molti appuntamenti dedicati al suo universo creativo e al rapporto con il cinema in cui è centrale la figura di Marco Bellocchio per cui lo scrittore ha sceneggiato Fa Bei Sogni dal romanzo di Gramellini.

L’evento si aprirà il 10 marzo con un ospite di eccezione: il regista rumeno Cristian Mungiu (vincitore della Palma d’Oro a Cannes con la sua opera prima 4 mesi, 3 settimane, 2 giorni) di cui verrà proiettato l’ultimo film, Bacalaureat. L’altro film scelto da Albinati, sarà il noir Touchez pas au Grisbì di Jacques Becker. Ospiti d’eccezione l’attrice Anna Bonaiuto e il poeta ticinese Fabio Pusterla.

L’immagine e la parola è curata dal Direttore artistico Carlo Chatrian e dalla critica Daniela Persico, ed è una delle due manifestazioni che compongono Primavera Locarnese, unitamente agli Eventi Letterari Monte Verità.