Alessandro Bergonzoni e Riccardo Rodolfi: “Urge” un nuovo cinema

Si è tenuta oggi a Roma la presentazione di Urge di e con Alessandro Bergonzoni per la regia di Riccardo Rodolfi. Sarà in circa 30 sale a partire dal 3 marzo e distribuita da Exit.

Urge nasce nel 2010 ed è uno spettacolo teatrale replicato circa 200 volte e sicuramente pone l’attore e autore in una nuova ottica, inserendolo in un inedito percorso che sembra rifuggire ogni logica. Stando alle parole di Bergonzoni e Rodolfi, Urge è stato realizzato per una vera e propria necessità artistica e non per diffondere il teatro attraverso il mezzo cinematografico o televisivo.

---------------------------------------------------------------------
APERTE LE ISCRIZIONI PER UNICINEMA E SCUOLA DI CINEMA

---------------------------------------------------------------------

Rodolfi ha affermato di aver creato una pellicola dove non emergesse l’introspezione dell’attore e proprio il montaggio, che fa in modo di unire riprese a tutto tondo dello spazio scenico, serve per creare la distanza tra attore e la sua interiorità, dando vita ad un “demiurgo creatore”.

“Volevamo trasmettere visioni naturali” continua il regista, anche se ammette di averci messo moltissimo tempo per confezionare la pellicola.

--------------------------------------------------------------------
I NUOVI CORSI ONLINE LIVE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------

Bergonzoni ha avuto modo di parlare anche del suo lavoro, di come non si senta pronto ad affrontare un ruolo cinematografico, avendo paura di prestare il volto ad un personaggio.

“Bisognerebbe fare il film tutti i giorni, uscire dalla sala cinematografica dopo aver visto una pellicola e metterla in atto nella quotidianità, il cinema dovrebbe servire per scoprire cose che non si conoscono” aggiunge. E, non ha risparmiato critiche verso le pellicole italiane, celebrando però alcuni registi come Crialese e Rosi e ha detto come in certi casi non si debba parlare di cinema italiano, francese o spagnolo ma solo di Cinema in senso più generale.