"Alice nella città"

Terzo festival di cinema e letteratura per ragazzi di Roma.
Auditorium – Parco della Musica
Roma 23 – 30 maggio 2005

Torna a Roma, dal 23 al 30 maggio, "Alice nella città", Festival di Cinema e Letteratura per Ragazzi prodotto e organizzato dall' Associazione Culturale PlayTown Roma e da Tidò_ Comunicazione in collaborazione con la Regione Lazio, Provincia di Roma, Gioco del Lotto – Lottomatica, Ambasciate e Istituti di Cultura  che quest'anno si svolgerà all'Auditorium – Parco della Musica e al cinema Embassy.

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------

Dopo il successo delle due precedenti edizioni, la manifestazione, ormai appuntamento fisso della capitale e occasione importante di incontro e scambio annuale sulla produzione cinematografica dei ragazzi e per i ragazzi in Italia, oltre a regalare al pubblico anteprime di film e incontri con registi e attori di grande interesse, rafforza anche la Sezione Letteratura dedicata all'editoria per ragazzi.


 


Il fitto programma della nuova edizione del Festival e la scelta dell'Auditorium come location per le proiezioni e le conferenze, evidenzia la volontà della città di Roma di dedicare, nel panorama delle sue attività culturali,  uno spazio sempre più ampio al cinema e alla letteratura nazionale e internazionale per i ragazzi.

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------

 


La Giuria delle due sezioni competitive di "Alice nella città", composta da oltre seicento ragazzi di età compresa tra gli 8 e i 18 anni, assegnerà, al termine della manifestazione, i seguenti premi: Miglior Lungometraggio – Miglior Cortometraggio – Miglior Corto Scuole e il "Premio Paolo Ungari/Unicef" per il Miglior Libro, Premio Agiscuola, Gran Premio del Pubblico Lottomatica e Premio di Qualità RaiSat Ragazzi.


 


Il Festival ospita cinque Anteprime serali tra cui: "La storia del cammello che piange" di Luigi Falorni e Davaa Byambasuren (Fandango) che inaugurerà il Festival il 23 maggio e arriverà nelle sale italiane il 27; "La petite Chartreuse" di Jean-Pierre Denis evento speciale in collaborazione con la GAN assicurazioni; "Steamboy" di Katsuhiro Otomo (Metacinema), evento speciale in collaborazione con l'Istituto Giapponese di Cultura in programma il 25; "Un amour d'enfant" di Ben Diogaye Béye premiato al FESPACO con il Premio UNICEF per la promozione dei diritti dell'infanzia, anteprima organizzata in collaborazione con ItaliAfrica 2005 e UNICEF Italia.


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


Tra i dieci lungometraggi in concorso da segnalare la presenza italiana del film:"Tu devi essere il lupo" opera prima di Vittorio Moroni, già finalista al Premio Sacher e due volte vincitore del Premio Solinas, arrivata nelle sale dopo un lungo periodo di attesa grazie all'originale iniziativa dell'Associazione di promozione e distribuzione, Myself, fondata dallo stesso regista e finanziata dai soci con un contributo minimo di 5 €. Tra i film stranieri sarà proiettato "Turtles Can Fly"del regista iracheno Bahman Godabi girato  nei campi profughi curdi e già presentato al Kinderfilmfest di Berlino 2005 ed il francese The Giraffe's Neck di Safy Nebbou un film intenso e delicato che punta alla ricerca dei sentimenti attraverso un viaggio verso la verità dei rapporti.


 


Nella Sezione Letteratura, tra i dieci libri inseriti nel programma degli Incontri Letterari troviamo la mattina la selezione della cinquina per l'assegnazione del Premio Ungari/Unicef  nella quale sono inseriti volumi di grande spessore come "Tema in classe" di Antonio Skàrmeta (Mondadori), "La valigia di Hana. Una storia vera" di Karen Levine (Fabbri Editore)  "Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte" di Mark Haddon (Einaudi); "Storia di Iqbal" di Francesco D'adamo e "Viki che voleva andare a Scuola"di Fabrizio Gatti (Fabbri Editore). Il pomeriggio invece, negli incontri aperti al pubblico saranno presentati testi che hanno ispirato i film in questi giorni nei cinema come: "Da quando sei nato non puoi più nasconderti" di Maria Pace Ottieri, diventato l'omonima pellicola diretta da Marco Tullio Giordana, unico titolo italiano a Cannes 2005  e "Tre metri sopra il cielo" di Federico Moccia vero e proprio cult per le nuove generazioni.


 


"Alice nella città" quest'anno rappresenta un viaggio alla scoperta della figura dello scrittore danese Hans Christian Andersen nel bicentenario della sua nascita. L'autore sarà omaggiato, in collaborazione con l'Accademia di Danimarca, con proiezioni di film, presentazioni di libri, lettura di fiabe e mostre. In particolare, con la presentazione del libro "La favolosa vita di H.C. Andersen" di Hjortis Varmer e Lillian Progge a cui seguirà l'anteprima nazionale del film "Young Andersen" di Rumle Hammerich che racconta l'incontro tra il vulnerabile diciottenne Hans Christian e il cinico direttore della scuola da lui frequentata.


 


Ogni giorno, inoltre, per tutta la durata del Festival dalle ore 17, sono in programma gli incontri a cura dell'Istituzione Biblioteche di Roma e dell'Associazione Culturale Mi leggi ti leggo che si occupa di diffondere il 'virus' della lettura tra i giovani e che in questa occasione ha dato vita a diverse 'piste di lettura' tra le fiabe di Andersen per bambini di ogni età dal titolo Il filo del racconto. Gli incontri si terranno sulla Scalinata Sala Petrassi dell'Auditorium.



 


 


 


 


 


Tra le novità del festival ci sono due mostre abbinate alle proiezioni e alle presentazioni di libri: "Ole chiudilocchio", quaranta opere inedite di fumettisti e illustratori internazionali dedicate all'opera di Andersen, curata dalla Biblioteca Sala Borsa Ragazzi e da Hamelin Associazione Culturale e organizzata in collaborazione con l'Istituzione Biblioteche di Roma; e "Da cuore a cuore", esposizione, fortemente voluta a Roma dall'Assessorato alle Politiche Educative e Scolastiche del Comune di Roma, sulla figura del maestro, realizzata dall'Assessorato alla scuola della Regione Emilia-Romagna in collaborazione con la cooperativa Giannino Stoppani.


In "Ole chiudilocchio" sono esposti lavori di re-interpretazione delle fiabe di Andersen firmate da Lorenzo Mattotti, famoso per le storie e le copertine su Le Monde, The New Yorker, Das Magazin, Corriere della Sera, a David B., Blutch e Francesca Ghermandi, che di recente ha esposto una personale al Museo dell'Illustrazione di Ferrara e pubblica le sue opere con Einaudi, Javier Olivares, più volte premiato per i suoi fumetti al "Salon de comic de Barcelona"; Stefano Ricci, pittore, grafico, illustratore, fumettista, Franco Matticchio, che ha pubblicato una raccolta di disegni con Nuages ed ha pubblicato ultimamente diverse raccolte di disegni, Anke Feuchtenberger e Markus Huber, tra i più originali disegnatori tedeschi, e Fabian Negrin, uno dei più versatili illustratori in Italia. Alla mostra è legata anche la pubblicazione di un'inedita raccolta di fiabe di Andersen, alcune delle quali raramente proposte a un pubblico di bambini dal titolo L'ombra e altri racconti, pubblicata da Orecchio Acerbo e illustrata da tutti gli autori di Ole Chiudilocchio.


 


"Da Cuore a cuore", invece, racconta il senso della professione dell'insegnante quale vocazione, mestiere e passione, ripercorrendo i passi dei maestri dal passato a oggi prendendo come spunto libri come "Cuore" di De Amicis e il testo di Bianca Pitzorno "Ascolta il mio cuore".


La mostra propone inoltre i maestri raccontati dal cinema attraverso il cortometraggio di 30 minuti dal titolo "Il cinema insegna. Scene di maestri e professori" a cura di Giovanni Galavotti, che riunisce in un'ideale aula insegnanti come il maestro Perboni dei "Cuore" televisivi e il professor Keating de "L'attimo fuggente"; gli insegnanti del liceo di "Amarcord" e la maestrina cinese della pellicola di Zhang Yimou "Non uno di meno". C'è anche il professor Huguet di "Zero in condotta" e Alberto Sordi nei panni del maestro di Vigevano. In tutto circa 20 film – montati come a scandire il passaggio da un trillo di campanella a un altro – per vedere la scuola con gli occhi del cinema.


 


 


 


 


 


 


 


Festival Alice nella città                                                                                                    p. l'ufficio stampa


Via Benaco, 500199 Roma                                                     l'agenzia – risorse per la comunicazione


Tel. 06.85304966                                                                                                                     Francesca Martinotti


www.alicenellacitta.com                                                           con la collaborazione di  Paolo Le Grazie


                   Tel. 06 80692424, Fax 06 80669906

                                                                              e-mail: spettacoli@lagenzia.it

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8