All Flowers In Time: l'istante magico di Jonathan Caouette

 All Flowers In Time di Jonathan Caouette - il poster

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

----------------------------------------------------------------

 

Torna Jonathan Caouette (Tarnation: chi non lo ha visto si regali una sorpresa) amato da Gus Van Sant e John Cameron Mitchell, con All Flowers In Time – come la canzone di Jeff Buckley – "Tutti i fiori, con il tempo, tendono verso il sole" – cortometraggio visionario interpretato da Chloë Sevigny acclamato al 48° New York Film Festival (24 settembre -10 ottobre) e presente nella sezione sperimentale L'instant magique al 39° Festival du Nouveau Cinema di Montreal (13 – 24 ottobre).

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------

Nel 2003 Caouette, texano, sconosciuto, esce allo scoperto con la sua sorprendente opera sperimentale costata solo 218 dollari, commovente atto d'amore verso una bellissima madre perduta tra elettroshock e farmaci. Centinaia di sequenze in super8 filmate fin da bambino, riassemblate insieme a registrazioni telefoniche, poesie, filmini di famiglia. Il film ha vinto premi in tutto il mondo.

Oggi Caouette ha 37 anni, lo scorso anno ha diretto All Tomorrow's Parties, documentario con Patti Smith, Iggy Pop, Sonic Youth, Portishead, Daniel Johnston, Micah P. Hinson, Shellac, The Mars Volta, Belle And Sebastian, Nick Cave. Il legame di Caouette con la musica è molto forte: anche in Tarnation molti brani dei suoi artisti preferiti (gruppi della storica 4AD, Cocteau Twins, Low, Red House Painters, Iron & Wine) dialogano perfettamente con la vera storia della sua vita.

Aspettiamo il ritorno di Caouette al lungometraggio: per ora sta lavorando a Everything Somewhere Else, adattamento del romanzo surrealista spagnolo Todo en otra parte, oltre che a un film coscritto da David Henry Hwang (M. Butterfly di David Cronenberg) e prodotto da Howard Gertler (Shortbus). Jonathan sta anche preparando un documentario  sui bambini gravamente traumatizzati e una collaborazione con Zoe Cassavetes, filmaker figlia di John.

La sinossi di All Flowers In Time è solo un cenno: un'energia maligna si diffonde attraverso uno show televisivo olandese, costringendo donne e bambini a convincersi di potersi trasformare in altre persone e in creature mostruose. Produce la canadese Phi (il potente Incendies di Denis Villeneuve, il corto di Pedro Piras Danse macabre).

Ecco il breve inquietante teaser:

 

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 Se rimosso, visibile anche qui o sul sito ufficiale del film