All your Covid – cronache dalla virusfera #5

Quinto appuntamento. Tutto prosegue come fosse una massa indistinta. Dobbiamo ammettere di essere confusi, non ricordiamo più a che giorno di quarantena siamo arrivati, né che giorno è della settimana.

Nel parco qui davanti non si può accedere, ma ci sono conigli che rosicchiano fili d’erba e arrivano, scivolando tranquilli, fin quasi al marciapiede. Di fronte alla transenna una signora guarda il paesaggio. Sola e senza mascherina, respira a pieni polmoni ed esclama: “Che pace!”

Intorno alle 18 non si sente più l’inno di Mameli dai balconi come nei primi giorni. Girando l’angolo è possibile continuare a leggere lo slogan “andrà tutto bene” agli ingressi di quei supermercati e alimentari che sono aperti e incassano. Chi ha chiuso, non può permetterselo.

Buone letture…. Si salvi chi può!

 

#1 La lotta al virus in Asia tra biopolitica digitale e psicopolitica digitale. Avvenire pubblica una riflessione del filosofo Byung-Chul Han (che attacca Zizek!)

#2 Anarchy in the UK. In Gran Bretagna alcune torri 5G sono state incendiate. La polizia indaga.

#3 Out of Time. Matteo De Giuli su Not ci parla di diari, di taccuini perduti, di Borges, ma soprattutto della distorsione del tempo durante la quarantena.

#4 Pandemia ed eterotropia. Recuperare la lezione di Focault ai tempi del virus, perché “nel vuoto avvengono le cose”! Su Il Manifesto.

#5 Il direttore della Mostra del cinema di Venezia Alberto Barbera per ora continua a preparare l’edizione 2020 ed elenca possibili scenari futuri.

#6 Per un socialismo del disastro. Jerome Roos su Jacobin a proposito della crisi economica che verrà e sui nuovi modelli da seguire.

#7 Martiri, eroine, guerriere. Alessandra Colarizzi ci racconta il ruolo delle donne cinesi e dell’iconografia femminile nella lotta al virus. Da Il Tascabile.

#8 Abbiamo aperto un’intera sezione sulle cronache ai tempi del Covid-19. Trovate tutto quello che abbiamo pubblicato su Sentieri Selvaggi, compresa la virusfera.

#9 Come deviare sul singolo cittadino «indisciplinato» la responsabilità dei disastri fatti dalla classe dirigente. Wu Ming su terrore a mezzo stampa e foto taroccate.