Alla vita, di Stéphane Freiss

Un’opera leggera e mai banale che mette sotto esame due tipi differenti di estremismo e illusione che solo nel contatto riescono a trovare un fugace momento di libertà

-----------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI: APERTE LE ISCRIZIONI ANNO 2022-23


-----------------------------------------------------------

Alla vita è l’esordio alla regia dell’attore francese Stéphane Freiss che sotto il sole cocente della Puglia ci racconta tutte quelle zone d’ombra presenti nella vita di persone nascoste sotto il velo dell’illusione. Persone come i componenti della famiglia Zelnik e persone come Elio interpretato da Riccardo Scamarcio.
È l’ennesimo pellegrinaggio estivo della famiglia ebreo-ortodossa degli Zelnik che ogni estate parte verso il sud Italia per la festa delle capanne, il Sukkot, dove si raccolgono i cedri, sacri per la tradizione ebraica che Dio stesso ha sparso in giro per il mondo. Il frutto più bello secondo la religione e che deve seguire delle regole rigide affinché la sua purezza non venga corrotta. Il cedro diventa quindi metafora di uno stile di vita rigido da parte di una comunità che pone parecchi limiti ai suoi fedeli. Limiti che però non riesce più ad accettare Esther, ragazza ebrea di 26 anni che pian piano si sta sempre più allontanando dalla propria comunità sentendosi ingabbiata in uno stile di vita che non ammette libertà e spensieratezza. Dall’altra parte, faccia della stessa medaglia, è Elio De Angelis che nonostante non faccia parte di quel mondo si è anche lui ritrovato ad auto-imporsi delle limitazioni. Alla morte del padre ha deciso di abbandonare la propria attività di gallerista a Roma per trasferirsi in Puglia e badare alle proprietà terriere di famiglia. Questo lo ha portato a separarsi dalla moglie e, soprattutto, a rinunciare all’affetto dei figli che ormai non riesce più a frequentare come un tempo.

----------------------------
OPEN DAY SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI

----------------------------

Il personaggio di Elio sembra uno di quei personaggi usciti da una novella verghiana che per un dovere morale superiore sente l’obbligo di ritornare a sistemare i pezzi del proprio passato, anche quando ormai tutto è andato in frantumi. Non riuscirà mai però a rimettere in sesto la sua barca di lupini e si ritroverà schiavo di un passato che nel frattempo gli ha complicato tutto ciò che era riuscito a costruirsi nel presente.
Sia Esther che Elio sono rimasti ingabbiati e solo insieme, nei brevi momenti di lucida follia e spensieratezza, riusciranno a fare un ritorno alla vita. Come Bonnie e Clyde, come fuorilegge che rompono le regole rigide che gli hanno imposto, o che si sono auto-imposti nel caso di lui, riusciranno a compiere un viaggio interiore che li porterà a cambiare provando sensazioni che non provavano da fin troppo tempo. Ma come in tutti i viaggi fuorilegge c’è sempre una sparatoria sul finale che pone fine all’idillio. Nel caso del film di Freiss quelle pallottole sono la presa di coscienza dei due personaggi alla fine del soggiorno di lei. Una volta finita la loro Partie de campagne faranno ritorno alla solitudine con l’unica consapevolezza di esser stati per un momento vivi. Ed è solo allora che riusciranno, come Elio, a tornare a guardare il mare, lontano come un miraggio, ma per un attimo così vicino.

Titolo originale: Tu choisiras la vie
Regia: Stéphane Freiss
Interpreti: Riccardo Scamarcio, Lou de Laâge, Pierre-Henry Salfati, Astrid Meloni, Nicola Rignanese, Coraly Zahonero, Anna Sigalevitch, Natacha Krief, Jérémie Galiana, Anaël Guez, Max Huriguen, Haïm Vital Salfati, Liv Del Estal, Fiorenza Tessari, Luigi Diberti
Distribuzione: Vision Distribution
Durata: 100′
Origine: Italia, Francia, 2022

La valutazione del film di Sentieri Selvaggi
3
Sending
Il voto dei lettori
4.33 (3 voti)
--------------------------------------------------------------
Le Arene estive di Cinema a Roma

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative



    Rispondi

    Contenuto non disponibile
    Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"