Allerta sanitaria: le situazioni di Seeyousound, FESCAAAL e BFM

A causa dell’attuale allerta sanitaria molti degli eventi, delle uscite in sala e dei festival cinematografici hanno subito interruzioni o posticipazioni.

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------
Il Festival del cinema Africano d’Asia e America Latina sarà posticipato, come la maggior parte degli eventi della città di Milano, della Lombardia e di tutto il Nord Italia.
La 30° edizione del FESCAAAL non si terrà più dal 21 al 29 marzo, ma sarà spostato dal 2 al 10 maggio 2020.
Non abbiamo dubbi sui motivi per cui facciamo da 30 anni il FESCAAAL: per le registe e i registi dai continenti che vogliamo raccontare e per il nostro pubblico, quello affezionato che ci segue dalla prima edizione e quello nuovo, che incontriamo ogni anno edizione dopo edizione – dichiarano Alessandra Speciale e Annamaria Gallone, direttrici artistiche del FESCAAAL – Non potevamo sopportare l’idea di non poter riuscire a garantire un pieno svolgimento del 30° Festival nel suo tradizionale clima di festa e condivisione. Per questo, abbiamo deciso di posticipare, per realizzare l’edizione speciale che abbiamo promesso e collaborare con le istituzioni in questo momento difficile per la nostra città, con senso civico e responsabilità. È stata una decisione difficile da prendere, come arrestare un treno in piena corsa, e ci auguriamo che la situazione si ristabilizzi a breve.
Anche la 38° edizione di Bergamo Film Meeting sarà posticipata. A giorni saranno comunicate le date di spostamento del festival e la nuova data del concerto in anteprima degli Asian Dub Foundation, che era previsto il 6 marzo al Teatro Sociale, come apertura della rassegna cinematografica.
Le conseguenze dello spostamento del Festival, che si terrà con tutta probabilità l’ultima settimana di maggio, saranno sicuramente pesanti, soprattutto sul piano economico; molte delle spese già sostenute, ad esempio, non sono rimborsabili, neppure per cause di forza maggiore. Si cercherà, in ogni caso, di rispettare al meglio il programma previsto, salvo le modifiche che si renderanno necessarie, ma non escludiamo anche piccole ma significative sorprese.
In questo momento non facile confidiamo nel sostegno del nostro pubblico, una scelta che interpretiamo come un promettente atto di fiducia.
La VI edizione del SeeYouSound Torino Music Film Festival – già in partenza dal 21 febbraio con ospite Julien Temple – si è dovuta interrompere dopo soli tre giorni dall’inaugurazione.
L’interruzione ha messo a dura prova Seeyousound, ma grazie alla solidarietà del pubblico di appassionati e dei colleghi del settore culturale, è nata una campagna di sostegno crowdfunding, con la speranza di far ripartire presto il festival.
Chiunque può sostenere la donazione a questo link. http://bit.ly/Support_SYS
Inoltre il direttore Carlo Griseri e i curatori delle sezioni competitive hanno deciso comunque di consultare i giurati e dare il giusto riconoscimento alle opere considerate meritevoli.
Sono stati quindi assegnati i premi per le categorie Miglior Lungo di Fiction, Miglior Documentario, Miglior Videoclip e miglior Corto.
Ecco i premi assegnati:
BEST FEATURE FILM “FRANCESCA EVANGELISTI 2020 assegnato a To Live To Sing di Johnny Ma (Cina/Francia/Canada, 2019, 105’).
MENZIONE SPECIALE: Days Of The Bagnold Summer di Simon Bird (Regno Unito, 2019, 86’).
BEST DOCUMENTARY FILM 2020 a Daniel Darc – Pieces Of My Life di Marc Dufaud e Thierry Villeneuve (Francia, 2019, 101’)
MENZIONE SPECIALE: The Changin’ Time of Ike White, di Daniel Vernon (Stati Uniti/Regno Unito, 77’)
BEST SHORT FILM 2020 a La Chanson di Tiphaine Raffier (Francia, 2018, 31′)
MENZIONE SPECIALE: Journey Through a Body di Camille Degeye (Francia, 2019, 32′)
BEST MUSIC VIDEO NICOLA RONDOLINO 2020 a Joseph in the Bathroom (Sam Tudor)  di Lucas Hrubizna (Canada, 2019, 4’38’)
MENZIONE SPECIALE: Natural Born Killers (James Massiah) di Ian Pons Jewell (Gran Bretagna/Argentina, 2019, 4’55”).