Annunciato da Nintendo Paper Mario: The Origami King

La cancellazione dell’edizione 2020 dell’Electronic Entertainment Expo di Los Angeles, più conosciuta con la sua abbreviazione E3, ha drasticamente ridimensionato i piani organizzativi dell’industria col fatturato più ricco del mondo massmediale. Le grandi case videoludiche, in questi tempi di lockdown mondiale, hanno conseguentemente dovuto ri-adattare le strategie di marketing. È così allora che si spiega la scelta della Nintendo di annunciare a sorpresa sul proprio canale Youtube uno dei giochi più importanti della line-up estiva della consolle Switch. Ecco il trailer di lancio pubblicato il 14 Maggio di Paper Mario: The Origami King, sviluppato da Intelligent Systems ed alla fine del quale si annuncia come il gioco sia già disponibile in pre-order ma giocabile digitalmente e in uscita nei negozi fisici solo dal 17 Luglio in poi.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Paper Mario: The Origami King è l’ultimo episodio dello spin-off della saga Paper Mario in cui i personaggi del mondo dell’idraulico più famoso del mondo appaiono in versione simil-cartacea. Il franchise Paper Mario debutta per la prima volta circa vent’anni fa quando il primo gioco, Paper Mario, arriva in Europa nel 2001 sulla console Nintendo 64 discostandosi da subito dalla natura platform del capostipite per andare a intersecare dinamiche RPG e strategiche. Quest’ultimo episodio segue lo stile estetico del suo predecessore, Paper Mario: Color Splash introducendo alcune migliorie strutturali. Sul sito ufficiale della Nintendo l’interessante trama che da il via alle vicende “Mario e Luigi ricevono un invito dalla Principessa Peach a partecipare a un festival degli origami e si affrettano a raggiungere Toad Town … ma qualcosa non va. Dopo aver indagato sulla città stranamente vuota, la coppia trova una temibile (e piegata) principessa Peach: è stata trasformata in origami da re Olly, sovrano del regno degli origami! Con cinque gigantesche stelle filanti sotto il suo controllo, il re Olly lega il castello della principessa Peach e lo trasporta su una montagna lontana come parte del suo piano per ripiegare il mondo. Nel suo viaggio per liberare il Castello di Peach e riparare il paesaggio di carta devastato, Mario incontra Olivia, la sorella di Re Olly, e le due forze si uniscono per fermare l’assalto degli origami di Olly”.

--------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21st!
--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------
Con una trama ispirata dall’antica arte degli origami, la succitata ibridazione di genere e la continua sperimentazione attuata dalla console Switch non stupisce che Paper Mario: The Origami King voglia rappresentare un’esperienza performativa indimenticabile. Come si vede anche dal trailer che mostra spezzoni di gioco, il design artistico ha colori e dimensioni quasi avanguardistiche, più vicini graficamente al colorato minimalismo degli indie che alla potenza tecnica dei colossi della casa di Kyoto. Questo nuovo capitolo della saga Paper Mario proporrà agli appassionati una coloratissima avventura fatta di combattimenti a turno ed immancabili sezioni open-world ricche di rompicapi e segreti. Le battaglie implementeranno un nuovo sistema di combattimento basato su una piattaforma ad anello in cui i giocatori devono trovare un modo per allineare i nemici per riuscire ad infliggere più danni. Mario avrà inoltre braccia origami estensibili attraverso cui interagire con l’ambiente e, succoso capovolgimento narrativo, potrà in alcuni parti servirsi dell’aiuto di alcuni membri della truppa Koopa come un Bob-omb e perfino del suo arcinemico Bowser.
Immancabili infine gli easter-eggs all’interno di un trailer che dura appena due minuti. Il primo è quello dove Mario indossa il casco di Samus della serie Metroid (sui continui scambi che la Nintendo fa dei suoi personaggi si potrebbero scrivere biblioteche), visibile nel finale dopo la scritta con la data d’uscita. Il secondo è invece davvero una sorpresa dato che riguarda la consolle concorrente e uno dei suoi titoli più famosi appena rifatto in un remake atteso a lungo.
Collegandosi infatti alla comune matrice RPG in un frame si può cogliere una citazione diretta, sottolineata tra l’altro dall’identica linea di dialogo, di Cloud e Barrett versione PS One di Final Fantasy VII!

--------------------------------------------------------------------
LE BORSE DI STUDIO PER CRITICA, SCENEGGIATURA, FILMMAKING DELLA SCUOLA SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------