Aspettando Vice: Succession, la serie prodotta da Adam McKay

In uscita in patria il 25 dicembre, mentre per l’Italia dovremo aspettare il 3 gennaio del nuovo anno, Vice – L’uomo nell’ombra di Adam McKay sta già facendo parlare molto di sé. In concomitanza con l’inizio della stagione dei premi cinematografici, il film con un cast stellare formato, tra gli altri, da Christian Bale, Amy Adams, Steve Carell e Sam Rockwell, ha infatti ricevuto una vera pioggia di nomination ai Golden Globe e ai Critics’ Choice Awards.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------
---------------------------------------------------------------

Chi allora freme dalla voglia di guardare l’ultima impresa dell’autore de La Grande Scommessa I poliziotti di riserva, potrà ingannare l’attesa con Succession, la serie HBO prodotta da McKay stesso, che ha inoltre diretto il primo episodio, insieme al suo “Anchorman” di fiducia Will Ferrell. Lo show è ideato da Jesse Armstrong, la penna dietro The Thick of It, la serie satirica e “scorretta” sul governo britannico. Stavolta, invece, lo scrittore inglese prende di mira la potente classe imprenditoriale americana, attraverso la ricca famiglia protagonista, i Roy, capeggiati dall’ottantenne Logan (Brian Cox), proprietaria di una grande compagnia internazionale, di parchi giochi, canali tv e giornali.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------
La trama prende il via proprio dall’avanzata età del capofamiglia, che lo porterà a riflettere sul futuro della compagnia, la Waystar Royco, nonché a dover prendere la cruciale decisione riguardante il suo successore. Viva e profonda coralità, tra cui brilla un inaspettato Kieran Culkin, terzo figlio di Logan nonché il più spregiudicato e irresponsabile; dialoghi taglienti in pieno stile McKay: questi gli ingredienti più riconoscibili e convincenti della serie. A molti, inoltre, i Roy hanno ricordato i Murdoch, in un paragone piuttosto ironico visto che in Italia Succession è andata in onda proprio su Sky Atlantic, su cui è da poco terminata la prima stagione. Evidentemente Rupert l’avrà presa bene.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"