Babbo bastardo 2, di Mark Waters

Fiacco sequel con Billy Bob Thornton svogliato e idee che latitano. Solo i titoli di coda lo riaccendono. E se si provasse a rivederlo dalla fine?

--------------------------------------------------------------
BANDO BORSE DI STUDIO IN CRITICA, SCENEGGIATURA, FILMMAKING

--------------------------------------------------------------

Sono passati 13 anni ma sembrano secoli. Come i protagonisti di un grande spettacolo di successo che tornano sul palco a riproporre una sua variazione. Ma gli attori sono stanchi e le idee latitano. È un po’ il destino di questo sequel di Babbo bastardo. Che perde tutto l’umorismo cupo e accenna solo a quell senso di solitudine che caratterizzava il film di Terry Twigoff, cineasta molto interessanti fermo da circa 10 anni, dai tempi di Art School Confidential.

--------------------------------------------------------------
OFFERTA DI LUGLIO SULLO SHOP DI SENTIERI SELVAGGI!

--------------------------------------------------------------

Willie Soke si riunisce al suo piccolo socio Marcus con l’obiettivo di svaligiare un ente di beneficienza di Chicago. Ma a loro si aggiunge anche l’invadente madre di Willie, con la quale il figlio ha un pessimo rapporto. E in più di mezzo c’è anche l’attraente Diane, direttrice dell’associazione.

----------------------------
UNICINEMA QUADRIENNALE:SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

babbo-bastardo-2-kathy-bates

La scorrettezza tirata fuori in questo sequel sembra quasi tirata fuori da un vecchio magazzino di una certa commedia statunitense d’inizio anni 2000 di cui Mark Waters è stato (con Quel pazzo venerdì e Mean Girls) uno degli intelligenti portavoci. Ma qui il cineasta si aggrappa a Billy Bob Thornton che sembra ormai solo l’ombra caricaturale di quel personaggio. Il suo cinismo si riduce a dialoghi tipo “non voglio che sputi i polmoni nel mio drink” mentre si rivolge alla madre malata che sta tossendo, dove Kathy Bates vuole mettersi a fare a gara col protagonista quasi nell’impresa al limite dell’impossibile di rubargli la scena.

Le luci del Natale non sono stordenti. Il ritmo è quello di un  vecchio varietà stanco, ormai fuori moda, che non ha neanche un fascino vintage. E che sommerge anche le potenziali invenzioni. In una i Babbo Natale si moltiplicano. Trucco vecchio per far disperdere le tracce in molteplici sosia ma ancora funzionante. Ma quella più trasgressiva è nei titoli di coda, stile The Hangover. E se si provasse a far ripartire il film dalla fine?

Titolo originale: Bad Santa 2

Regia: Mark Waters

Interpreti: Billy Bob Thornton, Kathy Bates, Tony Cox, Christina Hendricks, Brett Kelly, Octavia Spencer

Distribuzione: Kch Media

Durata: 92′

Origine: Usa 2016

----------------------------
SCUOLA DI CINEMA TRIENNALE: SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative