Bastards of Hitch: sei film influenzati dal maestro della suspense

Bastards of Hitch: sei film influenzati dal maestro della suspense

 

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

----------------------------------------------------------------

MUBI, la community dei cinefili di tutto il mondo, dedica una rassegna estiva alle influenze del cinema di Alfred Hitchcock su sei titoli selezionati da Ben Simington, proiettati al 92YTribeca di New York in pellicola 35mm a partire dal 3 agosto: sei film, come una breve mappa emozionale e stilistica per ricordare l'impatto che lo sguardo di Hitch ha esercitato sulla contemporaneità.

La selezione di Bastards of Hitch:

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------

Don't Look Now (1973) di Nicholas RoegLast Embrace (1979) omaggio dichiarato in cui Jonathan Demme trascina l'agente Harry Hannan (Roy Scheider, che secondo il regista poteva essere l'Humphrey Bogart degli anni '70) in un vortice di paranoia;

Magic (1978) di Richard Attenborough, scritto da William Goldman, rivisitazione di Psycho in cui al fantasma oppressivo della madre si sostituisce quello sboccato e perverso del manichino di Anthony Hopkins;

Don't Look Now (1973) di Nicholas Roeg, capolavoro di montaggio uscito in Italia come A Venezia… un dicembre rosso shocking, adattato da un racconto omonimo di Daphne du Maurier (dai cui testi Hitch trasse Rebecca, Jamaica Inn e Gli uccelli);

Phase IV (1974) unico lungometraggio diretto da Saul Bass, celebre autore dei titoli di testa e dei poster per i film di Hitch, che sostituisce allo sciame di uccelli una colonia di formiche guidate da un'intelligenza misteriosa e razionale;

The Game (1997), un gioiello di David Fincher che combina "colpi di scena inaspettati e humor impassibile con l'immacolata spettacolarità formale di un classico di Hitchcock";

Due film su Alfred Hitchcock in lavorazionee infine, Dressed to Kill (1980) di Brian De Palma, che sposta l'iconografia di Psycho all'interno della metropoli, New York, carica allo stesso tempo della promessa del romanticismo e della minaccia della violenza.

Qualche giorno fa MUBI segnalava un intervento di Jim Sinclair, direttore artistico della Pacific Cinémathèque, sul lavoro di Alfred Hitchcock per la televisione, ancora sottovalutato: Alfred Hitchock Presents (video).

Intanto sono in lavorazione The Girl, film tv coprodotto da BBC e HBO dedicato all'ossessione del regista per una delle sue muse, Tippi Hedren, e Alfred Hitchcock and the Making of Psycho (basato sul periodo in cui il maestro realizzà uno dei suoi film più importanti, recentemente riedito in una bella edizione in Blu-Ray) ora ribattezzato semplicemente Hitchcock, diretto da Sacha Gervasi, con Anthony Hopkins, Scarlett Johansson, Jessica Biel, Danny Huston, Helen Mirren e Toni Collette.