#Berlinale70 – Ecco Berlinale Series 2020

A tre anni dalla sua inaugurazione sembra che quest’anno la sezione Berlinale Series sia riuscita a farsi finalmente crocevia delle tendenze più sperimentali delle serie Tv. Il programma della sezione che anche quest’anno si svolgerà nello Zoo Palast di Berlino dal 24 al 27 febbraio infatti non si limita a portare i prodotti dei principali network internazionali (Netflix, BBC2, Australian Broadcasting Corporation) ma presenta le prime sortite di grandi nomi del cinema nel mondo dello streaming a pagamento, ri-attualizza figure storiche e cesella allo stesse tempo alcuni prodotti di genere.

In linea con la diversità del programma, anche le forme di presentazione variano: la serie di apertura Freud verrà mostrata con tre episodi di 55 minuti. Athina Rachel Tsangari presenta Trigonometry come una mini serie in cinque parti. La prima serie di cortometraggi Sex può essere vista nella sua interezza. Il progetto però più interessante sulla carta è sicuramente The Eddy, creato da Jack Thorne, vincitore di un premio BATFA per This Is England, e che vede soprattutto come produttore esecutivo e regista dei primi due episodi Damien Chazelle che dopo la parentesi di First Man torna a narrare un’altra storia ambientata nel mondo della musica. Ambientata in una Parigi multiculturale e pericolosa, la storia di The Eddy ruota intorno ad un jazz club parigino e racconta le vicende del suo proprietario, della band che vi suona stabilmente e della città caotica che circonda i protagonisti. Gestito da Farid (Tahar Rahim), uomo d’affari fino al midollo, e da Elliot (André Holland), che dei due è il purista, il circolo jazz su cui è incentrata la serie sta vivendo un momento di crisi. Pianista di talento, Elliot ha lasciato la sua vita a New York per stabilirsi in Francia, ma il suo passato gli si presenta alla porta con l’arrivo a Parigi di sua figlia Julie (Amandla Stenberg). Dopo una produzione travagliata (il progetto era stato annunciato già nel 2017 e solo l’arrivo di Netflix è riuscito a portarlo a compimento) vedremo se Chazelle, pur correndo il rischio di essere settorializzato in quel genere, farà di nuovo centro con un dramma musicale.

Altra serie molto attesa è Stateless, prodotta da Cate Blanchett insieme al marito Andrew Upton e che andrà in onda anche sull’Australian Broadcasting Corporation. La serie è sceneggiata da McCredie e Belinda Chayko, lo showrunner del dramma Safe Harbor per i richiedenti asilo del 2018, e sarà diretto da Jocelyn Moorhouse e Emma Freedman di The Dressmaker. Girata nel sud dell’Australia, nei suoi sei episodi racconterà la vita di quattro personaggi le cui strade si incroceranno quando dovranno fare i conti col sistema d’immigrazione australiano e saranno chiusi in uno dei centri di detenzione nel deserto. Interessante il cast che comprenderà nomi di prestigio nell’ambito delle serie tv come Dominic West (The Wire, The Affair) o Yvonne Strahovski, la Serena Joy di The Handmaid’s Tale e il taurino Jay Courtney.

Ultima nota d’attenzione la rivolgiamo alla serie Dispatches from Elsewhere scritta dal redivivo Jason Segel di How I Meet Your Mother. La trama della serie tv ruota intorno alcune persone contattate mediante l’associazione Jeujune Institute, la quale li recluterà appellandoli come “agenti segreti”. L’obiettivo delle persone assunte sarà quello di ritrovare una ragazza scomparsa di nome Clara. A cavallo tra indizi sparsi nella città, eventi misteriosi e teorie complottistiche, i protagonisti cercheranno di capire se lo strano progetto sia uno scherzo, un gioco o un qualcosa di reale.

 

ECCO IL PROGRAMMA COMPLETO:

 

C’est comme ça que je t’aime (Happily Married)
Canada
Creator: François Létourneau
Showrunner: Joanne Forgues
Director: Jean-François Rivard
with François Létourneau, Patrice Robitaille, Marylin Castonguay, Karine Gonthier-Hydman, Sophie Desmarais
Broadcaster: Radio-Canada Télé, Tou.Tv Extra
World premiere
Episodes 1 and 2 of 10, in total 86’

Dispatches from Elsewhere
USA
Creator: Jason Segel
Directors: Jason Segel (Ep. 1), Wendey Stanzler (Ep. 2)
with Jason Segel, Eve Lindley, Sally Field, André Benjamin, Richard E. Grant
Broadcaster: AMC
World premiere
Episodes 1 and 2 of 10, in total 120’

The Eddy
France
Creator: Jack Thorne
Directors: Damien Chazelle (Ep. 1-2), Houda Benyamina (Ep. 3-4), Laila Marrakchi (Ep. 5-6), Alan Poul (Ep. 7-8)
with André Holland, Joanna Kulig, Amandla Stenberg, Tahar Rahim, Leila Bekhti, Adil Dehbi, Benjamin Biolay
Broadcaster: Netflix
World premiere
Episodes 1 and 2 of 8, in total 136’

Freud
Austria / Germany / Czech Republic
Director: Marvin Kren
with Robert Finster, Ella Rumpf, Georg Friedrich, Christoph Krutzler, Brigitte Kren, Anja Kling, Philipp Hochmair, Noah Saavedra
Broadcaster: ORF, Netflix
World premiere
Episodes 1-3 of 8, in total 167’

Mystery Road 2
Australia
Creator: Ivan Sen
Directors: Warwick Thornton, Wayne Blair
with Aaron Pedersen, Jada Alberts, Sofia Helin, Callan Mulvey
Broadcaster: Australian Broadcasting Corporation
World premiere
Episode 1 and 2 of 6, in total 110’

Sex
Denmark
Creator: Clara Mendes
Director: Amalie Næsby Fick
with Asta Kamma August, Jonathan Bergholdt Jørgensen, Nina Terese Rask, Sara Fanta Traore
Broadcaster: TV 2 Denmark
International premiere
Complete short-form series, 6 episodes, in total 77’

Stateless
Australia
Creators: Cate Blanchett, Elise McCredie, Tony Ayres
Directors: Emma Freeman (Ep. 1-3), Jocelyn Moorhouse (Ep. 4-6)
with Yvonne Strahovski, Jai Courtney, Asher Keddie, Fayssal Bazzi, Dominic West, Cate Blanchett
Broadcaster: Australian Broadcasting Corporation
World premiere
Episode 1 and 2 of 6, in total 107’

Trigonometry
United Kingdom
Creators: Duncan Macmillan, Effie Woods
Directors: Athina Rachel Tsangari (Ep. 1-5), Stella Corradi (Ep. 6-8)
with Ariane Labed, Thalissa Teixeira, Gary Carr
Broadcasters: BBC2, HBO Max (USA)
World premiere
Episodes 1-5 of 8, in total 220’

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *