#Berlinale2017 – La Fantascienza è il tema della nuova Retrospettiva

Future Imperfect. Science • Fiction • Film questo sarà il titolo della Retrospettiva della Berlinale 2017 (9-17 Febbraio) che quest’anno sarà dedicata ai film di fantascienza, dai classici del passato alle introvabili produzioni provenienti dal Giappone e dal centro Europa. “La fantascienza è uno dei generi cinematografici con più successo commerciale. I mondi possibili sulla Terra e nello spazio aprono un vasto campo di applicazione per le domande sulla visione comune e sulle paure. Così come uno specchio per il dibattito pubblico della società, i film di fantascienza sono di enorme attualità” ha dichiarato nella presentazione del programma il direttore del festival Dieter Kosslick. In totale saranno 27 i film selezionati per questa sezione che negli anni ha raccolto un forte gradimento del pubblico del festival della capitale tedesca.

Tra le pellicole scelte quelle che indagano la distopia, tra pessimismo e visioni ambigue dei confini della realtà, saranno: Soylent Green (dir: Richard Fleischer, USA 1973), il celebre adattamento dal capolavoro di George Orwell 1984 (dir: Michael Anderson, UK / USA 1956) e O-bi, o-ba: Koniec cywilizacji (O-bi, O-ba: The End of Civilization, dir: Piotr Szulkin, Polonia 1985). Mentre per quanto riguarda il tema della scoperta dell’altro, dell’alieno rispetto alla conoscenza naturale del mondo, sono stati scelti, tra gli altri, Himmelskibet (A Trip to Mars), film danese muto del 1918 diretto da Holger-Madsen, Uchūjin Tōkyō ni Arawaru (Warning from Space, dir: Kōji Shima, Giappone 1956) ed il recente Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo di Steven Spielberg. A breve sul sito ufficiale della manifestazione sarà presente l’elenco dell’intera selezione dei film con allegato il calendario delle proiezioni per il pubblico berlinese.