BFM35 – Omaggio a Jean-Claude Carrière a Bergamo ed eventi collaterali

Nell’ambito della 35sima edizione del Bergamo Film Meeting, che si svolgerà dall’11 al 19 marzo, oltre alla già annunciata retrospettiva al pluripremiato regista ceco Miloš Forman, ai costumi di Theodor Pištěk e al percorso sul nuovo cinema contemporaneo con EUROPE, NOW!, la rassegna cinematografica bergamasca vedrà quest’anno anche un Omaggio allo sceneggiatore Jean-Claude Carrière.
Figura eclettica di sceneggiatore cinematografico e televisivo, scrittore, collezionista di aneddoti e pillole di saggezza scovati tra le varie culture del pianeta, saggista, fantasista della parola, poeta. Il suo esordio nel cinema risale al 1963 e dal 1964 comincia una proficua e entusiasmante collaborazione con Luis Buñuel, per il quale scrive diverse sceneggiature, tra cui quelle di Il diario di una cameriera (1964), Bella di giorno (1967), La via lattea (1969), Il fascino discreto della borghesia (1972), Quell’oscuro oggetto del desiderio (1977). Carrière ha lavorato per autori come Pierre Étaix, Marco Ferreri, Louis Malle, Jean-Luc Godard, Volker Schlöndorff, Andrzej Wajda, Peter Brook, Philippe Garrel e Miloš Forman. Tre film intersecano le avventure cinematografiche di Forman e Carrière: Taking Off (1971), Valmont (1989) e L’ultimo inquisitore (2006). Nel 1963 vince l’Oscar per il miglior cortometraggio con Heureux Anniversaire di Pierre Étaix. Nel 2015 gli viene assegnato l’Oscar alla carriera, e nel 2016 il Lifetime Achievement Award, assegnatogli dall’European Film Academy per il complesso della sua opera.
Come indicato nel comunicato stampa della rassegna “la scrittura di Carrière è fortemente segnata dal suo rapporto con il surrealismo, ma è anche intrisa di sottile e pungente ironia, mai tenera nei confronti del potere e delle sue istituzioni, sempre provocatoria verso le convenzioni e l’ideologia borghesi”. La retrospettiva proporrà 18 film sceneggiati o diretti da Jean-Claude Carrière.

---------------------------------------------------------------
Ecco il nuovo Sentieriselvaggi21st #10: CYBERPUNK 2021, il futuro è arrivato

---------------------------------------------------------------

Tra gli altri incontri collaterali del Festival: la collaborazione con GaMeCinema, che propone quest’anno le riscoperte di La terza rincorsa (Ungheria 1973) di Péter Bacsó e Mozart e Salieri (URSS/Lettonia, 1962) di Vladimir Gorikker, proveniente dal Fondo Cinematografico Nino Zucchelli; l’anteprima di Infedelmente tua di Preston Sturges (USA, 1948), che tornerà sul grande schermo dal 30 marzo distribuito da Lab 80 film; l’appuntamento con la Fantamaratona venerdì 17 con In compagnia dei lupi (1984) e L’uomo lupo (1941); le proposte di Kino Club per bambini e ragazzi; infine la sezione BFM Daily Strip – il festival a fumetti, con cinque tra i migliori illustratori italiani e le loro strisce quotidiane, che culminerà con la mostra  di Davide Toffolo Gli anni ’90 a colori – Le prime storie a fumetti di Davide Toffolo, oggi. Inoltre, come ormai di consueto, l’immancabile passaggio di testimone con la rassegna del Bergamo Jazz, che domenica 19 proporrà la proiezione del film Nowhere To Go (1958) di Seth Holt, musicato dal trombettista Dizzy Reece, e una doppia performance del trio Tino Tracanna (sassofono), Walter “Bonnot” Buonanno (live electronics) e Roberto Cecchetto (chitarra).

---------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative