BLOG – Lanzetta: una vita on the road


Peppe è l’unico che può scrivere un romanzo sulla camorra senza che ciò mi scandalizzi, mi mandi su tutte le furie, mi faccia diventare paonazzo per la rabbia. Continua sul Blog STORY di Demetrio Salvi

---------------------------------------------------------------
IL NUOVO SENTIERISELVAGGI21ST #9


---------------------------------------------------------------
La camorra è un cancro e la narrativa, quella colta e borghese, quella dei figli di papà, quella delle case a Posillipo, fa bene a restarne fuori. Peppe no. Solo lui poteva mettere assieme il più squinternato dei documentari sulla 167 e su certi suoi personaggi, solo lui poteva scendere nelle viscere della terra e dell’inferno, e tornare su senza un graffio, senza una puntura (Hotel Desperado – cercatelo nel web e date uno sguardo al suo sito: http://www.peppelanzetta.it/).
Un suo spettacolo s’intitola, se non sbaglio, “Dalla mia casa non si vede Capri”. Ed è vero. Ma non si vede neppure Ischia o Procida. Proprio il mare non si vede. Eppure avrebbe potuto cavalcare l’onda, mettersi l’anima in pace, vestire (sempre) con giacca e cravatta invece di andare alle feste (con Abel Ferrara) in calzoncini corti e camicia hawaiana.
Finisce così che in queste quasi 140 pagine, mette assieme passato e presente, vaga nella sua storia personale, traccia coordinate preziose per capire, un poco, cosa vuol dire Napoli, cosa vuole questa città, mette a nudo personaggi improbabili e tragicamente veri, fa i conti con le sorti di una vita – e sono conti che non tornano mai.
La sua voce, calda e potente, non ha nulla a che vedere col fraseggio composto degli scrittori di corte, non si nutre di aggettivazioni composte e costumate, non si nasconde dietro a metafore utili a far capire quanto si è bravi a scrivere. Snocciola quella cosa orribile che si chiama verità, ce la butta addosso per farci capire e sentire meglio l’odore, la consistenza, il fastidio. La sua voce è quella di un intero popolo sofferente – e, per questo, mi riesce difficile scindere lo scrittore dalla città.

CONTINUA A LEGGERE

---------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative