BLOG – Tu chiamale se vuoi…elezioni (2.0, però!)

Tsunamitour Parma

Poco meno di due anni fa, nel post Democrazia 2.0 (Lady Gaga for President ?) segnalavo questo curioso parallelismo:

Per il nostro Paese il momento simbolico ha la data del 13 giugno 2011, appunto anno settimo del web 2.0 .  C’è un dato numerico sui referendum del 12/13 giugno che è incredibile, perché al di là delle percentuali di affluenza o di voto, i numeri “reali”, ovvero le persone, sembrano restituire come uno specchio (magari munito degli occhiali scuri del film di Carpenter, Essi vivono…), una nuova realtà.

Dato numero 1: il numero dei votanti SI a questi referendum è di 25.861.483 (è la media dei votanti SI ai 4 referendum).

Dato numero 2: utenti attivi in Italia su Internet, gennaio 2011 fonte audiweb, 25.849.000.

Bene, Febbraio 2013, si vota per le elezioni politiche. Ecco il nuovo dato aggiornato dalla stessa fonte, Audiweb:

38,4 milioni gli Italiani che hanno dichiarato di accedere a internet da qualsiasi luogo e device (da casa, ufficio, da luogo di studio o altri luoghi), pari al 79,6% della popolazione tra gli 11 e i 74 anni. (Fonte Audiweb)

Insomma queste del febbraio 2013 sono le prime vere elezioni italiane dell’era web 2.0. E sono anche le prime che vedono presentarsi un movimento, come quello legato al comico Beppe Grillo, nato e cresciuto e sviluppatosi nella rete.

Ma quello che è davvero interessante è la trasformazione del Movimento Cinque Stelle (mai nome più brutto fu dato a un movimento o partito, anche se certo quel rimando alle classificazioni degli alberghi o dei ristoranti lascia intuire una destinazione di target assai diversa da quella consueta dei movimenti ambientalisti da cui larga parte dei partecipanti sembrano provenire) da “Movimento digitale” in “Corpo analogico”.  Nato nel 2009, sull’onda del successo del blog di Beppe Grillo e dei V-Day, il Movimento si espande attraverso i cosiddetti meetup, e si organizza orizzontalmente utilizzando un sito come quello di Grillo che, al contrario, orizzontale non lo è mai stato.

 

PROSEGUE NEL BLOG DIGIMON(DI)

  • Avatar

    non capisco perché non lo pubblicate tutto qui, che vi cambia? Interessante ma preferisco commentare qui piuttosto che sul blog, è più facile!

  • Avatar

    "Mai nome più brutto fu dato a un movimento o partito", questa è incomprensibile, un nome come questo si vende alla grande nel mercato elettorale, è una geniale scelta di marketing politico. Il liquid feedback serve a non rendere il movimento verticale. Ma lasciate perdere la politica e parlate di film, è meglio.

  • Avatar

    Il nome Movimento 5 Stelle non è dato a caso è l'unione di alcuni dei sette punti su cui si fonda il programma: 1-stato e cittadini, 2-informazione, 3-economia, 4-trasporti, 5-energia.

  • Avatar

    @Vinc e allora perchè non chiamarlo Movimento 7 stelle? Personalmente concordo con l'autore che trova bruttino il nome M5S, anche se è vero che possa funzionare come marketing. Chiacchiari non ha scritto invece (pudore?) di quanto sono brutti i video del m5s e di come nel programma del movimento non sia mai pronunciata la parola CINEMA….

  • Avatar

    @Vink che cos'è il Linquid Feedback? Ma perchè gli attivisti del m5S sono tutti così fanatici e vedono nemici ovunque? A me questo post è parso piuttosto pro che contro…

  • Avatar

    Perché noi del Movimento siamo così fanatici? E' un'onda che si è propagata, probabilmente perché il nostro Capo è un vero Capo Popolo che divora la folla, ammetto che prima del Movimento 5 Stelle il populismo e i capi popolo non sapevo neanche cosa fossero. Ma seguo la politica da anni e solo ora capisco che c'è qualcosa da votare. Il partito perfetto non esiste, il M5S serve più che altro per liberare la testa degli italiani da quello che c'è stato prima, cioè il nulla. Il liquid feedback così funziona: gli utenti sul sito di Beppe Grillo inviano i commenti ai post e alle idee proposte, e loro stessi fanno proposte. Così si costruisce il Programma. Comunque si, a quanto pare alcuni (non tutti) attivisti sono abbastanza fanatici. Il motivo? Appartenenza ad un gruppo militante o forse, semplicemente, gusto per la verità.

  • Avatar

    Caro @Vinc non trovi contraddittorio predicare la libertà di testa e seguire un Capo Popolo? La contraddizione in seno al Movimento Cinque Stelle sta tutta qui: predicare la cosiddetta orizzontalità e praticare la verticalità assoluta. E a me questo non piace. Anche se mi rendo conto che nel panorama politico italiano il resto è davvero invotabile….

  • Federico Chiacchiari
    Avatar

    @Amleto Hai ragione, in effetti ho cercato nel programma del M5S la parola Cinema e non ci sta. Ma forse non è così grave… Un po' di più, forse, che la parola "Cultura" sia presente solo due volte, citata per parlare di televisione e politica sanitaria. L'impressione è che proprio non ci sia una programma culturale del Movimento. Forse è un'occasione aperta… chi lo sa?

  • Grillo Parlante
    Avatar

    Viva il Movimento Cinque Stelle! Vedrete che cambiamento ci sarà nelle prossime settimane! Partecipate, non siate passivi, non aspettate che siano altri a risolvere i problemi!