BLU-RAY – "Apocalypse Now", di Francis Ford Coppola (Special Edition 2 Blu-ray)

Apocalypse Now Blu RayTitolo originale: id.
Anno: 1979 (2001 Redux)
Durata: 147' (195' Redux)
Distribuzione: Universal Pictures
Genere: War Movie
Cast: Marlon Brando, Martin Sheen, Robert Duvall, Frederic Forrest, Albert Hall, Sam Bottoms, Laurence Fishburne, Dennis Hopper, Harrison Ford
Regia: Francis Ford Coppola
Formato Blu Ray/Video: 2.35.01 Anamorfico 1080p
Audio: Inglese in DTS HD 5.1, italiano e giapponese 2.0 DTS HD
Sottotitoli: italiano, danese, olandese, svedese, norvegese, finlandese, portoghese, giapponese
Extra: Commento audio del regista; Conversazione con Martin Sheen; Intervista con John Milius; Fred Roos: il casting di Apocalypse; Apocalypse Then and Now; Cannes Film Festival 2001; La Gang del PBR; Scimmia Sampan; Raccolta di scene aggiunte; La distruzione dell'accampamento di Kurz; La nascita dell'audio 5.1; Il volo dell'elicottero fantasma; La musica di Apocalypse Now; La colonna sonora al sintetizzatore; Il progetto sonoro di Apocalypse Now; Chilometri di film: il montaggio di Apcalypse Now; Il Mixaggio finale; La tavolozza di colori; The Hollow Man recitata da Brando; Cuore di Tenebra: il reading di Orson welles.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
IL BLU-RAY
Apocalypse Now non è un film sul Vietnam, è il Vietnam” diceva un provatissimo Coppola nella travagliata conferenza stampa di Cannes nel 1979. Opera d’arte totale wagneriana,  produttivamente un unicum nella storia del cinema, apice della megalomania autoriale di un’intera generazione di fenomenali cineasti. E, per i 32 anni successivi, semplicemente un film venerato da una sterminata cerchia di cinefili a riprova di un fascino potentissimo e duraturo. Bene, è arrivato finalmente il momento di vedere l’Apocalisse coppoliana  anche nel nuovo formato Blu Ray, e sembra proprio il caso di festeggiare l’evento.Apocalypse Now Blu Ray Sì perché quest’edizione curata dal grande Francis in persona e distribuita dalla Universal Pictures è veramente straordinaria: innanzitutto proponendo finalmente le due versioni del film (quella del 1979 e la Redux del 2001) in un’unica edizione e poi presentando un comparto extra ricchissimo che renderà euforico ogni cultore. Ma procediamo con ordine: il video, presentato nel corretto formato 2.35.01, è stato rimasterizzato in Alta Definizione per l’occasione con la supervisione di Coppola e di Vittorio Storaro. La fotografia pittorica del maestro italiano, tutta incentrata su accesissimi colori (soprattutto i primari), viene qui esaltata al massimo: la cromia è definita e pulita, i neri sono profondi e ogni contrasto è molto ben bilanciato presentando pochissime sbavature. La celeberrima inquadratura dell’entrata in scena di Brando, dall’oscurità alla luce, ritrova tutta la sua potenza significante proprio perché costruita sul più potente dei contrasti. L’audio è presente in formato DTS HD-MA in italiano e giapponese 2.0 e inglese 5.1 (solo in originale però per la versione Redux) ed è inutile dire che è di gran lunga preferibile la traccia audio originale che risulta decisamente più pulita e potente di quella italiana. Comunque un ottimo lavoro anche su questo versante considerando l’età del film.
E veniamo al sontuoso pacchetto extra: impreziosito innanzitutto dal commento audio del regista per tutta la durata del film (e in tutte e due le versioni). Ed è veramente sempre impagabile sentir parlare Coppola delle sue creature: un’inesauribile fonte di aneddoti e retroscena unita a profonde riflessioni su se stesso e sul film. Poi, nel secondo disco, una lunga intervista che lo stesso Coppola fa al grande John Milius, sceneggiatore e primo promotore del progetto, che racconta la travagliata genesi della sceneggiatura basata su un'idea nata sui banchi del college (e scritta addirittura a mano in prima stesura!) e di come sia passata dalle sue mani, a quelle di George Lucas e infine portata sullo schermo da Coppola nel John Milius1979. Poi un'altra lunghissima conversazione con Martin Sheen, che sostituì in corsa Harvey Keitel nel ruolo di Willard e che qui ricorda con commozione tutta la sua insicurezza iniziale nell’approcciare un ruolo e un set così complesso. Poi un documentario sul casting, 4 special sull’aspetto sonoro del film, 2 sul montaggio (spicca ovviamente il contributo di Walter Murch) e ben 12 scene eliminate. E ancora una scena cosiddetta “perduta” (quella degli indigeni che cantano Lith My Fire dei Doors) e in più la mitica scena del finale alternativo con la distruzione del campo di Kurz accompagnata dal commento del regista. Poi l'intervento integrale di Coppola insieme a Roger Ebert al festival di Cannes 2001 per la presentazione della versione Redux. Ancora profili e interviste con gli altri attori e qualche riflessione ulteriore sulla versione lunga del 2001. E veniamo alle due chicche assolute: Marlon Brando che recita The Hollow Man di T.S. Elliot su immagini girate sul set (anche dallo stesso Brando) e ancora la regitrazione originale della voce di Orson Welles in un programma radiofonico del 1938 dedicato a Heart Of Darkeness di ben 36 minuti. Insomma, una babele di materiale che travolge e soddisfa in pieno lo spettatore e che miracolosamente non risulta mai inutile o ridondante, aiutando a sviscerare meglio quello che nel tempo è diventato un vero e proprio monumento nella breve storia del cinema. This is the end my friend…
 
 

 

  • mariano cirino
    Avatar

    ma qual'è la differenza con l'edizione in blu ray precedente, quella con 3 dischi?
    Grazie

  • Avatar

    prima di questa non esistevano edizioni in Blu Ray…ora ne sono uscite 2: questa che è la standard e poi una con 3 dischi (in edizione limitata) con in più il documentario di Eleanor Coppola HEART OF DARKNESS.