Blu-ray – “Ip Man 2”, di Wilson Yip

Ip man 2Dopo il successo di Ip Man, il regista Wilson Yip riporta sullo schermo la storia di uno dei più famosi maestri di arti marziali cinesi che ebbe come allievo Bruce Lee. Il film celebra non tanto la vittoria del kung fu sulla boxe occidentale, quanto uno stile di vita improntato alla difesa della dignità e del proprio onore, insegnando il rispetto per gli esseri umani, a qualunque razza essi appartengano. Forse sono proprio questi aspetti a rendere la storia universale e più vicina a un pubblico internazionale. Un blu-ray Far East Film/CG Home Video

Ip man 2Titolo originale: Yip Man 2
Anno: 2010
Durata: 109’
Distribuzione: Far East Film/CG Home Video 
Genere: Azione
Cast: Donnie Yen, Lynn Hung, Sammo Hung, Simon Yam, Huang Xiaoming, Siu-Wong Fan, Kent Cheng, Darren Shahlavi
Formato Blu-ray/Video: HD 1080 24p 16/9
Audio: DTS-HD Master Audio 5.1 italiano, cantonese; DD 2.0: italiano, cantonese; DD 5.1: italiano, cantonese
Sottotitoli: italiano, italiano per non udenti
Extra: “Ip Man incontra l’Occidente”: intervista a Valerio Guslandi; Making of; Gala Premiere; Teaser; TV Spot; Dietro le quinte delle scene principali; Shooting Diaries; Scene tagliate; Interviste al regista Wilson Yip, a Donnie Yen, al regista delle scene d’azione e interprete Sammo Hung; Trailer della Linea Far East
 

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------

Il FILM
Dopo il successo di Ip Man, il regista Wilson Yip riporta sullo schermo la storia di uno dei più famosi maestri di arti marziali cinesi che ebbe come allievo Bruce Lee. In questo secondo capitolo, ambientato all’inizio degli anni ’50, Ip si trasferisce a Hong Kong, dopo esser fuggito da Foshan insieme alla famiglia. Qui apre una scuola di Wushu per insegnare ai più giovani il Wing Chun. Ma la città è sotto il protettorato inglese e i maestri di arti marziali sono costretti a scendere a compromessi con lo straniero per sopravvivere e andare avanti. Ip si rifiuta di pagare una tangente per tenere aperta la scuola e si scontra con la lobby del maestro Hung, che insegna la disciplina dello Hung Ga.

Ip man 2Il confronto tra questi mostri sacri del kung fu non ripropone soltanto la classica situazione della sfida a due, a cui il cinema hongkonghese ci ha abituato, ma si rivela un vero e proprio duello generazionale: da una parte Donnie Yen, acclamata star asiatica, con il suo stile misurato e letale; dall’altra Sammo Hung, coreografo, attore, regista e produttore che ha reinventato negli anni ’80 il genere action basato sulle arti marziali, conferendo ai combattimenti un ritmo più realistico e frenetico, grazie a un’ambientazione urbana meno stilizzata.
Il film celebra inoltre, nel match tra il pugile Tailor Milos e i due maestri, Hung e Ip, non tanto la vittoria del kung fu sulla boxe occidentale, quanto uno stile di vita improntato alla difesa della dignità e del proprio onore, insegnando il rispetto per gli esseri umani, a qualunque razza essi appartengano. Forse sono proprio questi aspetti a rendere la storia universale e più vicina a un pubblico internazionale. Non a caso Ip Man 2 è stato rilasciato anche negli Stati Uniti, e a Hong Kong ha debuttato in contemporanea a Iron Man 2, superando ai botteghini l’eroe mascherato.
Yip scava a fondo nell’interiorità del protagonista, alternando ai momenti privati con la famiglia e gli amici una buona dose di scene d’azione, che evocano per certi particolari (l’umorismo nei momenti critici e il diretto sferrato dal pugile dopo il gong) l’influenza del cinema occidentale, Indiana Jones e Rocky in primis. L’omaggio più commovente è però nel finale, una sorta di passaggio del testimone da una generazione all’altra che, oltre a strappare un sorriso agli appassionati del Gongfupian, traccia una linea continua tra presente e passato, di cui Ip Man 2 è un degno erede.

Il Blu-ray

Con l’uscita in blu-ray di Ip Man 2 prosegue la collana Far East Cinema, che vede la collaborazione fra Tucker Film e CG Home Video. L’immagine si presenta estremamente pulita e la leggera grana visibile in alcune scene non ne inficia la Ip man 2qualità. Come nel primo film, si nota l’uso di filtri, che tendono a ricreare l’atmosfera di degrado e povertà della Cina di inizio anni ’50. La codifica audio DTS-HD accentua le sequenze di lotta, i cui effetti sono dosati e non eccessivi, e i dialoghi risultano chiari. La traccia in cantonese (con sottotitoli in italiano) è sicuramente più coinvolgente per questo genere di film.
Ottimo il comparto degli extra per una qualità video piuttosto scarsa: accanto a un’intervista esclusiva al critico Valerio Guslandi, che ripercorre i momenti topici del film, troviamo un making of in cui il cast e il regista discutono della loro esperienza sul set e delle differenze rispetto al primo capitolo; un dietro le quinte delle scene principali (lo scontro al mercato del pesce, la sfida con i maestri di arti marziali, il match con il pugile inglese); lo Shooting Diary, un video promozionale che monta diverse sequenze tratte dal film e dal backstage; tre scene eliminate che fanno parte di alcune sequenze inserite nella storia.
La sezione più ricca è dedicata alle interviste a Wilson Yip, Donnie Yen, al regista delle scene d’azione e attore Sammo Hung e al resto del cast. Infine abbiamo due trailer e un breve filmato sull’anteprima a Hong Kong. In aggiunta al blu-ray singolo di Ip Man 2 è disponibile, sempre in amaray, la collezione con entrambi i film.
------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8