Box Office ITALIA 13/3/2013


Lo stato di salute del mercato non è dei migliori ma l'esordio de Il grande e potente Oz ha saputo invertire la tendenza. Il film di Sam Raimi ha esordito con quasi tre milioni di euro e dopo tre settimane ha scalzato Il principe abusivo di Alessandro Siani dal primo posto della classifica. Il kolossal della Disney dovrebbe fermarsi intorno ai dieci milioni: la cifra non è memorabile ma in una fase difficile è sufficiente a far tirare un sospiro di sollievo a tutto l'ambiente.

Il grande e potente Oz ha debuttato in contemporanea mondiale e il suo bottino internazionale è salito a centocinquanta milioni di dollari in pochi giorni. Il mercato italiano ha offerto la sua quota e il brillante esordio del film di Sam Raimi è stato sorprendente: le sue possibilità di partenza erano buone ma non del tutto scontate soprattutto in un momento poco incoraggiante. I modesti volumi di questo periodo non escludevano lo scenario di un doloroso disastro. Il grande e potente Oz ha aperto con quasi tre milioni e ha messo fine al breve regno della commedia italiana: i blockbuster americani sono ritornati prepotentemente sulla scena e hanno scalzato Il principe abusivo dal primo posto. Il fantasy della Walt Disney dovrebbe chiudere intorno ai dieci milioni e il suo ingresso tra i dieci titoli più ricchi della stagione è improbabile: non sarebbe un risultato memorabile ma in questa fase è molto difficile ottenere qualcosa di meglio. La premiazione degli Oscar ha dato ragione alla scelta distributiva de Il lato positivo: la commedia di David O. Russell è arrivata con notevole ritardo ma ha sfruttato il traino della statuetta che è stata assegnata a Jennifer Lawrence. Il film si è presentato con un milione e trecentomila euro ma ha fatto segnare una media per sala eccellente e in linea con quella de Il grande e potenze Oz: la proiezione conclusiva dovrebbe sfiorare i cinque milioni. E' la stessa prospettiva di Educazione siberiana e il film di Gabriele Salvatores si è mantenuto ancora sopra il milione: il totale ammonta a quasi tre milioni e l'adattamento del romanzo di Nicolai Lilin ha ancora un ritardo significativo da La migliore offerta di Giuseppe Tornatore ma è al di sopra degli standard del regista napoletano. Il principe abusivo ha dovuto abbandonare il primato dopo tre settimane consecutive: lo score del film di Alessandro Siani si fermerà sopra ai quindici milioni e si è già guadagnato un'ottima posizione nella lista dorata del 2012/2013. La commedia italiana è in declino ma ha piazzato un suo baluardo tra i rivali americani e la sua posizione dovrebbe resistere all'ondata di kolossal e di super-hero movie che sono all'orizzonte.

--------------------------------------------------------------------
Torna il BLACK FRIDAY di SENTIERI SELVAGGI


-----------------------------------------------------

 

---------------------------------------------------------------------
RIFF AWARDS 2020

---------------------------------------------------------------------

 

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #7