Box Office ITALIA 28/2/2013

il principe abusivo

La commedia italiana ha battuto un colpo nel momento in cui il mercato stava per cantare il suo de profundis. L'exploit de Il principe abusivo ha dato una nuova speranza ad un genere che aveva vissuto una stagione tormentata e non era stato in grado di fronteggiare il lutto del cinepanettone. Alessandro Siani ha confermato le sue potenzialità commerciali dopo i trionfi di Benvenuti al Sud e di Benvenuti al Nord e ormai può essere indipendente dalla presenza di una spalla importante come Claudio Bisio.

--------------------------------------------------------------
BANDO BORSE DI STUDIO IN CRITICA, SCENEGGIATURA, FILMMAKING

--------------------------------------------------------------

Il week-end ha confermato l'eclatante exploit de Il principe abusivo e ha dato nuova speranza alla commedia italiana. Fino a questo momento il genere più affidabile delle nostre produzioni aveva patito soltanto delle grandi delusioni e non si era ancora ripreso dal lutto del cinepanettone. Il debutto alla regia di Alessandro Siani ha perso solo un milione rispetto alla settimana scorsa e ha avvicinato la quota dei dieci milioni di euro: l'obbiettivo finale è almeno di quindici ma è ormai scontato che il suo film distruggerà i contendenti e diventerà il titolo nazionale più ricco della stagione. I passi falsi dell'autunno e il buco lasciato dalla debacle dell'offerta natalizia sono stati parzialmente riscattati. Il nome dell'attore si è legato ad un altro successo travolgente dopo quelli di Benvenuti al Sud e di Benvenuti al Nord e ha dimostrato di poter essere indipendente dalla presenza forte come quella di Claudio Bisio: è un dato importante in un momento in cui nessuno offre certezze e le poche garanzie del passato sono tramontate ingloriosamente. Il principe abusivo ha cannibalizzato la concorrenza e per una volta i rivali hollywoodiani sono rimasti a guardare: il calendario delle uscite era fitto ma nessun film è stato premiato dal pubblico. Anna Karenina ha ridimensionato le sue ambizioni da kolossal e l'adattamento di Joe Wright si è fermato al secondo posto con un'apertura da meno di un milione. Gangster Squad ha ottenuto il terzo posto e il suo cast stellare non ha sfondato in linea con la deludente avventura americana. Il contributo italiano al ritorno di Bruce Willis alla saga di Die Hard non ha rispecchiato un bottino internazionale interessante. Il team-up tra Cameron Diaz e Colin Firth è rimasto fuori dal podio e Gambit non ha incantato il pubblico. L'agenda offrirà presto delle occasioni di rivincita ma per la prima volta in questa stagione il titolo del momento è tutto tricolore.

--------------------------------------------------------------
OFFERTA DI LUGLIO SULLO SHOP DI SENTIERI SELVAGGI!

--------------------------------------------------------------

-------------------------------------------------------
LA SCUOLA DI DOCUMENTARIO DI SENTIERI SELVAGGI

-------------------------------------------------------

----------------------------
UNICINEMA QUADRIENNALE:SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------
----------------------------
SCUOLA DI CINEMA TRIENNALE: SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative