Box Office USA 2 aprile 2012


The Hunger Games
ha tenuto alto il volume degli incassi del 2012. L'exploit della Lion's Gate ha coperto le mancanze dei blockbuster, che hanno continuato ad arrancare dopo i disastri dell'anno precedente, il recente flop di John Carter e l'ultima disavventura di Wrath of the Titans. Le avventure di Katiniss Everdeen hanno distrutto la soglia dei duecentocinquanta milioni, viaggiano con un passo più rapido della saga di Twilight e sono il quinto film più rapido della storia ad aver raggiunto una simile cifra.

The Hunger Games ha ribadito l'exploit di sette giorni fa e ha trascinato il mercato americano verso un altro discreto week-end. Le sorprese sono la vera differenza di questo 2012: il volume degli incassi sta lievitando nonostante i blockbuster stentino ancora a decollare e il loro contributo è fondamentale. Il pubblico aveva rifiutato John Carter della Disney e adesso ha bocciato anche Wrath of the Titans della Warner. Il fantasy non riesce a catturare le simpatie della platea, sia quando si avvicina alla fantascienza sia quando si accosta alla mitologia. Il nome di J. R. R. Tolkien si è rivelato l'unica arma a disposizione del genere: l'uscita natalizia di The Hobbit dirà se il suo traino è ancora affidabile. Invece, The Hunger Games ha mantenuto la vetta dopo aver piazzato il quinto migliore debutto di tutti i tempi: l'adattamento della saga young adult di Suzanne Collins ha messo insieme altri sessanta milioni di dollari ed ha ammucchiato un incasso totale di duecentocinquanta milioni. E' il quinto film più veloce della storia ad aver raggiunto una simile cifra: questo ritmo gli ha permesso di scavalcare The Lorax in pochi giorni e di diventare il film più ricco del 2012. Le avventure di Katniss Everdeen in una violenta e futuribile versione dei reality-show hanno un altro dato da sfoggiare con molto vanto: The Hunger Games procede con un passo sensibilmente superiore a quello degli episodi della saga di Twilight. Nel momento in cui il romance horror tra Robert Pattinson e Kristen Stewart sta per arrivare alla conclusione, il mercato ha trovato un brand che potrebbe addirittura migliorarlo. L'affermazione di The Hunger Games ha portato alla ribalta la Lion's Gate: il fiuto per il successo sembra aver abbandonato le major. Il flop di Wrath of the Titans ha messo in allarme la Warner: è difficile capire come abbia deciso di scommettere di nuovo su un tipo di film che aveva già traballato dopo la prima esperienza. La perseveranza non è stata premiata e il sequel ha dimezzato le sue entrate rispetto a Clash of the Titans. Le entrate internazionali sono state più generose e il titolo rientrerà sicuramente delle spese: come nel caso di John Carter, anche le prodezze di Perseo riusciranno a recuperare le spese all'estero. Tuttavia, il margine di ricavo non giustifica il rischio di investimenti così rischiosi. Il week-end ha fatto sorridere ancora 21 Jump Street: l'adattamento del popolare serial supererà sicuramente i cento milioni e si affermerà come una delle migliori commedie dell'anno. The Lorax dovrebbe abbattere la soglia dei duecento milioni ed entrare nei dieci film più ricchi del 2012.

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------

 

 

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------

 

 

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8