Box Office USA 10 aprile 2012


The Hunger Games
ha mantenuto la testa della classifica per la terza volta consecutiva e ha festeggiato un altro traguardo importante: ha abbattuto anche il muro dei trecento milioni di dollari e ormai si avvia a diventare uno dei film più ricchi del 2012. Hollywood ha trovato l'erede di Harry Potter e il merito non è di una major ma della Lion's Gate: la serie young adult di Suzanne Collins vanta delle cifre considerevolmente superiori a quelle di Twlight

The Hunger Games ha mantenuto la vetta della classifica per la terza volta consecutiva e ha festeggiato un altro traguardo importante: ha abbattuto anche il muro dei trecento milioni di dollari ed è diventato il sesto film più veloce di tutti i tempi a raggiungere un obbiettivo tanto inatteso. La sua corsa dovrebbe fermarsi intorno ai trecentocinquanta milioni e una simile cifra lo farebbe diventare uno dei titoli più ricchi dell'anno. La Lion's Gate ha scommesso sulla serie young adult di Suzannne Collins e ha vinto tutta la posta: le avventure della nuova eroina Katniss Everdeen hanno surclassato le potenzialità di un rivale diretto come Twlight. Le società di produzione meno appariscenti hanno trovato nuovi marchi da lanciare sul mercato, mentre le major si affannano a trovare una nuova chiave vincente: per il momento hanno perso il controllo dell'unico erede di Harry Potter. La Sony ha fatto un colpo con 21 Jump Street ma la commedia è un genere che ha ancora troppi alti e bassi per essere pienamente affidabile: la Universal non è riuscita ad ottenere lo stesso successo con American Reunion e la rimpatriata di Jason Biggs con i suoi amici del liceo ha avuto un esordio debole. Il budget è stato limitato e il film avrà comunque un utile: tuttavia, i trionfi dei precedenti capitoli avevano fatto maturare delle aspettative maggiori. Il quarto capitolo della saga di American Pie rischia di diventare il meno fortunato del franchise creato nel 1999 da Paul e Chris Weitz. Il week-end ha visto anche la riedizione di Titanic: il film di James Cameron aveva l'occasione unica di ritoccare il proprio incasso e di lanciare un nuovo attacco ad Avatar. Nel 2010, la guerra sul pianeta Pandora aveva frantumato il record apparentemente intramontabile di Leonardo Di Caprio e di Kate Winslet e il regista canadese aveva migliorato il proprio stesso primato: la nuova distribuzione ha aggiunto trentacinque milioni al bottino complessivo ma l'accoglienza del pubblico non è stata sufficiente a riaccendere la speranza di una rimonta. Titanic ha guadagnato una posizione nella classifica che viene aggiornata all'inflazione: ha scavalcato The Ten Commandments e ora è il quinto film più visto di tutti i tempi. Wrath of the Titans ha perso subito il podio ma è andato decisamente meglio di John Carter: le entrate internazionali hanno consolato la Warner e hanno salvato il considerevole investimento. Il fantasy della Disney deve rassegnarsi a conservare lo spiacevole riconoscimento di flop dell'anno.

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------

 

 

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------

 

 

 

 

 

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8