Box Office USA 6 marzo 2012


Il mercato saluta il trionfo di The Lorax, che lancia definitivamente le ambizioni della Universal nel mondo dell'animazione. Ora lo studio può rivendicare un posto tra la Pixar e la Dreamworks: il titolo ha esordito con settanta milioni di dollari e ha migliorato il brillante debutto del precedente Despicable Me. E' il terzo migliore risultato della storia del mese di marzo e conferma tutte le speranze per il 2012: ora tutti attendono l'uscita di John Carter, il kolossal della Disney da duecentocinquata milioni di dollari.

---------------------------------------------------------------
IL NUOVO SENTIERISELVAGGI21ST #9


---------------------------------------------------------------
Il mercato americano inizia a prendersi i primi rischi e fa i primi passi su un terreno insidioso. Il felice inizio del 2012 ha approfittato al meglio dell'agilità dei low-budget, ma adesso è iniziato il momento di calare i pezzi grossi e le possibilità di fallimento aumentano in modo proporzionale. Tuttavia, non è stato il caso di questo week-end: The Lorax ha dominato la classifica con settanta milioni di dollari e ha dato seguito agli incoraggianti segnali dei primi mesi dell'anno. L'adattamento della popolare storia per bambini di Dr. Seuss ha superato ogni più rosea aspettativa e ha dato uno slancio definitivo alle ambizioni della Universal nel mondo dell'animazione: dopo il sorprendente successo di Despicable Me, lo studio si è stabilmente inserito in un ambiente che finora era stato dominato dalla Dreamworks e dalla Pixar. Tutti i dati di The Lorax annunciano un trionfo: è il terzo miglior debutto della storia del mese di marzo e ha migliorato persino il precedente film di Chris Renaud, che aveva aperto con cinquantasei milioni di dollari e poi aveva chiuso con duecentocinquanta milioni. In particolare, The Lorax ha ridato fiato ad un genere che appariva in debito d'ossigeno: il disastroso 2011 si era portato dietro anche la peggiore avventura della Pixar, che aveva stentato con Cars 2 ed era andata sotto i duecento milioni di dollari per la prima volta dal 1998. Finora, l'unica delusione è stata quella di Ghost Rider: Spirit of Vengeance: il primo marvel-movie non ha brillato ma ha premiato la lungimiranza della Sony, che aveva deciso di ridimensionare il progetto e di limitare il conto spese: se le quotazioni di Nicolas Cage arrancano e rimpiangono i fasti della saga di National Treasure, il film non è andato in perdita e ha sfruttato abilmente le entrate internazionali. Il 2012 ha offuscato la stella di Tyler Perry: infatti, Good Deeds non si è risollevato dalla sua debole apertura e sta per diventare una delle performance più povere del commediografo afroamericano. Il prossimo ritorno alla serie di Madea Brown sarà in grado di dire se il suo fedele pubblico lo ha abbandonato oppure no. The Artist non è entrato nei primi dieci nemmeno dopo la gloriosa notte del Kodak Theatre: il film di Michel Hazanavicius è stato battuto sul filo di lana e ha messo insieme quaranta milioni di dollari in tre mesi. The Descendants di Alexander Payne ha il doppio degli incassi ma non ha avuto la stessa riconoscenza da parte dell'Academy. L'arrivo di John Carter della Disney potrà dire che aria tira circa i blockbuster: il kolossal della Disney arriverà in sala con un fardello di duecentocinquanta milioni di dollari di investimento. Il film di Andrew Stanton dovrà puntare a scavalcare subito il muro dei cento milioni. In pochi giorni dovrà fare meglio dei brillanti Safe House e di The Vow, che hanno dato vita ad un appassionante duello per tutto il mese di febbraio e sono i due film più ricchi di questo 2012.

 

---------------------------------------------------------------
BORSE DI STUDIO IN SCENEGGIATURA, CRITICA, FILMMAKING – SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI


---------------------------------------------------------------

 

---------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative