Box Office USA 10 gennaio 2012


Il 2012 è iniziato con una gradita sorpresa: The Devil Inside ha esordito con un incasso al di sopra delle attese e ha confermato il fiuto della Paramount per le imprese a basso costo. Dopo i trionfali sviluppi della saga di Paranormal Activity, il demoniaco di William Brent Bell è costato solo un milione di dollari e ne ha incassati trentacinque in appena tre giorni. Tom Cruise ha abdicato ma si è consolato con il mezzo miliardo worldwide di Ghost Protocol, che ha dominato tutte le festività.

Il primo week-end del 2012 ha offerto segnali confortanti e ha dato un’ulteriore dimostrazione del ritrovato fiuto della Paramount. Dopo aver piazzato il miglior film delle festività con Mission: Impossible – Ghost Protocol, lo studio ha scommesso su un altro horror a basso costo e ha ripetuto l’exploit di Paranormal Activity. L’esordio di The Devil Inside è stato davvero brillante e ha confermato le capacità di William Brent Bell: il regista e sceneggiatore si era fatto notare con un altro horror dalle spese molto ridotte come Stay Alive, che nel 2006 aveva portato a casa venti milioni di dollari. Questa volta si è superato: ha limato ulteriormente il budget e ha migliorato i profitti. The Devil Inside è stata un’operazione vincente: è costato appena un milione di dollari e il film ha già trentacinque milioni di attivo. Il suo debutto è stato uno dei migliori della storia del mese di gennaio e gli ha fatto guadagnare immediatamente la vetta della classifica. Come tutti gli horror, subirà un drastico calo nel secondo week-end: tuttavia, i suoi numeri dimostrano come abbia già intercettato un pubblico che di solito ignora il genere. Tom Cruise ha dovuto abdicare ma ha mantenuto il sorriso: la sua nuova prova nei panni di Ethan Hunt viaggia ancora a gonfie vele ed è ormai ad un passo dal mezzo miliardo worldwide. Ghost Protocol ha annichilito un temibile avversario come Sherlock Holmes, che si è pregiudicato le possibilità di affermarsi come franchise di affidabile longevità. Robert Downey Jr. punterà tutte le sue carte su un blockbuster come The Avengers ma dopo tanti successi è incappato in un imprevisto scivolone. Le sue perdite rispetto al primo capitolo dovrebbero essere di una circa trenta milioni nergli Stati Uniti e di un centinaio di milioni sulla piazza internazionale… Le retrovie hanno proposto l’ottima rendita di un titolo come The Girl with the Dragon Tattoo, che non ha mai avuto un momento da protagonista ma ha preso un passo interessante: il film di David Fincher ha ipotecato la soglia dei cento milioni di dollari e potrebbe agguantare il precedente record del regista, che appartiene a The Curious Case of Benjamin Button. Sul film sono piovute due nomination al Golden Globe: una candidatura più sostanziosa per la notte degli Academy Award potrebbe rendere la sua avventura commerciale ancora più interessante… Tinker, Tailor, Soldier, Spy ha finalmente raggiunto una distribuzione più ampia ed è entrato nella lista dei primi dieci: lo spy-movie con Gary Oldman e Colin Firth vantava una media per sala altissima e in sordina ha raggiunto i dieci milioni di dollari: è difficile che possa avere risultati eclatanti ma insieme a The Descendants di Alexander Payne è l’unico outsider che si sia fatto notare, specie dopo la sua ottima performance sul mercato inglese. Young Adult non è stato all'altezza delle miracolose risalite di Jason Reitman: il regista non ha ripetuto le scalate di Juno e di Up in the Air.

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------

 

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #7