Box Office USA 4/10/2010

Sul mercato non è ancora arrivato nessun titolo capace di dare continuità ai propri incassi e di prolungare la propria permanenza in testa alla classifica: il primo posto trova un nuovo inquilino ad ogni nuovo week-end che passa, ma nessuno lascia particolari entusiasmi. Del resto,  questo è da sempre un tratto distintivo dell’autunno e la tradizione appare destinata a durare fino al prossimo Natale: fino alla fine del 2010 non si intravede nessun film capace di ribaltare le abitudini del pubblico. La vetta della classifica è caduta nelle mani di The Social Network, la nuova fatica di David Fincher. Il lato oscuro della nascita di Facebook e della vita del suo creatore Mark Zuckerberg – tratto dal libro di Ben Mezrich scritto l’anno scorso – ha esordito con ventitre milioni di dollari, che di questi tempi sono più che sufficienti a garantirsi il primato. Per il regista di Denver, il debutto è incoraggiante: il numero delle sale in cui è stato distribuito conferma i malumori del multimilionario e potentissimo inventore della piattaforma; la cifra finale è il terzo bottino più ricco della sua carriera dopo Panic Room e The Curious Case of Benjamin Button, che uscì nel pieno delle festività del 2008. I bassi volumi delle entrate non permettono a nessuna produzione di avvicinarsi ai cento milioni, e sono pochi i film capaci di lasciare il segno: nè Wall Street: Money Never Sleeps nè tanto meno Legend of the Guardians si sono fatti notare. Anzi, l’incerto ingresso della Warner Bros. nel terreno dell’animazione ha anche fatto precipitare le quotazioni commerciali di un regista come Zack Snyder, che traballavano già dopo Wathcmen. Come sempre, le buone notizie vengono dagli outsider, che anche quest’anno non sono mancati e hanno mitigato la delusione dei flop: The Town di Ben Affleck viaggia ormai verso i settanta milioni complessivi e finora è il film più ricco dell’autunno; Easy A ha raccolto quaranta milioni con una spesa limitata ad otto, con un rapporto che lo ha fatto diventare il titolo più redditizio degli ultimi mesi. In attesa di Halloween e del loro momento di gloria, in classifica ci sono ben tre horror: il più interessante è sempre Devil, scritto da Night M. Shyamalan.