Box Office USA 10/8/2010

Will Ferrell ed Eva Mendes in The Other Guys di Adam McKay
Il successo di The Other Guys annuncia l'ennesima rinascita di Will Ferrell. Il suo action demenziale ha raccolto trenta milioni di dollari e ha spodestato Inception. L'estate ha emesso i primi verdetti: Oltre al film di Christopher Nolan, il pubblico ha premiato Despicable Me della Universal, Grown Ups con Adam Sandler e il sorprendente The Karate Kid. Toy Story 3 sta per entrare tra i primi dieci incassi di ogni tempo e merita un discorso a parte…
-----------------------------------------------------------
NOVITA’ – CORSO ONLINE TEORIA DELLA SCENEGGIATURA


-----------------------------------------------------------
Will Ferrell ed Eva Mendes in The Other Guys di Adam McKayLa vita commerciale di Will Ferrell è sempre stata imprevedibile: dopo il colossale flop di Land of the Lost di Brad Silberling, il popolare comico americano si è preso una soddisfacente rivincita con The Other Guys, che si è presentato con più di trenta milioni di dollari. L’action demenziale lo vede fare coppia con Mark Wahlberg, che è tornato al genere dopo il gustoso cameo in Date Night di Shawn Levy, e con Eva Mendes negli improbabili panni della sua fidanzata. Sul titolo pesa un budget consistente di cento milioni, ma l’esordio è stato molto confortante ed ha confermato l’ottimo feeling tra Ferrell e il regista Adam McKay, che lo aveva già diretto con successo in Step Brothers e in Talladega Nights e che aveva collaborato con lui in televisione. Inoltre, per  l’attore è arrivata una vittoria sull’amico/rivale Steve Carell, che non ha sfondato con Dinner for Schmucks. The Other Guys ha messo anche fine al regno di Inception, che ha dovuto cedere la vetta dopo tre settimane di dominio incontrastato: il film di Christopher Nolan sta per varcare la soglia dei duecentocinquanta milioni complessivi e si sta dimostrando all’altezza di aspettative che crescono ogni giorno di più. A questo punto, potrebbe superare anche Matrix Reloaded e far segnare un trionfo estivo su cui non sperava nemmeno la Warner Bros. La bella stagione ha già emesso alcuni verdetti: oltre al thriller fantascientifico con Leonardo Di Caprio, il pubblico ha premiato Despicable Me, Grown Ups e The Karate Kid: il film d’animazione della Universal ha superato i duecento milioni complessivi e ha realizzato un incasso degno della Pixar; la commedia potrebbe diventare il miglior incasso della carriera di Adam Sandler e ha confermato la stella di Kevin James, che l’anno scorso era uscito fuori con Paul Blart: Mall Cop; il remake del popolare film degli anni ottanta si è imposto a sorpresa e ha lanciato le quotazioni del giovane Jayden Smith (figlio del padre, cioè Will…) con una dote di centottanta milioni. Il vero campione di Hollywood merita un discorso a parte: Toy Story 3 sta addirittura per entrare tra i dieci migliori incassi di ogni tempo…  I bilanci non risparmiano gli sconfitti: Tom Cruise e Cameron Diaz hanno fallito con Knight & Day di James Mangold; The Sorcerer’s Apprentice ha fatto storcere il naso alla Disney e ha dimostrato come per prevedere un disastro sia sufficiente seguire le mosse di Nicolas Cage; la versione cinematografica di The A-Team non lascerà nessuna traccia dietro di sé.
 

 

----------------------------
CORSO ESTIVO DI RIPRESA VIDEO

----------------------------
--------------------------------------------------------------
Sentieriselvaggi21st #11: JONAS CARPIGNANO La nuova frontiera del cinema italiano

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative