Box Office USA (25-28 marzo)

Le reazioni degli spettatori verso Dawn of Justice non sono state eccezionali ma il film della Warner ha sfruttato abilmente l’effetto di attesa che si era costruito intorno e ha compiuto la sua missione in appena un week-end. L’inedito scontro tra i due eroi più popolari della DC ha incassato centosettanta milioni di dollari in patria e a livello mondiale ha toccato i quattrocento milioni in pochi giorni. Le spese di produzione sono state largamente coperte e Batman V Superman ha incenerito il record relativo al mese di marzo che apparteneva ai centocinquanta milioni di The Hunger Games del 2012. Un risultato che è maturato in un contesto di ripiego dal momento che il fitto calendario delle uscite aveva costretto Dawn of Justice ad una distribuzione anticipata per evitare il confronto diretto con Civil War. L’inverno del 2016 ha confermato il suo stato di grazia e adesso spetta alla primavera mantenere le premesse di questi primi tre mesi dell’anno. Il primo blockbuster che si è affacciato sul mercato ha soddisfatto le premesse solo in parte e il suo risultato iniziale era quasi scontato dopo il grande sforzo promozionale che lo aveva accompagnato. Il team-up ha battuto sia il risultato singolo di Man of Steel del 2013 sia quello di The Dark Knight Rises del 2012 ma la DC ha giocato la sua carta migliore senza aver impensierito i rivali storici della Marvel. L’imminente presentazione della royal rumble dei personaggi della concorrenza darà la parola definitiva ma la sensazione è che i picchi commerciali del progetto di The Avengers siano inarrivabili. Il film avrà campo libero per un’altra settimana e dovrebbe sfiorare un finale interno da trecento milioni senza insidiare il primato annuale di Deadpool della Fox. Lo scenario è rovesciato sul piano internazionale in cui Dawn of Justice potebbe essere il primo titolo del 2016 ad entrare nel club da un miliardo. Le festività pasquali hanno aiutato Zootopia a restare sul podio della classifica e il film d’animazione ha cambiato i parametri di valutazione della Disney con un bottino finale che dovrebbe attestarsi intorno ai duecentosessanta milioni. Lo studio ha centrato il suo migliore risultato al di fuori della partnership con la Pixar e dopo tanto tempo ha dimostrato di poter essere competitiva anche in solitaria in un contesto sempre più affollato. La distanza di quattordici anni dal primo capitolo ha pesato sui ricordi del pubblico e ha appesantito il ritorno di Nia Vardalos al suo personaggio più popolare. My Big Fat Greek Wedding 2 ha debuttato con poco più di quindici milioni e non ha nemmeno fatto evocare il trionfale cammino globale della prima avventura della famiglia Portokalos. Ormai, la possibilità che possa arrivare a quattrocento milioni non è nemmeno teorica.

DistribuzioneIncasso WEIncasso TOTWKS
Batman V Superman: Dawn of JusticeWarner Bros.$166,007,347$166,007,3471
ZootopiaBuena Vista$24,022,288$241,431,6974
My Big Fat Greek Wedding 2Universal$17,861,950$17,861,9501
Miracles from HeavenTriStar$9,694,581$34,304,5942
The Divergent Series: AllegiantLionsgate$9,435,173$46,540,6692
10 Cloverfield LaneParamount$5,940,154$55,950,9513
DeadpoolFox$4,897,941$349,371,9077
London Has FallenFocus$3,027,568$55,716,4254
Hello, My Name is DorisRoadside$1,668,806$3,236,5703
RisenSony$935,025$36,029,1726