Box Office USA 4 marzo 2014

liam neeson in non stop

Liam Neeson è una certezza consolidata dell'action: l'attore è tornato nelle mani di Jaume Collet-Serra e Non-Stop ha migliorato il precedente di Unknown del 2011. Il debutto da trenta milioni di dollari fa prevedere un finale da almeno settanta milioni. Il titolo ha battuto in volata un bible-movie come Son of God e soprattutto ha scalzato The LEGO Movie: il mattatore del mese ha distrutto il muro dei duecento milioni e adesso punta a chiudere intorno ai duecentocinquanta milioni.

 

Liam Neeson si è ritagliato un pubblico di riferimento e la sua rituale uscita invernale non tradisce quasi mai. L'attore si è affidato nuovamente alle mani di Jaume Collet-Serra e la coppia ha persino migliorato la precedente esperienza comune di Unknown del 2011. Non-Stop ha esordito direttamente al primo posto e ha sfiorato i trenta milioni di dollari: un'apertura di questo tipo fa prevedere un ottimo finale da settanta milioni. Il divo è diventato uno dei nomi di punta del thriller-action e ha vinto la sfida con 3 Days To Kill con Kevin Costner. Il duello era particolarmente significativo perchè era stato proprio Luc Besson a rilanciare Liam Neeson nella sua nuova veste di eroe senza pietà: il risultato del suo ultimo film e il fallimento della sostituzione potrebbero averlo convinto a riprendere la strada di Taken. Il primato di Non-Stop si è consumato a spese di un titolo pasquale come Son of God: il bio-pic cristologico ha dato il via ad un revival biblico che toccherà il suo apice con Noah di Darren Aronofsky. La riedizione evangelica dell'esordiente Christopher Spencer e ha avuto il volto del portoghese Diogo Morgado. Il titolo ha debuttato con venticinque milioni e ha subito coperto le spese: la versione cinematografica del format televisivo di The Bible di History Channel ha avuto un discreto riscontro commerciale. Il mattatore del mese ha ceduto il trono dopo tre settimane in cui nessuno aveva osato insidiare la sua posizione. The LEGO Movie si è consolato con il traguardo dei duecento milioni e con l'ipoteca su quello dei duecentocinquanta milioni: il toy-movie della Warner Bros. ha avuto un passo estivo e sarà tra i protagonisti dell'anno nonostante il rischio di una distribuzione penalizzante. The Monuments Men ha avvicinato i settanta milioni e ha coronato un'avventura commerciale soddisfacente: è la migliore prova di George Clooney come regista. La seconda settimana di Pompeii è stata addirittura peggiore della prima: il peplum di W. S. Anderson deve ancora varcare la soglia interna dei venti milioni e la risposta internazionale non è stata delle migliori. Le entrate worldwide hanno almeno salvato Robocop di Jose Padilha: l'incasso globale ha salvato il remake dal disastro.

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------

 

 

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------

 

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8