Box Office USA 26/11/2012

La delusione per il debole impatto di Rise of the Guardians non ha offuscato il week-end del Thanksgiving e i volumi del mercato americano si sono mantenuti alti. Breaking Dawn Part II ha seguito le previsioni e ha perso il settanta per cento delle sue entrate: tuttavia, il suo debutto è stato tale che questa emorragia è stata facilmente arginata da un incasso superiore ai quaranta milioni di dollari. La saga di Stephanie Meyer ha continuato a correre, ha distrutto anche il muro dei duecento milioni ed ha ancora delle chance di battere il record del franchise, che appartiene ai trecento milioni di Eclipse. L’attenzione si sposta sulla scena internazionale, dove il traguardo è fissato ai settecento milioni di Breaking Dawn Part I: il capitolo finale di Twilight è arrivato a quasi seicento milioni e potrebbe portarsi a casa entrambi i primati, con delle cifre che segnerebbero la degna conclusione di uno dei marchi più ricchi di tutti i tempi. Kristen Stewart e Robert Pattinson non hanno oscurato il persistente stato di grazia di Skyfall: l’ultima avventura di 007 ha mantenuto il podio con più di trenta milioni e ormai si è assicurata un bottino finale superiore ai duecentocinquanta milioni. La celebrazione del cinquantenario ha premiato James Bond in ogni angolo del pianeta: il titolo è ormai prossimo agli ottocento milioni worldwide e a questo punto potrebbe anche fare un pensiero alla mostruosa soglia del miliardo… Il pubblico è stato convinto anche da Lincoln di Steven Spielberg: il biopic ha persino migliorato il suo primo week-end, si è arrampicato fino ai sessanta milioni e ha ipotecato una conclusione superiore ai cento milioni. Il cineasta aveva mancato questo obbiettivo con The Adventures of Tintin e con War Horse: questo ulteriore exploit ha rimandato il suo presunto pensionamento e ha proposto il suo film come uno dei protagonisti dell’Oscar. L’unica delusione è stata Rise of the Guardians: il kolossal d’animazione della Dreamworks non ha seguito la scia di Madagascar 3 e di Wreck-It Ralph e si è fermato ad un quarto posto da trenta milioni. Lo studio confida nel precedente di A Christmas Carol di Robert Zemeckis, che nel 2009 partì molto lentamente ma arrivò a sfiorare i centocinquanta milioni per merito di una vita commerciale dilatata fino alle festività. In ogni caso, il debutto non è stato all’altezza delle aspettative e le speranze sono riposte nella generosità dei mercati stranieri… Il circuito dei selected theatres ha lanciato Silver Linings Playbook di David O. Russell: il regista ha avuto un’esperienza simile con The Fighter e questa volta ha il patrocinio della Weinstein Company. La commedia serve anche per rilanciare le quotazioni di Bradley Cooper, che sono precipitate dopo il disastro di The Words: il cast lo vede in compagnia di Jennifer Lawrence e di Robert De Niro e la presenza dei produttori annuncia che la corsa per la notte del Kodak Theatre è iniziata…

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------
----------------------------------------------------------------