Box Office USA 13 agosto 2013

L'estate del 2013 ha esaurito i suoi kolossal ma ha ancora qualche asso nella manica da giocare prima del letargo autunnale. Il week-end non ha presentato nessun titolo che è stato capace di egemonizzare il mercato ma le quattro nuove releases si sono date battaglia e hanno contribuito a conseguire un traguardo importante. Le entrate complessive di questo anno hanno superato per la prima volta quelle del 2012: è un dato significativo perchè il punto di riferimento da battere è quello della performance più ricca di tutti i tempi. La battaglia si concluderà soltanto a ridosso della kermesse natalizia ma nessuno avrebbe scommesso su una rincorsa così appassionante dopo la pessima partenza invernale. La sfida per il primo posto è stata decisa sulla linea dei trenta milioni di dollari e alla fine Elysium ha conseguito il primato. Il film di Neil Blomkamp ha incontrato troppe difficoltà. Il suo esordio di District 9 e il suo exploit inatteso facevano sperare qualcosa di più: un budget consistente ed una star come Matt Damon dovevano essere sufficienti a garantire un definitivo salto di qualità. Il titolo ha faticato molto e ha perso quasi dieci milioni rispetto al suo precedente debutto: la possibilità dei cento milioni finali è stata messa in dubbio e la copertura delle spese dipenderà dalla risposta internazionale. Il suo contendente è stato We're the Millers e un risultato quasi identico in termini di cifre è stato accolto con soddisfazione: la commedia di Rawson Marshall Thurber ha pareggiato il budget in pochi giorni e ha aperto in modo competitivo. La coppia inedita composta da Jason Sudeikis e Jennifer Aniston proverà a percorrere lo stretto sentiero verso i cento milioni. La strada è già sbarrata per Percy Jackson: la 20th Century Fox ha fatto passare tre anni prima di dare un'altra possibilità al personaggio fantasy di Rick Riordan. Sea of Monsters non ha cambiato il destino della saga e la fredda accoglienza del pubblico dovrebbe aver disilluso anche l'intraprendenza più ostinata: questa volta il possibile erede di Harry Potter è rimasto addirittura fuori dal podio. 2 Guns è precipitato fino al quinto posto ma il suo cammino rientra nelle previsioni: l'action di Batlasar Kormakur doveva assecondare gli standard di Denzel Washington e il suo rendimento è stato efficiente. Il regista islandese ha trovato continuità dopo il primo tentativo di Contraband e la star aftoamericana ha garantito ancora volta il suo bottino minimo di sessanta milioni. La Disney e la Pixar hanno concesso il bis dopo la tradizionale uscita estiva di Monsters University: la presentazione di un esperimento low-budget come Planes ha portato a casa venti milioni. È necessario notare che lo spin-off di Cars rischia di finire sopra il disastroso investimento della Dreamworks su Turbo. Il titolo non solo è stato ridicolizzato dal rivale storico e da Despicable Me 2 della Illumination ma ha mancato la certezza dei cento milioni e sarà ricordato come la peggiore avventura finanziaria dello studio.

---------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------