Box Office USA 6 maggio 2013

Le attenzioni del mercato erano concentrate sull'invasione di Iron Man 3 e l'atteso kick-off della grande abbuffata estiva non si è sottratto alla sua responsabilità. Il nuovo superhero-movie della Marvel ha fatto fare un indiscutibile salto di qualità commerciale a tutto il franchise e ha debuttato con centosettantacinque milioni di dollari. Una cifra così imponente ha imposto un controllo sul libro dei record: è il secondo miglior esordio di tutti i tempi e il suo primo week-end si è dovuto arrendere solo davanti all'irraggiungibile milestone dei duecento milioni di The Avengers. Il dato è significativo di come la Marvel abbia ormai conquistato una posizione predominante e di come questa ascesa sia coincidente con l'acquisizione da parte della Walt Disney. Le previsioni per Iron Man 3 sono tutte al rialzo: l'apertura americana di Iron Man 2 si era fermata a centotrenta milioni quella di Iron Man non aveva superato i cento milioni. Il terzo capitolo della saga di Tony Stark ha delle ragionevoli speranze di avvicinare la quota dei quattrocento milioni finali ma le indicazioni più entusiasmanti arrivano dalla scena overseas. I numeri parlano di un titolo che ha messo insieme quasi settecento milioni in pochi giorni, ha già frantumato il precedente riferimento del marchio che apparteneva ai seicentotrenta milioni di Iron Man 2 ed è in corsa per entrare nel club esclusivo da un miliardo di dollari. L'effetto del clamoroso trionfo di The Avengers ha lasciato un influsso positivo su tutti i film che sono legati al suo nome e la sua consistenza potrà essere valutata nuovamente con Thor: The Dark World. Un exploit di questa grandezza ha messo in ombra tutto il resto della classifica e il calendario ha evitato di bruciare le potenzialità di qualche film con un confronto impossibile con il blockbuster del momento. Pain and Gain di Michael Bay è sceso più del previsto ma il suo conto spese è così ridotto che anche questa insolita esperienza low-budget è stata un successo per il regista dei kolossal. 42 di Brian Helgeland e Oblivion di Joseph Kosinski hanno sofferto molto l'oscuramento di Iron Man 3: il bio-pic su Jackie Robinson è già una sorpresa a prescindere dal suo risultato finale mentre il ritorno di Tom Cruise alla sci-fi si sta trasformando inesorabilmente in una delusione. I due film erano in linea con i cento milioni ma adesso il risultato non è più così al sicuro. Olympus Has Fallen dovrebbe farcela: è uscito dalle prime dieci posizioni ma gli mancano solo quattro milioni e mezzo per toccare il traguardo.

 

---------------------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA: OFFERTA PER I LAUREATI DAMS e altri per la SPECIALIZZAZIONE

---------------------------------------------------------------------

 

--------------------------------------------------------------------
I CORSI DI CINEMA AUTUNNALI SCUOLA SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------