Box Office USA 2 aprile 2013

Le feste pasquali hanno regalato un week-end davvero brillante al mercato americano: il pubblico ha risposto molto bene alle offerte della distribuzione e tre film sono andati sopra i venti milioni di dollari. Il primo posto è stato occupato da G. I. Joe – Retaliation e il suo esordio ha subito sfondato i cinquanta milioni. Il risultato è stato leggermente inferiore a quello di Rise of the Cobra ma l'intero progetto della partnership tra la Paramount e la Hasbro è stato ridimensionato: sono aumentati gli attori ma l'arrivo di Bruce Willis e di Dwayne Johnson si è accompagnato ad una riduzione del budget. I film sono usciti in due differenti momenti dell'anno e Retaliation è diventato subito il secondo debutto della storia della ricorrenza. La sua previsione finale dovrebbe essere intorno ai centocinquanta milioni e il percorso worldwide ha già coperto le spese: l'idea di un sequel aveva lasciato qualche dubbio ma i numeri hanno allontanato rapidamente tutte le perplessità. Il nuovo toy-movie non si è avvicinato ai fasti della saga dei Transformers di Michael Bay e di Steven Spielberg ma almeno ha allontanato il pessimo ricordo del recente Battleship di Peter Berg. L'action aveva vissuto dei momenti di grande difficoltà durante l'inverno ma Retaliation ha rilanciato le quotazioni di Bruce Willis e di Dwayne Johnson: entrambi avevano fallito con A Good Day to Die Hard e con Snitch. La ripresa del genere è stata confortata anche dall'interessante avventura di Olympus Has Fallen: il team-up tra Gerard Butler e Aaron Eckhart ha ancora qualche chance di superare il muro dei cento milioni nonostante i pronostici fossero sfavorevoli. I supersoldati di Channing Tatum hanno messo in secondo piano la brillante apertura di Tyler Perry: il commediografo afroamericano ha abbandonato di nuovo la popolarissima Madea Brown ma questa volta si è tenuto stretto il suo pubblico fedele. Temptation: Confession of a Marriage Counselor ha ribadito per l'ennesima volta che i suoi film hanno almeno la certezza dei cinquanta milioni. Tyler Perry è una granitica certezza del mercato americano e la recente concorrenza di Steve Harvey e di Think Like a Man gli hannoo giovato molto. Il secondo week-end di The Croods ha chiarito le probabilità del suo finale: il nuovo kolossal della Dreamworks dovrebbe chiudere intorno ai duecento milioni di dollari. Questa cifra è al ribasso rispetto a How to Train Your Dragon ma è leggermente superiore agli standard dello studio: i dati dall'estero sono confortanti e il film non dovrebbe faticare a raggiungere il mezzo miliardo complessivo. E' la stessa cifra che insegue Oz the Great and Powerful: il blockbuster della Walt Disney è ad un passo dal suo traguardo e potrebbe afferrarlo sin dalla prossima settimana. Il prequel di Sam Raimi è andato bene ma non ha retto il confronto con Alice in Wonderland di Tim Burton.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------
---------------------------------------------------------------

 

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------
----------------------------------------------------------------