Box Office USA 2 gennaio 2013

L'horror ha poche finestre di mercato e di solito il mese di gennaio è considerato uno dei suoi momenti propizi: il primo week-end del mese aveva premiato Texas Chainsaw 3D e il Martin Luther King Day ha dato il primo posto ad un altro film di genere. Mama è arrivato in vetta con ventisei milioni di dollari dopo aver spodestato Zero Dark Thirty di Kathryn Bigelow: il primo segnale di questo anno è la definitiva ascesa di Jessica Chastain. L'attrice è la protagonista di entrambi i titoli e dopo aver vinto il Goldeb Globe è in corsa anche per gli Oscar. Il destino di Mama non è così sicuro e le previsioni sugli horror sono sempre incerte: Texas Chainsaw 3D aveva aperto in maniera incoraggiante ma è crollato rapidamente: il remake americano del film spagnolo di Andres Muschetti sembra avere molte più chance di arrivare alla soglia minima di cinquanta milioni e si è registrato come il sesto migliore esordio della storia della ricorrenza. Il basso budget gli ha garantito da subito un discreto margine di profitto e il 2013 è iniziato in modo interessante: i volumi complessivi sono superiori a quelli del 2012 e queste prime distribuzioni sono state all'altezza del confronto con l'anno più ricco di tutti i tempi. L'annuncio delle candidature dell'Academy ha avuto il suo influsso sulle scelte del pubblico: il percorso di Zero Dark Thirty è stato sempre indipendente dalle sue probabilità di arrivare a dei premi e il film aveva ottenuto una risposta degli spettatori anche quando era confinato nel circuito dei selected theatres. Le otto nomination e il Golden Globe per Jennifer Lawrence hanno completamente rilanciato le quotazioni di Silver Linings Playbook e lo hanno spinto fino ad un complessivo di cinquantaquattro milioni. La commedia di David O. Russell è nelle sale da più di due mesi ma finora non aveva mai conquistato la ribalta e la Weinstein Company aveva dirottato il suo potere persuasivo su Django Unchained di Quentin Tarantino. La loro capacità di fare colpo sulle giurie ha fatto centro di nuovo e il loro film è salito fino al terzo posto: le sue speranze di ripetere il trionfo di The King's Speech di Tom Hooper sono limitate ma la sua insperata ascesa ha dimostrato come la coppia non si sia sbagliata nemmeno questa volta. Zero Dark Thirty non fara incetta di statuette come nel caso di The Hurt Locker ma il nuovo team-up tra Kathryn Bigelow e lo sceneggiatore Mark Boal ha garantito la migliore avventura commerciale della regista: la sua versione del blitz dei navy seals che ha ucciso Osama Bin Laden ha distrutto il precedente record di Point BreakThe Hobbit sta per uscire dalla top ten ma è sempre più vicino alla soglia dei trecento milioni: il nuovo adattamento tolkieniano non ha mai avuto degli exploit memorabili ma il suo passo costante lo ha fatto diventare un successo incontestabile: la nuova impresa produttiva di Peter Jackson ha conquistato tutto il mondo e il suo bottino worldwide è pronto ad entrare nel club da un miliardo di dollari. Lincoln è finito nelle retrovie ma il biopic di Steven Spielberg aveva accumulato i suoi utili molto che la rosa dei possibili vincitori dell'Oscar fossero noti al pubblico: il grande favorito della notte del Dolby Theatre si presenterà con una dote di centosessanta milioni.

 

---------------------------------------------------------------------
APERTE LE ISCRIZIONI PER UNICINEMA E SCUOLA DI CINEMA

---------------------------------------------------------------------

 

--------------------------------------------------------------------
I NUOVI CORSI ONLINE LIVE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------