Box Office USA 14 agosto 2012


Il debutto di The Bourne Legacy non è stato esaltante ma è stato sufficiente a scalzare The Dark Knight Rises dalla vetta della classifica. Le nuove avventure di Batman hanno lasciato il primato dopo quasi un mese e quattrocento milioni di dollari di incasso. Il passaggio del testimone da Matt Damon a Jeremy Renner non è stato indolore: il film si è fermato a quaranta milioni di dollari e ha perso qualcosa rispetto alla prima trilogia ma si è almeno guadagnato la sopravvivenza di ulteriori episodi.

----------------------------
MASTERCLASS ONLINE DI REGIA CON MIMMO CALOPRESTI

----------------------------

Il mercato americano ha messo sul piatto un altro jolly e il regno di The Dark Night Rises è finito dopo un mese e quasi quattrocento milioni di dollari di incasso. Le nuove avventure di Batman hanno trovato un avversario di livello e hanno dovuto cedere il primo posto: The Bourne Legacy non ha fatto nulla di memorabile ma il suo esordio da quaranta milioni è stato sufficiente a fargli guadagnare la vetta della classifica. Le scelte di Hollywood impongono l'ennesimo confronto tra il reboot e l'originale. L'agente segreto di Matt Damon aveva numeri migliori della nuova alternativa di Jeremy Renner. Il titolo ha già venti milioni di distacco da The Bourne Ultimatum e accusa una distanza di dieci milioni da The Bourne Supremacy: le previsioni più rosee fanno pensare un finale da centocinquanta milioni. E' un traguardo che resta inesorabilmente lontano dalle aspettative, che avevano fatto lievitare le sperenze verso i duecento milioni. Tuttavia, il film potrà recuperare il budget in patria e accumulare utili all'estero: il trapianto da un attore all'altro non è stato indolore ma il marchio si è assicurato degli investimenti ulteriori e qualche altro episodio. The Campaign ha arricchito il calendario delle commedie ma non è riuscito ad insidiare Ted di Seth MacFarlane: l'atteso team-up di Will Ferrell e Zach Galifianakis si è comportato in modo brillante e ha surclassato The Watch, l'all-star con Ben Stiller, Vince Vaugn e Jonah Hill: la carriera dell'ex divo del Saturday Night Live non è fatta mancare dei flop clamorosi ma questa volta il suo film avrà una vita commerciale serena. The Amazing Spider-Man ha lasciato i primi dieci posti con duecentocinquanta milioni di dollari e qualche perplessità; Moonrise Kingdom ha riportato Wes Anderson ai livelli di The Royal Tenenbaums e Magic Mike ha risollevato le quotazioni di Steven Soderbergh fino a diventare uno dei più grandi successi dell'estate.

----------------------------
CORSO ONLINE DI CRITICA CINEMATOGRAFICA CON LA REDAZIONE DI SENTIERI SELVAGGI

----------------------------

--------------------------------------------------------------
SENTIERISELVAGGI21ST N.13 – PRENOTA LA COPIA IN OFFERTA SCONTATA ENTRO IL 31 GENNAIO!

--------------------------------------------------------------
----------------------------
BANDO PER IL CORSO DI CRITICA DIGITALE 2023

----------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative