Box Office USA: Ridley Scott, che botto!

Dopo Spike Lee e la coppia De Niro/Pacino, l'incostante autunno americano continua a mietere vittime illustri: Body of Lies, ambizioso team up tra Leonardo Di Caprio e Russel Crowe, diretti da Ridley Scott, fatica persino a conquistare il terzo posto, superato a sorpresa da Quarantine, remake di Rec di Jaime Balaguerò. Ride solo la Disney, che vede il suo Beverly Hills Chihuahua godersi la vetta per un'altra settimana, con più di cinquanta milioni di dollari complessivi.

beverly hills chihuahua in testa agli incassi per la seconda settimanaL’autunno americano ha continuato a fornire informazioni discordanti, influenzate da un periodo storicamente segnato dal riflusso. Se da una parte c’è qualche film capace di emergere dall’anonimato, ce ne sono purtroppo altri che bruciano in pochi giorni le speranze e le attese di produttori e distributori, rivelandosi dei flop brucianti ed inattesi. La Disney si è dimostrata ancora affidabile, anche nel momento più stanco e rischioso del mercato, e ha messo per la seconda volta consecutiva Beverly Hills Chihuaha in vetta alla classifica (ripetendo il successo dell’anno scorso, quando riuscì ad imporsi con The Game Plan). Tra gli sconfitti c’è invece il clamoroso tonfo di Body of Lies di Ridley Scott, letteralmente rifiutato dal pubblico d’oltreoceano e confinato alla miseria di dieci milioni di dollari di incasso. Le avventure messicane della cagnolina snob con la voce di Drew Barrymore hanno raggiunto i cinquanta milioni di dollari complessivi, mentre il team-up d’azione tra Leonardo Di Caprio e Russell Crowe ha seguito le (s)fortune di Robert De Niro, di Al Pacino e del loro Righteous Kill, piazzandosi a fatica al terzo posto. Continua dunque ad essere un brutto momento per le coppie d’oro di Hollywod, il cui nome non sembra più rappresentare una garanzia di folle oceaniche di spettatori: persino Quarantine, horror a basso costo (remake dell’apprezzato Rec dello spagnolo Jaime Balaguerò) diretto ed intepretato da semi-esordienti, è riuscito a fare meglio dei due divi. In un tale scenario (il prodigio è comunque ancora possibile: Fireproof è per la terza settimana tra i primi dieci), Eagle Eye e il suo produttore Steven Spielberg devono essere già contenti di non aver fatto la fine di Miracle at St. Anne di Spike Lee, possibile pietra di paragone per ogni disastro commerciale futuro. La migliore media per sala è stata fatta registrare da Rachel Getting Married di Jonathan Demme: venticinquesimo posto in soli cinema. Keira Knightley nei panni di The Duchess invece, non incanta.

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------

Incasso week-end

Incasso totale

--------------------------------------------------------------------
BANDO PER 5 POSTI PER CORSO CRITICA DIGITALE

--------------------------------------------------------------------

Settimane

Beverly Hills Chihuahua

$17,502,077

$52,532,310

2

Quarantine

$14,211,321

$14,211,321

1

Body of Lies

$12,884,416

$12,884,416

1

Eagle Eye

$10,913,762

$70,409,979

3

Nick and Norah’s Infinite Playlist

$6,420,474

$20,730,708

2

The Express

$4,562,675

$4,562,675

1

Night in Rodanthe

$4,541,201

$32,297,101

3

Appaloosa

$3,321,389

$10,867,693

4

The Duchess

$3,304,841

$5,603,061

4

Fireproof

$3,140,997

$16,875,765

3

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #7