Brian e Charles, di Jim Archer

Ispirato agli spettacoli comici e al corto omonimo del 2017, ci mette un po’ a decollare prima di ingranare nel momento in cui questa commedia strampalata non ha più paura di essere sentimentale.

--------------------------------------------------------------
INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER LA POSTPRODUZIONE, CORSO ONLINE DAL 17 GIUGNO

--------------------------------------------------------------

Brian guarda in macchina. Conduce nel suo universo solitario nel Galles del Nord. La voce-off, all’inizio, sembra raccontare questa storia come se fosse al passato. “Ero molto giù”. Così comincia quella che sembra avere il tono di ua favola-fantasy e si trasforma poi in un inno alla ribellione: quello di Charles nei confronti del suo padre-amico creatore, quello di Brian in quelli dei Tommington, i suoi prepotenti vicini di casa.

--------------------------------------------------------------
OPEN DAY SCUOLA SENTIERI SELVAGGI, IN PRESENZA/ONLINE IL 7 GIUGNO!

--------------------------------------------------------------

Brian è un inventore che conduce un’esistenza solitaria. Le sue giornate sono simili e ogni tanto incontra Hazel, una donna timida dipendente dalla madre oppressiva. Un giorno costruisce un robot alto circa due metri componendo il suo corpo con una testa di manichino malconcia e una vecchia lavatrice. Ci mette un po’ ad attivarsi, poi inizia a parlare elencando nomi di oggetti letti in un dizionario. Si chiamerà Charles Petrescu, cognome che arriva dal libro Wire World che ha appena letto. All’inizio i due si divertono insieme poi Charles ha bisogno di maggiore indipendenza e sogna di andare nelle Hawaii, a Honolulu. Intanto i vicini di casa, di cui Charles ha molta paura, diventano sempre più minacciosi.

Brian e Charles ci mette un po’ a partire e a decollare. Forse dipende dal fatto che il meccanismo narrativo è così collaudato che non apre inizialmente le porte a una possibile imprevedibilità. I due protagonisti Dave Earl e Chris Hayward, anche sceneggiatori, hanno già portato in scena Brian e Charles in spettacoli comici dal vivo e poi sono stati protagonisti dell’omonimo cortometraggio del 2017 diretto sempre da Jim Archer, qui al primo lungometraggio.

----------------------------
SCUOLA DI CINEMA TRIENNALE: SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

Il film sembra inizialmente indeciso sulla strada da prendere, soprattutto quando adotta uno stile finto-documentarista, con Brian che guida lo spettatore a conoscere la sua casa, le sue abitudini alimentari (i cavoli che poi diventeranno pallottole) prima di guidarlo nella stanza delle invenzioni. Poi, dal momento in cui Charles prende vita, finalmente si vivacizza a partire da uno scatenato ballo sulle note di Don’t Leave Me This Way dei Communards. Brian e Charles diventa una favola scatenata e malinconica, immersa in un paesaggio alla Jim Sheridan in Il campo dove si nascondono però zone inquietanti negli abitanti del posto tra Peckinpah di Cane di paglia e Boorman di Un tranquillo weekend di paura. Brian e Charles si libera così progressivamente della sua origine teatrale. Ciò si vede soprattutto in una scena al mare con i due protagonisti insieme ad Hazel dove, in modo sottile ma deciso, c’è un cambio di marcia alla storia. I dialoghi, il plot passano in secondo piano. I protagonisti acquisiscono così una vita propria dentro al film. Il finale crea suspense ma è anche liberatorio. La commedia, dichiaratamente strampalata, acquista d’intensità e vivacità dal momento in cui non ha più paura di essere sentimentale.

 

Titolo originale: Brian and Charles
Regia: Jim Archer
Interpreti: David Earl, Chris Hayward, Louise Brealey, Jamie Michie, Nina Sosanya, Lynn Hunter, Lowri Izzard, Mari Izzard
Distribuzione: Lucky Red, Universal Pictures
Durata: 90′
Origine: UK, 2022

 

La valutazione del film di Sentieri Selvaggi
3.5
Sending
Il voto dei lettori
3 (21 voti)
--------------------------------------------------------------
#SENTIERISELVAGGI21ST N.17: Cover Story THE BEAR

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative