CANNES 65 – I francesi bocciano Garrone

matteo garroneA 24 ore dalla prima proiezione stampa dell'unico film italiano in Concorso, Reality, di Matteo Garrone (che molti considerano un'opera di transizione), si delineano in modo più chiaro e netto i giudizi della stampa internazionale presente al festival. Già dall'applauso in sala, sui titoli di coda, certamente non così coinvolgente, come successe con Gomorra, la sensazione è stata quella di un'accoglienza più fredda e controllata. La conferma dunque non si è fatta attendere. L'atteggiamento complessivamente poco entusiasta della critica, va aggiunto alla netta presa di posizione sfavorevole verso il film, della stampa francese, soprattutto da parte di due fondamentali riviste del settore, Cahiers du Cinema e Positif.