CANNES 66 – Incontro con Baz Luhrmann e il cast di "The Great Gatsby"

Baz Luhrmann e Leonardo Di Caprio sul set di The Great GatsbyLeonardo Di Caprio, Carey Mulligan, Joel Edgerton e Tobey Maguire accompagnano Baz Luhrmann in conferenza stampa a Cannes per presentare il film di apertura di questa edizione 2013, The great Gatsby. dal romanzo cult di Francis Scott Fitzgerald: "la decadenza di quel periodo storico è nota a tutti, ma è un'eco che giunge sino a questa crisi, facendo della storia di Gatsby anche un riflesso della società dei giorni nostri"

---------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------

 

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

Baz Luhrmann, come è nato il progetto del film?

BL: ho letto il romanzo di Francis Scott Fitzgerald mentre ero in treno in Siberia, e ho pensato che nella situazione mondiale di oggi abbiamo una sorta di dovere morale a farci ispirare dalla vicenda di Gatsby, per riconsiderarla in un modo tutto nuovo. Leo è saltato subito entusiasta dentro al progetto, che ha richiesto una preparazione molto lunga. Per fortuna, dopo la prima newyorkese, la nipote di Scott Fitzgerald è venuta da me e ha detto che lo scrittore sarebbe stato davvero fiero del mio adattamento. Non riesco a immaginare un complimento migliore.

Di Caprio, ha sentito il peso di interpretare un personaggio così importante della cultura americana?

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

LDC: è stato un onore per me. Gatsby è un testo fondamentale nella nostra educazione scolastica, e ancora al giorno d'oggi viene dissezionato dagli studiosi, che tentano di analizzarne ogni singola riga alla ricerca di significati profondi in una sorta di caccia al tesoro che sembra davvero senza fine. Ecco, con questo film abbiamo cercato di dare una rinfrescata a questi personaggi, di riportarli ad una dimensione più pura.

baz luhrmann sul set di The Great GatsbyCarey Mulligan, come ha preparato questo ruolo?

CM: Baz mi ha dato un sacco di libri sul periodo storico da studiare, e sono anche stata a Princeton a parlare con alcuni professori della figura reale che ha ispirato il ruolo di Daisy, Ginevra King, una ragazza con cui Scott Fitzgerald aveva avuto una relazione per un paio d'anni. Ho letto le lettere che lei spediva allo scrittore e da lì ho carpito il linguaggio ma anche il modo di pensare del personaggio. 

Tobey Maguire, è stato difficile interpretare il ruolo di un amico fraterno di Leonardo Di Caprio?

TM: eravamo entrambi ispirati alla storia di una grande amicizia, e questo di sicuro ha reso le scene più facili. Ma poi tra me e Leo c'è un rapporto di fiducia reciproca assoluta, abbiamo parlato e studiato a lungo sulla sceneggiatura, in maniera molto seria e professionale ma anche divertendoci parecchio. Ho avuto la fortuna di lavorare con un amico che è anche un grande attore, e di vedere il modo in cui si è calato nel personaggio come un detective che segue i propri indizi. 

Joel Edgerton, quanto ha costruito il suo ruolo sul set?

JE: Baz portava ogni mattina sul set non solo la sua copia di Gatsby ma anche diversi altri tomi di Fitzgerald, e alcune battute del film sono state estrapolate al volo addirittura da altri libri! Io personalmente non ho partecipato a questa improvvisazione creativa, non ho avuto battute extra e mi sono focalizzato sul mio copione.