#Cannes75 – Il programma ufficiale

In arrivo sulla croisette un programma ricchissimo di titoli, attento alla tradizione ma anche alle nuove generazioni. Tornano Cronenberg, i Dardenne, Desplechin, Claire Denis, Martone e Bellocchio

-----------------------------------------------------------
NOVITA’ – CORSO ONLINE TEORIA DELLA SCENEGGIATURA


-----------------------------------------------------------

Il presidente del Festival di Cannes Pierre Lescure ed il direttore artistico Thierry Frémaux hanno presentato questa mattina il programma del Festival di Cannes 2022, che si terrà dal 17 al 28 maggio.

----------------------------
CORSO ESTIVO DI RIPRESA VIDEO

----------------------------

La selezione, tra i titoli in competizione ufficiale e quelli che compongono le sezioni collaterali, conferma molti dei nomi circolati in forma di rumour nelle settimane precedenti e riserva poche sorprese, che, tuttavia, potranno arrivare nei giorni successivi, visto che, come ha confermato lo stesso Frémaux, “ci sono ancora alcuni film da svelare, che abbiamo deciso di non presentare subito“.

Al momento, comunque, il programma del festival sembra essere stato composto senza particolari scossoni, puntando tanto sui grandi ritorni di autori di rilievo, quanto sugli esordi di giovani cineasti di nuova generazione, provenienti spesso dai contesti socioculturali più vivaci e ricchi del cinema contemporaneo (nella sezione Un certain regard si contano ben sette registi al primo film).

L’approccio alla selezione non potrebbe essere più duale, dunque, attento alla tradizione ma anche agli sguardi emergenti e alle nuove modalità espressive, quasi a voler replicare, nella costruzione del programma, la discussa partnership del Festival con un social giovane come TikTok, scelta che Lescure ha difeso anche in quest’occasione affermando che “sarebbe assurdo ignorare questi nuovi mezzi di comunicazione“.

Tra i grandi ritorni, tutti in Competizione Ufficiale, si parte dunque con quello di David Cronenberg, che torna a Cannes otto anni dopo Maps to the Stars con Crimes of The Future, thriller sci-fi con Viggo Mortensen, Lea Seydoux e Kristen Stewart e si continua con Decision to Leave, noir di Park Chan-Wook su un detective che si innamora della principale sospettata di un omicidio. Insieme a loro, in Competizione ci saranno, tra gli altri, James Gray che torna, con il coming of age Armageddon Time (con Anne Hathaway ed Anthony Hopkins), quasi dieci anni dopo The Immigrant, i fratelli Dardenne, Claire Denis con il thriller The Stars at Noon, Arnaud Desplechin, Cristian Mungiu, Hirozaku Kore-eda e Kelly Reichdart.

Mario Martone, con Nostalgia e Valeria Bruni Tedeschi con Les Amandiers, sono gli unici due italiani in Concorso, a loro si unisce Marco Bellocchio, che presenterà, nella sezione collaterale Cannes Premiere, la serie Esterno Notte, prodotto complementare e contraltare al suo film sul sequestro Moro Effetto Notte, del 2003. Nella stessa sezione troverà spazio anche Irma Vep, serie di Olivier Assayas tratta dal suo film del 1996.

Fuori concorso, confermati Top Gun:Maverick, di Joseph Kosinski ed Elvis di Baz Luhrman, a cui si aggiungono il nuovo film di George Miller, lo sci-fi post apocalittico Three Thousand Years Of LongingZ (comme Z) zombie movie di Michel Hazanavicius e film d’apertura del festival.

Tra le proiezioni speciali, segnaliamo inoltre Jerry Lee Lewis: Trouble In Mind, primo documentario di Joel Coen dedicato al musicista americano.

 

Di seguito tutti i film annunciati finora, divisi per sezione.

 

CONCORSO

HOLY SPIDER by Ali ABBASI

LES AMANDIERS by Valeria BRUNI TEDESCHI

CRIMES OF THE FUTURE (Les crimes du futur) by David CRONENBERG

TORI ET LOKITA (Tori and Lokita) by Jean-Pierre et Luc DARDENNE

STARS AT NOON by Claire Denis

FRÈRE ET SŒUR by Arnaud DESPLECHIN

CLOSE by Lukas DHONT

ARMAGEDDON TIME by James Gray

BROKER by KORE-EDA Hirokazu

NOSTALGIA by Mario MARTONE

RMN by Cristian MUNGIU

TRIANGLE OF SADNESS by Ruben ÖSTLUND

HAEOJIL GYEOLSIM (Decision to leave) by PARK Chan-Wook

SHOWING UP by Kelly REICHARDT

LEILA’S BROTHERS by Saeed ROUSTAEE

BOY FROM HEAVEN by Tarik SALEH

ZHENA CHAIKOVSKOGO (Tchaïkovski’s wife) by Kirill SEREBRENNIKOV

HI-HAN (Eo) by Jerzy SKOLIMOWSKI

 

FUORI CONCORSO

Z (COMME Z) by Michel HAZANAVICIUS (film d’apertura)

Top Gun Maverick by Joseph Kosinski

ELVIS by Baz LUHRMANN

NOVEMBRE by Cédric JIMENEZ

THREE THOUSAND YEARS OF LONGING (Trois mille ans à t’attendre) by George Miller

MASCARADE (Masquerade) by Nicolas Bedos

CANNES PREMIERE

NOS FRANGINS by Rachid BOUCHAREB

ESTERNO NOTTE (Nightfall) by Marco BELLOCCHIO

DODO by Panos H. KOUTRAS

IRMA VEP by Olivier ASSAYAS

 

SPECIAL SCREENINGS

All THAT BREATHES di Shaunak SEN

THE NATURAL HISTORY OF DESTRUCTION by Sergei LOZNITSA

JERRY LEE LEWIS: TROUBLE IN MIND by Ethan COEN

 

MIDNIGHT SCREENINGS

HUNT by LEE Jung-Jae
MOONAGE DAYDREAM by Brett MORGEN
FUMER FAIT TOUSSER by Quentin DUPIEUX

 

UN CERTAIN REGARD

LES PIRES by Lise AKOKA and Romane GUERET (First film)

KURAK GÜNLER (Burning days) by Emin ALPER

METRONOM by Alexandru BELC (First film)

RETOUR À SÉOUL (All the people I’ll never be) by Davy CHOU

SICK OF MYSELF by Kristoffer BORGLI

DOMINGO Y LA NIEBLA (Domingo et la brume / Domingo and the midst) by Ariel ESCALANTE MEZA

PLAN 75 by HAYAKAWA Chie (First film)

BEAST by Riley KEOUGH and Gina GAMMELL (First film)

CORSAGE by Marie KREUTZER

BACHENNYA METELYKA (Butterfly vision) by Maksim NAKONECHNYI (First film)

RODÉO (Rodeo) by Lola QUIVORON (First film)

JOYLAND by Saim SADIQ (First film)

THE STRANGER by Thomas M WRIGHT

THE SILENT TWINS by Agnieszka SMOCYNSKA

--------------------------------------------------------------
Sentieriselvaggi21st #11: JONAS CARPIGNANO La nuova frontiera del cinema italiano

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative