CAPALBIO cinema 12 – INTERNATIONAL SHORT FILM FESTIVAL

CAPALBIO 6 – 10 luglio 2005

-----------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI: APERTE LE ISCRIZIONI ANNO 2022-23


-----------------------------------------------------------

CONCORSO INTERNAZIONALE

----------------------------
OPEN DAY SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI

----------------------------

Ventisette Cortometraggi, in pellicola da 1 a 15 minuti, provenienti da tredici Paesi


(Argentina, Belgio, Canada, Francia, Germania, Gran Bretagna, Iran, Italia, Messico,


Norvegia, Scozia, Spagna, Svezia), concorrono ai numerosi Premi.


Quattro i film italiani: L'età del fuoco di Mauro Calvone, Lotta libera di Stefano Viali,


Post-it  di Michele Rho, Radiopanico di Gigi Piola. Tra gli altri, anche


Mathilde au matin, scritto e diretto da Maria De Medeiros.


Una vasta gamma di soggetti e di generi che comprendono anche la commedia dark e


l'horror psicologico.


La Vita: come una prigione da cui è difficile fuggire; sospesa tra passato e presente, tra


sogno e nostalgia; come lezione; quando continua anche nel mezzo di una tragedia;


come confronto in un gioco più grande dei partecipanti; quella post-moderna e la


mancanza di tempo… tutte le feste prima o poi finiscono.


La Realtà: gli inganni dell'apparenza; la mancanza di talento per realizzare i sogni; quella


che si intreccia e si ribalta con la finzione; quando la fantasia sconfigge la tragedia; la


possibilità di dialogo tra persone diverse e sconosciute; i rischi della dipendenza dalla


tecnologia moderna.


L'Amore: che può essere anche odio tra madre e figlia; quello per il cinema; come gioco


che permette di recuperare ciò che si era perso; il più grande della vita che nasce da un


incontro tenero e casuale; quello di una figlia; tra un uomo e un cane; che salva o che ridà


la speranza perduta.


La Famiglia: i silenzi, le attese, le gioie e le delusioni nel rapporto genitori-figli; quando è


solitudine; la difficile combinazione con la carriera; la mancanza di figure di riferimento per


i giovani; i figli contesi da genitori separati.


PREMI DEL CONCORSO INTERNAZIONALE


A tutti i vincitori del festival una litografia – edizione limitata e numerata- dell'artista Fabio


De Poli creata appositamente per Capalbio Cinema.


MIGLIOR FILM: PREMIO MINI (5.000 euro) + premio in servizi per 20.000 euro


MIGLIOR REGIA Premio Fondazione Haggiag (3.000 euro)


MIGLIOR FILM ITALIANO Premio Kodak: fornitura di 3000 mt di pellicola Kodak;(1.500


euro)


MIGLIOR FOTOGRAFIA Premio Technovision: utilizzo di macchina da presa e mezzi


tecnici per una settimana


MIGLIOR IDEA CREATIVA Premio Haibun: (1.500 euro).


PREMIO RAGAZZI IN CORTO distribuzione nelle sale in collaborazione con Fice.


GIURIA INTERNAZIONALE: Claudio Amendola (attore), Marco Giusti (autore e critico


cinematografico), Francesco Munzi (regista), Francesca Neri, (attrice), Claudio


Petruccioli (giornalista e dirigente politico), Chiara Valentini (giornalista e saggista),


Deborah Young (giornalista statunitense, sceneggiatrice e regista).


 


GIURIA DEI CREATIVI: Ezio Bossi, Umberto Casagrande, Oscar Molinari, Giampiero


Vigorelli. La Giuria dei creativi assegna il premio Haibun patrocinato dall'Art Directors


Club Italiano e dalla casa di produzione pubblicitaria Haibun.


CONCORSO ANIMAZIONE


Da quest'anno Capalbio Cinema ospita anche il concorso dedicato ai cortometraggi di animazione.


Nove i film in concorso, realizzati con le più diverse tecniche, provenienti da otto Paesi:


Canada, Francia, Gran Bretagna, Portogallo, Spagna, Svezia, Svizzera.


Dall'Italia Not On the Programme (con musica di Ivano Fossati) del napoletano Vinicio


Basile che ha iniziato la sua attività come documentarista e animatore presso l'Università


Federico II di Napoli. Ha realizzato: Trasparenze nel 1999 e Hanna nel 2001 (Premio


Anteprimaannozero 2001 a Bellaria).


GIURIA CONCORSO ANIMAZIONE: Presidente Maurizio Nichetti, Sophie Benini


Pietromarchi, Elena Chiesa, Chiara Rapaccini.


VIDEOCLIP A CAPALBIO CINEMA Brevi storie per la grande musica


In collaborazione con il MEI (Meeting delle Etichette Indipendenti) e le principali case


discografiche italiane (Sony Music, Sugar, EMI, Warner, BMG, Forum Music Village), una


selezione di videoclip italiani prodotti a partire dal 2004. Capalbio Cinema premia il


Video Musicale che sa raccontare una storia con i mezzi del cinema. Un comitato


selezionatore, composto da rappresentanti del mondo musicale e cinematografico avrà il


compito di visionare il materiale pervenuto. Ogni membro sarà chiamato a scegliere un


videoclip, motivandone la preferenza sul palco del festival in compagnia degli autori del


video (registi e cantanti).


I PREMI PER I VIDEOCLIP


Premio Kodak "Fondatori Capalbio Cinema" 1200 metri di pellicola Kodak 16mm o


super 16mm. Il videoclip vincitore sarà trasferito su pellicola e promosso dal Festival


insieme ai corti presentati nel Tour Nazionale ed Internazionale.


Premio del Pubblico Technicolor trascrizione e stampa su pellicola


Premio MEI ESTATE 2005


COMITATO SELEZIONE VIDEOCLIP: Fabio Canino, Andrea De Carlo, Massimiliano


Ferramondo, Irene Grandi, Luca Lucini, Francesca Reggiani, Rosaria Renna.


GLI ALTRI PREMI di CAPALBIO CINEMA 12


PREMIO DEL PUBBLICO "CineCamera con vista": soggiorno a Capalbio per l'autore vincitore


PREMIO AL PUBBLICO un abbonamento per un anno alla rivista di cinema Hot Dog Magazine.


PREMIO LAZIO FILM COMMISSION soggiorno in una località del Lazio al regista vincitore


 


EVENTI A CAPALBIO


SERATA D'APERTURA CON CONCERTO E INAUGURAZIONE DEL


NUOVO SCHERMO A CAPALBIO – BORGO CARIGE


'L'Histoire du soldat' diretta dal Maestro Marcello Panni ed eseguita dall' Ensemble


Nuovo Contrappunto con il musicattore Luigi Maio.


L'opera di Igor Stravinsky, che teorizzò anche attraverso quest'opera il concetto di opera


breve, inaugurerà quest'anno il nuovo schermo di Capalbio negli affascinanti spazi


della Cantina di Capalbio a Borgo Carige.Il nuovo schermo del festival realizzato in


collaborazione con la Cantina di Capalbio verrà inaugurato con la proiezione del


Concorso Internazionale Anime corte – corti di animazione (ingresso gratuito).


 


 


 


Dal giovedì alla domenica i più bei corti dei 10 anni di Capalbio Cinema e in replica il


concorso internazionale a prezzi popolari.


CAPALBIO CINEMA E IL BAMBINO GESÙ


Una festa di beneficenza (venerdì 8 luglio ore 17,00 Fattoria della Vallonea, Strada


Origlio, Chiarone Scalo) aperta a tutti i bambini in un parco, assolutamente unico nel


suo genere, realizzata per raccogliere fondi in favore dell'Ospedale Bambino Gesù. Nel


corso della festa organizzata insieme a Lottomatica – Gioco del Lotto ci sarà una


caccia al tesoro sul tema dei grandi film dei Maestri, salsicce e patatine, tanti covoni e


animali strambi.


SEZIONI FUORI CONCORSO


MAESTRI E BAMBINI


Dopo il successo dei corti di Vittorio de Seta dello scorso anno, a Capalbio, ogni sera, in


apertura, verranno proiettati cortometraggi realizzati da Maestri del Cinema Italiano ed


Europeo, che hanno come tema il mondo dei più piccoli: Bambini di Francesco Maselli,


Les Mistons di François Truffaut, Il pollo ruspante (episodio tratto da RO.GO.PA.G.


Laviamoci il cervello)di Ugo Gregoretti che segnò il debutto di Ricky Tognazzi bambino,


La bambinaia (episodio tratto da Capriccio all'italiana) di Mario Monicelli.


Saranno presenti a Capalbio: Citto Maselli, Mario Monicelli, Ricky Tognazzi.


CAPALBIO KIDS (C2 KIDS), il nuovo Concorso Nazionale per Cortometraggi


realizzati da bambini e ragazzi delle scuole elementari e medie, che dal palco di Capalbio


verrà lanciato in vista del futuro C2 Kids 2006.


ARCHEOLOGIA DEL CORTO: CORTI FATTI AD ARTE


Prodotta da Peggy Guggenheim con Kenneth Mc Pherson, Dreams that Money Can Buy


(1947) pellicola che inaugura l'era dei film surrealisti a Hollywood, fu presentata alla


Mostra del Cinema di Venezia del 1948.


Il film, composto da sette storie di carattere fantastico e psicologico collegate da un'idea


comune, è stato realizzato da uno dei massimi esponenti dell'avanguardia storica, Hans


Richter, pittore dadaista, scrittore e regista che non ha mai smesso di "sperimentare"


anche nel cinema, sviluppando le prime forme di interazione tra suoni e immagini. I "sogni


che si possono comprare con una moneta" sono firmati da Paul Bowles, John Cage,


Alexander Calder, Marcel Duchamp, Max Ernst, Fernand Léger, Man Ray e dallo


stesso Richter.


EVENTO SPECIALE: FOCUS ON CHINA


L'espansione del mercato cinese è uno dei fenomeni più discussi del nostro tempo.


Anche il cinema partecipa alla grande crescita con strutture produttive che si evolvono e


con una vivace sperimentazione di tecniche, generi e formati di cui il cortometraggio è


sicuramente uno dei più affascinanti


La cinematografia cinese articola un complesso percorso di scoperta, di analisi della


realtà e di critica del presente con opportunità di introspezione che si possono


apprezzare anche nei tre film presenti a Capalbio.


I due cortometraggi di Bai Fujian sono piccoli e intimi capolavori sul tempo, ambientati


nella quiete di un villaggio, solo in apparenza immune ai grandi cambiamenti in corso.


Per contrasto, la città di Hong Kong raccontata da Poon Yick-sum diviene emblema di


tutte le metropoli dell'Asia, sfibrate dalla difficoltà di offrire all'individuo una giusta


dimensione di vita.


FINESTRA SUL MONDO: MESSICO


Continua il viaggio alla scoperta delle cinematografie più lontane. Dopo la Russia e il


Brasile quest'anno a Capalbio è la volta del Messico. Sarà presentata una breve


panoramica dell'ultima produzione dell'Istituto di Cinematografia Messicano (IMCINE), che


sostiene giovani registi, producendo cortometraggi animati, di fiction e documentari che


riscuotono ovunque apprezzamenti e premi. Cinque opere, tra i due e i trenta minuti,


realizzate da affermati professionisti di lunga esperienza e da giovani registi usciti dalle


scuole di cinema con stili che variano da lunghi piano sequenza a montaggi più


sincopati.


EVENTO SPECIALE : A CORTO DI DIRITTI – HUMAN RIGHTS


"Non dite che un giorno o l'altro lo farete; ora è il momento – diceva Martin Buber, fondatore


della filosofia del dialogo – Non dite che qualcuno lo farà; quel qualcuno siete voi."


Il tragico e doloroso tentativo, ispirato a una storia vera, di una ragazza messicana di


attraversare il confine in El otro sueño Americano di Enrique Arroyo; Ragazzini chiusi in


un campo militare in Children and Airplanes di Galina Myznikova, Sergey Provorov; Un


profugo africano che muore per cause misteriose in un centro di detenzione, in Einspruch


IV di Rolando Colla; Dubbi e incertezze di una casalinga egiziana di Los Angeles, che


 


deve decidere se seguire la tradizione familiare e far praticare l'infibulazione a sua figlia in


Tahara di Sara Rashad.


 


ONDE CORTE: I CORTI D'ARTE DI PAPPI CORSICATO


Dieci video di Pappi Corsicato che narrano la trasformazione di Piazza del Plebiscito, nel


cuore della città partenopea, da parcheggio a grande piazza dell'arte contemporanea


internazionale. Testimone privilegiato, il regista napoletano alterna il registro


documentaristico a quello più visionario e passionale, intrecciando un dialogo poetico con


le opere e gli artisti. Una lettura aperta e libera dell'esperienza di un'arte contemporanea,


il cui linguaggio è per definizione elitario e poco comprensibile, offerta direttamente nel


cuore della città, letteralmente alla portata di tutti.


EVENTO SPECIALE: OMAGGIO A JEAN VIGO


A propos de Nice, la suite, un omaggio collettivo alla libertà anarchica del cortometraggio


di Jean Vigo a novant'anni dalla morte. Le variazioni d'autore sul film del 1930


ripercorrono un luogo reale e immaginario… ricostruiscono un'aura di cinema. I registi:


Catherine Breillat, Costantin Costa-Gavras, Claire Denis, Raymond Depardon, Abbas


Kiarostami, Pavel Lungine, Raoul Ruiz.


EVENTO SPECIALE : OMAGGIO A PIER PAOLO PASOLINI


A trent'anni dalla scomparsa del grande regista, il festival presenta La sequenza del fiore


di carta (episodio tratto dal film collettivo Amore e Rabbia, 1969, ITALIA/FRANCIA) dello


stesso Pasolini che racconta la punizione di Dio, capace di far sparire un uomo il quale,


attraversando Roma con un fiore di carta in mano, non si accorge delle disgrazie del


mondo. Per l'occasione sarà presente a Capalbio Ninetto Davoli.


 


c a p a l b i o . c i n e m a @ f l a s h n e t . i t • w w w . c a p a l b i o c i n ema.com


 


 


                                                   Ufficio stampa


Giovanna Mazzarella ( 348 3805201) – Cristina Scoganmillo ( 335 294961)

--------------------------------------------------------------
Le Arene estive di Cinema a Roma

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative