Cave of forgotten dreams. Il 3D secondo Herzog

 Werner Herzog - Cave of fortgotten dreams - on set

 

--------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21st!

-----------------------------------------------------

 

Werner Herzog ritorna al Toronto Film Festival a un anno da My Son, My Son What Have Ye Done? con il suo documentario in 3D girato nelle grotte di Chauvet, nella Francia meridionale, Cave of Forgotten Dreams.

---------------------------------------------------------------------
IL PRIMO NUMERO DI SENTIERI SELVAGGI IN OFFERTA AL 50% NEL MESE DI APRILE

---------------------------------------------------------------------

 

Il regista ha ottenuto l'accesso esclusivo alle grotte, risalenti a più di 30.000 anni fa, scoperte nel 1994: finora solo un piccolo gruppo di ricercatori ha ammirato le pitture rupestri di inestimabile valore che contengono.

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------
Per non danneggiarle, Herzog ha usato luci particolari che non emettono calore, in collaborazione con il direttore della fotografia Peter Zeitlinger (Il cattivo tenente e My Son, My Son) e si è servito della tecnologia 3D per disegnare una cattedrale di cristallo dalle stalagmiti della grotta e ha catturato splendide immagini aeree del vicino ponte naturale di Pont-d'Arc.

 

Il progetto è nato da un articolo pubblicato sul New Yorker, First Impressions di Judith Thurman, che aveva cercato di ottenere il permesso di entrare nelle grotte Chauvet.

Nel frattempo Herzog ha lavorato come produttore, montatore e narratore per Happy People: A Year in the Taiga (trailer) del russo Dmitry Vasyukov, documentario sui cacciatori della taiga siberiana, della durata originaria di 4 ore.
Tra i prossimi progetti del regista, due film: uno potrebbe essere un biopic sulla "madre dell'Iraq" Gertrude Bell, l'altro ambientato in un carcere di massima sicurezza in Texas.