C’è un Tempo per… l’integrazione: il bando di concorso

C’è tempo fino al 28 febbraio per potersi candidare a  C’è un Tempo per…l’integrazione”, festival nato nella provincia di Bergamo ed arrivato quest’anno alla sua tredicesima edizione.

Un evento partito dal basso, in luoghi in cui la presenza di cittadini stranieri residenti è sopra la media nazionale. Da anni infatti gli organizzatori della rassegna cercano di promuovere «film capaci di raccontare aspetti positivi della realtà, che cambia rapidamente ed è sempre più multiculturale, multi linguistica e multi religiosa».

Il Festival, che si svolgerà dal 10 al 14 aprile 2019 a Bergamo e Sarnico, avrà come di consueto due sezioni, una per i documentari ed una dedicata interamente ai cortometraggi di finzione.

A disposizione dei partecipanti ci saranno poi quattro premi: Miglior Documentario, Miglior Cortometraggio di Finzione, Miglior opera realizzata da istituti scolastici o singole classi del territorio italiano e Premio in Memoria di Saad Zaghloul per opere realizzate da cooperative sociali, associazioni di volontariato  e enti del terzo settore della Lombardia.

Ulteriori informazioni, tra cui il bando di partecipazione e le modalità d’iscrizione, sono consultabili direttamente sul sito del Festival.