Cemento armato, gli interventi dei lettori di Sentieriselvaggi 10

L'intervento "provocazione" del direttore di Sentieri selvaggi, e la nostra recensione totalmente in controtendenza con l'intero panorama critico italiano, sta suscitando diverse reazioni. Da qui cominciamo a dare spazio agli interventi, di lettori, amici, collaboratori e di chi vorrà dire la sua sul film di Marco Martani. Scrivete a redazione@sentieriselvaggi.infoTUTTI GLI INTERVENTI SUL FILM

Gentile Redazione,
dopo aver letto il vostro intervento entusiastico del film di Martani Cemento Armato, mi sono diretto al cinema cercando di vincere le mie perplessità e dubbi sul film; ma devo dire che, nonostante le buone intenzioni e una genuina passione per il "cinema-cinema" senza intellettualismi inutilmente supponenti da parte dei suoi autori, la rinascita del cinema di genere italiano non passa neanche per questa stazione.
Le qualità certo non mancano, ma ho avuto l'impressione di un'operazione troppo studiata e pianificata a tavolino, molto fatta per piacere a tutti i costi; e poi diciamola tutta, Vaporidis è credibile come Luciana Littizzetto nella parte della femme fatale.
Non vorrei che il fatto che Martani sia un vostro ex collega abbia prodotto un ottundimento della vostra capacità di giudizio. Per rinascere il cinema di genere in Italia, ci sarebbe bisogno di una solida industria dietro le spalle e attori e registi meno spocchiosi che non necessariamente vengono dalla Silvio D'Amico o dal Centro Sperimentale di Cinematografia, insomma non bastano operazioni estemporanee: e se non c'è riuscito Arrivederci Amore Ciao di Soavi (il miglior film italiano degli ultimi dieci anni per il sottoscritto) a far capire al "sistema" che bisogna cambiare direzione, dubito fortemente che ci riuscirà un filmettino onesto ma un po' gracile come questo di Martani.
Scusate la lunghezza, cordialmente

Giulio Ragni

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------
------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8