"CHIUDERE GLI OCCHI PER VEDERE"

"Geniale, folle Herzog". Così, sui numeri di aprile di Circuito Cinema e di New{s} Candiani, la giovane critica mestrina Chiara Augliera a proposito del regista tedesco Werner Herzog, cui è dedicata la personale del mese  in programma al Candiani dal 2 aprile al 4 maggio, con dodici titoli scelti fra i più significativi nella filmografia dell'artista, già autore di punta del "nuovo cinema tedesco" insieme a Fassbinder, Wenders, Kluge e altri ancora. Herzog, prosegue Augliera, che rimane "artista eccezionalmente poliedrico, senza compromessi, un anarchico radicale che sfida continuamente se stesso e la propria esistenza, capace di mettere a repentaglio la propria vita e quella dei suoi attori pur di ottenere gli effetti desiderati. Lui stesso è un Aguirre, un Nosferatu, un Fitzcarraldo, tutti miti personali nati, cresciuti e coltivati nel mito della 'volontà di potenza', dell'irrazionale, della follia e, soprattutto, del genio".


--------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21st!
--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

Incentrata essenzialmente sulla prima parte della filmografia herzoghiana, prima che il regista approdasse stabilmente alla produzione di taglio documentaristico, la rassegna – che ha per titolo una emblematica frase di Herzog: Chiudere gli occhi per vedere – prenderà il via lunedì 2 aprile con l'opera di esordio Anche i nani hanno cominciato da piccoli, girato nel 1970. A seguire, Fata Morgana (mercoledì 4 aprile), Aguirre furore di Dio, primo grande successo internazionale del regista, affiancato dall'alter ego Klaus Kinski (mercoledì 11 aprile), L'enigma di Kaspar Hauser (venerdì 13 aprile), Cuore di vetro (lunedì 16 aprile), La ballata di Stroszek (mercoledì 18 aprile), Nosferatu il principe della notte (venerdì 20 aprile), Woyzeck (lunedì 23 aprile), Fitzcarraldo (venerdì 27 aprile), Dove sognano le formiche verdi (lunedì 30 aprile), Cobra verde (mercoledì 2 maggio) e infine Kinski, il mio nemico più caro (venerdì 4 maggio), dove il regista si congeda dall'attore, nel frattempo scomparso, che più di ogni altro ha saputo incarnare e dare spessore sullo schermo alle utopie del regista, in un rapporto spesso conflittuale ma sempre proficuo sotto il profilo cinematografico.


Proiezioni in programma alle ore 21, con accesso riservato ai soci CinemaPiù. Le tessere, valide sino al 30 giugno 2007, sono in vendita presso la biglietteria del Candiani.

--------------------------------------------------------------------
I CORSI DI CINEMA AUTUNNALI SCUOLA SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------