Cinema e Casinò: un legame che dura nel tempo

Esiste una corsia preferenziale che lega indissolubilmente l’estetica del cinema classico, declinato nel contemporaneo, con il tema del gioco e in particolare del casinò. Del resto balza agli occhi di ogni spettatore attento la necessità che i film hanno di avere location sempre più attrattive e capaci al contempo di ricreare una forte credibilità. Pensiamo a uno degli ultimi film della serie 007, quel Casinò Royale interpretato da Daniel Craig, capace di rilanciare straordinaramente una saga che pareva essere in grande difficoltà al voltare del secolo. Eppure per il 21esimo capitolo dedicato all’agente segreto nato dalla penna di Ian Fleming, il regista Martin Campbell ha fatto le cose in grande, ricreando ambienti credibili e di ampio respiro e concentrandosi su una precisa idea di spazio. Una sequenza paradigmatica è proprio quella dedicata alla partita di poker ambientata in un torneo in Montenegro che esalta le capacità recitative del cast restituendoci un grande spettacolo.

Casinò scorseseEd è lo stesso tipo di azione a cui abbiamo assistito di recente in pellicole sempre a tema di gioco e di casinò. Martin Scorsese, ad esempio dirigendo un cast all stars, realizza negli anni ’90 un pregevole affresco a tema gioco, ambizione e luci sfavillanti: il suo personale Casinò. Film che ha segnato un’epoca, sicuramente anche per merito di Robert De Niro, Sharon Stone e Joe Pesci: il gioco d’azzardo si insinua nelle ambizioni e nelle amicizie pericolose di Las Vegas. Del resto l’effetto che il gioco d’azzardo scatena in chi lo pratica, viene spesso abilmente descritto al cinema. Altro caso è quello de Le regole del gioco, interpretato da Eric Bana e Robert Duvall, tutto incentrato su Las Vegas e su un torneo di poker, una pellicola realistica e ad alto tasso emozionale. Lo stesso tipo di emozione provata quando si tenta la fortuna con www.vogliadivincere.it/ sito dove potrete trovare una vasta gamma di giochi, come roulette, slot machine e blackjack. A proposito di blackjack e di cinema non si possono certo omettere due film su questo tema. Rain Man, interpretato da Dustin Hoffman e Tom Cruise, dove al centro di un rapporto tormentato tra due fratelli c’è una memorabile sequenza che termina con la partita al tavolo del blackjack, dove Hoffman dichiara, candidamente: “Noi contiamo le carte!”. Come l’interessante 21 di Robert Luketic interpretato da Kevin Spacey, la cui storia basata su fatti reali, racconta di un professore che istruisce i suoi allievi a “contare le carte” e sbancare al casinò. Grandi emozioni al cinema.

---------------------------------------------------------------------
APERTE LE ISCRIZIONI PER UNICINEMA E SCUOLA DI CINEMA

---------------------------------------------------------------------