Cinema e psicoanalisi al Palazzo delle Esposizioni

CinementeCinema e psicoanalisi, anche se in ambiti molto diversi, analizzano la vita di ogni giorno per rivelarci i segreti del carattere umano. "Cinemente", la rassegna al Palazzo delle Esposizioni – Sala Cinema – dall’8 al 13 maggio, propone una selezione di opere che guardano con straordinaria sensibilità alle difficoltà del vivere quotidiano, e attraverso la discussione tra psicoanalisti, registi, critici e pubblico vuole approfondire diversi aspetti della realtà di ogni individuo, alle prese con elementi concreti, come il denaro e il potere, intrecciati con altri più intimi e profondi, come i rapporti affettivi, la religiosità o il tema della colpa. Gli incontri sono introdotti da Fabio Castriota, Presidente del Centro Psicoanalitico di Roma e da Enrico Magrelli, Conservatore della Cineteca Nazionale – Centro Sperimentale di Cinematografia.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

----------------------------------------------------------------

 

8 maggio, ore 20.30 LA SCOPERTA DELL’INCONSCIO

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------

Proiezione di "I misteri di un’anima" di Georg Wilhelm Pabst (Germania, 1926, 71’). Segue incontro con Lucio Russo e Enrico Magrelli.

Capolavoro del cinema muto, girato nel momento del pieno sviluppo del pensiero di Freud, con la consulenza diretta dei suoi allievi, è un’opera modernissima che ci introduce ai temi fondanti della psicoanalisi.

 

9 maggio, ore 20.30 I SEGNI DELLA VIOLENZA

Proiezione di "Ruggine" di Daniele Gaglianone (Italia, 2011, 109’). Segue incontro con Anna Nicolò e il regista.

La nostra periferia desolata è un terreno fertile solo allo sbocciare della violenza per il gruppo di bambini al centro di questo film intenso, costretti, fra avventure, giochi e drammi, a scontrarsi con la distruttività e la morte.

 

10 maggio, ore 20.30 IL MARITO DI MIA MADRE, LA MOGLIE DI MIO PADRE

Proiezione di "La bellezza del somaro" di Sergio Castellitto (Italia, 2010, 107’). Segue incontro con Manuela Fraire e Lidia Vitale, attrice.

I cambiamenti della struttura familiare sono ormai al centro della nostra società, come osserva questo film ironico ma sempre attento alle esperienze dei genitori, spesso insicuri e incompleti, e a quelle dei figli, svegli, esigenti e talvolta giudici implacabili.

 

11 maggio, ore 20.30 NUOVI GENERI E IDENTITÀ SESSUALI

Proiezione di "La bocca del lupo" di Pietro Marcello (Italia, 2009, 76’) Segue incontro con Amalia Giuffrida e il regista.

In un mondo dove l’identità sessuale sembra perdersi in generi indefiniti, questo film ci introduce alla dimensione perturbante, con il racconto coraggioso e poetico di due vite ai margini, che unisce documentario e finzione.

 

12 maggio, ore 10.30 FILMAMI L’ANIMA: PSICOANALISTI NEL CINEMA

Proiezione di "Lo schermo opaco" di Paolo Boccara e Giuseppe Riefolo (documentario, Italia, 2007, 55’). Segue tavola rotonda con Paolo Boccara e i registi Cristina Comencini e Stefano Gabrini.

Due psicoanalisti hanno montato le migliori scene cinematografiche di ambientazione psicoanalitica, alternandole a interviste a noti terapeuti: un’occasione efficace per riflettere con gli ospiti sull’evoluzione della disciplina freudiana attraverso la prospettiva cinematografica.

 

ore 17.00 LA COLPA E LA PENA

Proiezione di "La solitudine dei numeri primi" di Saverio Costanzo (Italia, 2010, 118’). Segue incontro con Giovanni Foresti e il regista.

I numeri primi, indivisibili se non per se stessi o per uno, sono la metafora della solitudine, dell’isolamento spesso forzato per sottrarsi al senso di colpa: uno dei grandi temi della ricerca psicoanalitica affrontato in un’opera toccante.

 

ore 20.30 IL COLORE DEI SOLDI

Proiezione di "Il gioiellino" di Andrea Molaioli (Italia, 2011, 110’). Segue incontro con Stefano Bolognini, Anna Ferruta e il regista.

Come la psicoanalisi si interroga sull’influenza del potere e del denaro sull’individuo, anche questo film di attualità rivolge uno sguardo introspettivo su personaggi emblematici della realtà economica del nostro paese, risucchiati dalle dinamiche di una finanza degenerata.

 

13 maggio, ore 10.30 IMMAGINI, SUONI E PAROLE TRA PSICOANALISI E CINEMA

Tavola rotonda con Andrea Baldassarro, psicoanalista; Luca Bigazzi, direttore della fotografia; Theo Teardo, compositore; Alessandro Zanon, tecnico del suono; Ludovica Modugno, attrice.

Cinema e psicoanalisi utilizzano gli stessi registri – parole, immagini, suono, tonalità della voce – ma con fini diversi, anche se altrettanto significativi. Alcune tra le maggiori personalità del nostro cinema ne discutono con gli psicoanalisti.

 

ore 17.00 ALL’ORIGINE DELLA RELIGIONE

Proiezione di "Io sono con te" di Guido Chiesa (Italia, 2010, 102’). Segue incontro con Matilde Vigneri, il regista e Nicoletta Micheli, sceneggiatrice.

Una riflessione coinvolgente e intima sulla spiritualità, grazie a un ritratto inedito di Maria, vista come madre determinata, donna in rapporto dialettico col sociale, capace di seguire il proprio istinto e mettere in discussione le regole codificate.

 

ore 20.30 LA TESTA DEGLI ADOLESCENTI

Proiezione di "Scialla!" di Francesco Bruni (Italia, 2011, 95’). Segue incontro con Vincenzo Bonaminio e il regista.

La turbolenza adolescenziale irrompe all’interno della famiglia e rimescola gli equilibri costringendo gli adulti a nuove riflessioni. Uno scontro generazionale necessario alla crescita individuale.

 

Ingresso libero fino a esaurimento posti

(M.C.R.)