Claude Goretta è morto

Claude Goretta è morto ieri, 20 febbraio all’età di 89 anni.
Il cineasta svizzero di origine italiana, nipote di un migrante italiano, aveva iniziato la sua carriera come giornalista, documentarista e cronista televisivo per poi arrivare alla regia cinematografica. I suoi personaggi spesso ritraevano persone comuni e gli oppressi dalla società.
La sua carriera inizia nel ’70, ma è nel ’73, con il suo secondo film, che riesce a raggiungere visibilità e onorificenze. Con L’invito infatti vince il Premio della Critica al Festival di Cannes. L’anno successivo è l’ora de Il difetto dell’essere moglie, e nel ’77 prendendo ispirazione dal quadro di Veermer dirige La merlettaia insieme ad Isabelle Huppert e Florence Giorgetti. Non è il suo unico grande cast, nell’80 infatti dirige il connazionale Bruno Ganz nel film La provinciale e nell’83 gira La morte di Mario Ricci, film che vale il premio alla miglior interpretazione a Gian Maria Volontè.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"